Utente 402XXX
Gentili dottori confido vivavemente in un vostro aiuto perchè non riesco più a condurre una vita accettabile. Sono una donna di 32 anni, dall'età di 21 soffro di ansia, ipocondria e attacchi di panico. A causa di questo problema ho effettuato 3 day hospital presso varie case di cura, in genere hanno trattato i miei sintomi con terapie di xanax. Dal 2014 ho cominciato a soffrire anche di episodi depressivi. Ad oggi, l'ansia non è più la causa principale del mio malessere, la depressione invece mi sta uccidendo lentamente. Durante i mesi invernali mi capita di avere episodi depressivi più violenti dove arrivo a contemplare il suicidio. Durante la primavera i sintomi si attenuano e in estate va un pò meglio. Ad ogni modo la sensazione di "vuoto interiore", l'incapacità di provare emozioni, speranza e la tendenza a una visione pessimistica mi accompagnano continuamente. La notte non riesco a dormire bene, perchè c'è qualcosa nella mia testa che mi impedisce di rilassarmi, e questo qualcosa è sempre presente, io non saprei neppure definire cosa sia, mi pare di essere sempre in uno stato di allerta.
Non sono sicura se vi è consentito prescrivere farmaci su questo sito, tuttavia, vorrei un consiglio sulla terapia farmacologica più adatta al mio caso. Non pensate che non mi sia rivolta al medico curante, alle Usl locali, o agli psichiatri a pagamento; ho cercato aiuto in tutti modi, ma nella mia regione queste figure professionali hanno dimostrato una spiccata incompetenza. Mi sono anche rivolta a due neurologi, ed entrambi mi hanno prescritto dei semplici integratori che costavano una fortuna e a loro dire erano utili per le fasi depressive. Ho assunto di mia iniziativa Cypralex per un mese, ma non ho avuto benefici. Vi confesso di nutrire pregiudizzi per i farmaci antidepressivi, reputandoli inefficaci e persino dannosi, mi rendo conto ad ogni modo di non possedere conoscenze mediche adeguate per esprimere un giudizio razionale e in questo momento ho davvero bisogno di qualcosa che mi dia un pò di energia, anche fisica, e mi consenta di rilassami. Rimango in attesa di un vostro consiglio e grazie anticipatamente per il vostro tempo.

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Lasciando da parte gli integratori e il cipralex, quali altre cure ha provato con gli psichiatri, e che esito hanno avuto ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 402XXX

In realtà gli psichiatri mi hanno sempre e solo consigliato una terapia psicologica. Ho fatto loro presente che non potevo permettermi una terapia con lo psicologo e inoltre gli ho specificato quanto bisogno avessi di un farmaco che mi aiutasse con l'umore e l'ansia. Quindi, xanax e Cypralex a parte, non ho mai assunto altro.

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Una depressione ricorrente con idee di suicidio..e i consigli sono stati di una psicoterapia o integratori ?

Pare incredibile.

In Sicilia ci sono psichiatri che lavorano in maniera normale, come nelle altre regioni d'Italia, non saprei perché non ne abbia incrociato neanche uno.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 402XXX

Ha ragione, in realtà non me lo spiego neppure io. Naturalmente quando parlavo di incompetenza mi riferivo solo all'incompetenza dei medici che ho incontrato personalmente. Tuttavia non so proprio a chi rivolgermi, ed è per questo che ho sfruttato questa risorsa online.

[#5] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Di medici che personalmente conosco e che sicuramente non approcciano così una depressione ce ne sono (praticamente tutti quelli che conosco), e che operano anche in Sicilia.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it