Utente 484XXX
Buonasera,
Inizio col fare una premessa sulla mia situazione. 2 anni fa mi è stato diagnosticato un disturbo alimentare, più sfecificatamente un caso di Anoressia Nervosa con tendenze alla restrizione.
Però, solamente dopo un anno, mi è stata prescritta una cura per i miei frequenti attacchi di panico e di ansia, derivati appunto dal disturbo alimentare e da casi difficili in famiglia. La mia dottoressa di base, che segue poi il lavoro della psicologa e della dietista, mi ha prescritto una cura che, dopo vari cambiamenti, ad oggi mi porta a prendere: mezza pastiglia di sertralina la mattina, una pastiglia di paroxetina, metà dose di xanax (da 0,5) e, al bisogno, gocce di sonirem per dormire.
Un anno fa, durante un periodo un po’ difficile, ho fatto l’errore di prendere la decisione di terminare la cura di tutti i medicinali (salvo le gocce per dormire). Al momento mi trovo, però, in una situazione di stress elevato, ho frequenti attacchi di panico, difficoltà a respirare, e molti pensieri negativi tipici della depressione. Sono arrivata dunque alla conclusione di voler riprendere la cura con lo xanax, però, lessi molto tempo fa, che riprendere la cura da un giorno all’altro è pericoloso. Vorrei capire come fare a prendere lo Xanax nuovamente senza che ci siano troppi effetti collaterali.
Vi ringrazio, con i migliori saluti.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
La terapia non può essere autogestita.

La gestione del suo medico di famiglia è oltretutto un poco particolare per l’uso contemporaneo di due antidepressivi.

Sarebbe opportuna una valutazione psichiatrica diretta per un approccio più indicato per i suoi disturbi.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it