Chirimento su una diagnosi: depressione psicotica?

Gentili Dottori,
dopo anni di cure senza risultati, mi sono iscritta al centro di salute mentale e mi è stata fatta una prima visita. Il referto è stato questo:

paziente nota al servizio per pregressi ricoveri [...], seguita a più riprese con ricoveri in casa di cura e in altri servizi in occasione di ricadute depressive e condotte suicidarie. Il disturbo si è manifestato nel corso degli anni con episodi depressivi e contropolari (misti/maniacal), accompagnati in più occasioni da sintomi psicotici per lo più di tipo cenestopatico con scivolamenti deliranti (Sindrome di Cotard?). Primi contatti con la psichiatria in adolescenza per disturbi del comportamento alimentare. Recentemente avviata terapia con vartioxetina in associazione con aloperidolo promazina e clonazepam, in passato ha assunto diversi trattamenti psicofarmacologici sospesi per intolleranza. Attualmente vive con i genitori per incapacità di genstire la vita in autonomia. Non guida, sospesi gli studi universitari.

Al colloquio odierno vigile, lucida, orientata, psicomotricità rallentata. Eloquio fluido, spontaneo, con voce flebile. Umore deflesso. Ansia libera moderata, indeazone congrua con tematiche di inadeguatezza, ineluttabilità, idee di morte oltre a quelle dismorfofobiche. Non franche alterazioni della sfera ideopercettiva. RSV con risvegli intermedi nonostante ipnoinducente. Alimentazione varia. Abulica, apatica, anedonica.

Terapia consigliata: carbolithium 150 mg per 3 volte al giorno (poi controllo esami)
Bupropione: 150 mg
Promazina: 30 ggt la sera
Clonazepam: 2 mg cp 2 al giorno

Il mio psichiatra che fino ad ora mi ha curato sostiene non sia bipolare. Un referto di questo tipo si può riferire a depressione maggiore con sintomi psicotici? L'analista che mi segue da tempo parla di psicosi melancolica. Da quando sto assumendo bupropione mi sento leggermente più attiva, per quanto io stia comunque a casa tutto il giorno, ma questo per angoscia e per non essere vista in volto. Mi sono isolata molto, negli ultimi 4 anni. Non ci sono stati episodi maniacali se non, in alcuni casi, sotto antidepressivi SSRI.

Grazie per l'ascolto
[#1]
Dr. Paolo Carbonetti Psichiatra, Psicoterapeuta 2,9k 175
L'epicrisi dei colleghi del CSM rimanda a un Disturbo Bipolare tipo I.
Non dobbiamo confondere la diagnosi principale, che è appunto Disturbo Bipolare, con la tipizzazione dei singoli episodi, alcuni dei quali sono sicuramente stati di Depressione Maggiore, altri Misti, con o senza connotati psicotici.
Per questa diagnosi la terapia con i sali di litio è ineccepibile.

Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie Dottore,
quindi il fatto che il medico che per anni mi ha seguito senza diagnosi e che ha detto si sarebbe messo in contatto con questa psichiatra non essendo d'accordo sul bipolarismo può far sì che la cura e la diagnosi vengano modificate?

Attualmente la depressione è presente dal 2011 - con brevi intervalli contropolari.

Due psicoterapeuti hanno parlato di psicosi a carattere melancolico.

In questi ultimi 7 anni non ho sempre avuto diagnosi disparate. Per la prima volta mi riconosco in quel che c'è scritto, ma il mio psichiatra curante non è d'accordo. Sono molto confusa.
[#3]
Dr. Paolo Carbonetti Psichiatra, Psicoterapeuta 2,9k 175
Gentile signora,
con una storia clinica di numerosi episodi di Depressione Maggiore anche con carattere melancolico-delirante, ed episodi misti,non è così difficile emettere una diagnosi di Disturbo Bipolare.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Gentili Dottori,
il fatto è che io dal 2011 in poi ho sempre avuto un decorso clinico a carattere depressivo con sintomi psicotici e deliranti. Ma non ho avuto manifestazioni maniacali, l'unico episodio di euforia è durato un mese, ma un mese in cui più che altro sembravo uscita dal tunnel: nessuno aveva notato mania o comportamenti bizzarri. Alla fine di questi mese, mentre ero in cura con zoloft, mi sono presa a coltellate d'improvviso e sono finita in spdc. Quel mese può essere considerata una fase maniacale?
Non avevo deliri di onnipotenza o altri sintomi da mania. Ero semplicemente insolitamente attiva, avevo riacquistato benessere e riuscivo a fare cose che prima non facevo.
[#5]
Dr. Paolo Carbonetti Psichiatra, Psicoterapeuta 2,9k 175
Credo che si tratti sempre di un lieve eccitamento. La diagnosi di bipolarità si fonda anche su un singolo episodio di eccitamento, anche breve. Tenga anche conto che l'eccitamento non è sempre e solo euforico; molto spesso è disforico (cioè con malessere),
[#6]
dopo
Utente
Utente
Gentili Dottori,
con questa terapia:
rivotril 2 mg x 2
wellbrutin 150 mg
carbolitio 3 al dì
promazina 50 ggt la sera

in quanto tempo dovrei avere i primi risultati? Sono molto sconfortata perché l'unica cosa cambiata è una forte insonnia per la quale ogni 3 ore devo alzarmi e riprendere altro Talofen. Per il resto continuano i pensieri negativi, autodistruttivi, autodenigratori, e quelli suicidari. Ormai sono quasi 15 giorni da quando ho cominciato il wellbrutin e il litio.
[#7]
Dr. Paolo Carbonetti Psichiatra, Psicoterapeuta 2,9k 175
Per il Wellbutrin deve attendere almeno un'altra settimana. Se ora lei si trova in una fase di depressione pura, senza sintomi contropolari, non deve attendersi miglioramenti dal litio, che è uno stabilizzatore e alla lunga regolerà l'umore evitandole gli up e gli eccessivi down.
Se l'insonnia è intervenuta con l'inizio della terapia con il Wellbutrin deve avvertire il suo specialista.
[#8]
dopo
Utente
Utente
Io ho una depressione pura senza sintomi contropolari da quattro anni...
Per questo quindi il litio immagino non mi farà nulla?

Per l'insonnia ho avvertito lo specialista, mi ha detto di aumentare la promazina da 30 a 50.L'ho fatto ma comunque mi sveglio ogni due ore e mezza.

Se il litio non serve per la depressione, che senso ha che lo prenda? La mia è depressione maggiore psicotica, non bipolarismo.
[#9]
Dr. Paolo Carbonetti Psichiatra, Psicoterapeuta 2,9k 175
Perchè insiste a negare la diagnosi di Disturbo Bipolare che le hanno fatto gli specialisti che l'hanno curata, e che è facile confermare anche dalle sue descrizioni?
[#10]
dopo
Utente
Utente
Perché la nega con certezza lo psichiatra che mi ha avuta in cura da anni...

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio