Utente 486XXX
Buon giorno
Ho 47 anni ho sofferto in passato di attacchi di panico ,da stress post traumatico , passati dopo terapia farmacologica con cipralex 5 mg e mirtazapina 15mg.
Ogni tanto,( puo capitare una volta all'anno) mi ritorna la paura degli attacchi, quando e ecessiva assumo 2,5mg di cipralex per un po di tempo e passa subito .
un mese fa ho subito un operazione di discectomia laser per ernia discale lombare, dopo l'intervento ho avuto qualche giorno di tristezza un po forte , dopo una settimana ho recuperato e stavo abbastanza bene pero mi sono iniziati dei dolori lancinanti alle gambe ,il dottore mi ha prescritto il lodotra ( prednisone ) ma dopo pochi giorni mi sono sentito male : avevo una stanchezza molto forte, fatica a respirare e a camminare, mi sono recato in ospedale pero tutti gli esami erano a posto, il male e passato pero ancora a distanza di circa 20 giorni a volte ho i muscoli delle gambe molto deboli come se non camminassi da anni , i quadricipiti che si irrigidiscono e camminando ho un senso forte di affaticamento.
Siccome mi iniziava un po d'ansia da 15 giorni ho iniziato a riprendere il cipralex 5mg , adesso mi sento tranquillo ma non riesco a capire se la debolezza possa essere scatenata da un fattore psicologico .
I sintomi che sento possono essere scatenati da ansia? o puo essere stato il cortisone?
cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
E' possibile che tanto l'evento medico quanto il cortisonico abbiano prodotto una lieve deflessione dell'umore.
La "debolezza" (astenia) è un sintomo cardine della depressione, ma naturalmente vanno escluse cause organiche.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#2] dopo  
Utente 486XXX

la ringrazio per la celere e cortese risposta

[#3] dopo  
Utente 486XXX

Buon giorno dottore
MI sono rivolto al centro di salute mentale dove ero stato in terapia nel 2003 , mi e stata impostata la terapia che assumo da un mese e 10 giorni circa di 10 mg di cipralex al mattino e 15 mg di mirtazapina prima di andare a letto per sindrome ansioso depressiva .
Adesso mi sento molto meglio i sintomi sono scomparsi ,
pero per il controllo siccome ho cambiato residenza mi ha fatto andare al CSM del comprensorio dove sono attualmente residente.
Alla prima visita la dottoressa mi ha consigliato di fare una terapia a lungo termine anche per 2 anni per avere una certa certezza che i sintomi non ricompaiano, io concordo con lei, alla visita di controllo di oggi l'altra dottoressa vuole che ci rivediamo fra 3 mesi e iniziare a scalare la terapia, ho fatto presente il consiglio della prima dottoressa ma lei dice che e meglio tenere il farmaco per pochi mesi e semai se il disturbo ritorna fare dei cicli trimestrali, non mi trovo tanto d'accordo, secondo lei quale e la strada migliore?
cordiali saluti

[#4] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
La prima è la soluzione migliore e più sicura.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#5] dopo  
Utente 486XXX

grazie per la sua disponibilita