Utente 156XXX
Salve,
mio figlio di 12 anni da due settimane riferisce a noi genitori pensieri di morte persistenti. Non è la prima volta. La stessa cosa gli è capitata l'estate scorsa. Appare angosciato e chiede di dormire nel lettone. Si riesce a distrarlo ma a fatica, poiché in genere respinge le attività che gli sono proposte. Appare più sereno quando gioca con la Play Station.
Sono particolarmente preoccupata perché alla sua età ho avuto sintomi simili. Ricordo una sorta di vertigine che mi coglieva all'improvviso e pensieri di morte che mi paralizzavano. In seguito ho sofferto di autolesionismo grave e tutt'ora sono in cura per sindrome bipolare, dopo aver subito numerosi ricoveri. Ho paura perciò che quello che sta succedendo a mio figlio sia l'anticamera di ciò che è successo a me. A differenza mia, che non confessavo a nessuno il mio malessere, mio figlio lo comunica e questo mi rincuora. Ma cosa devo fare? So bene quanto tremende siano quelle sensazioni. Nel mio caso gli unici rimedi sono stati gli psicofarmaci, a cui ho risposto molto bene. Terapie psicologiche non hanno contato niente nella fase di acuzie. Ho cominciato a curarmi tardi e non voglio che mio figlio soffra per anni come è capitato a me. Cosa devo fare? A chi è meglio che mi rivolga?
Grazie infinite

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cosa intende per "pensieri di morte", può descriverli meglio ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 156XXX

Mio figlio ha una paura impellente di morire. Pensa alla morte di tutti e tutto intorno a sé, fino alla morte della Terra e del Sole. Cioè ha un'idea generalizzata di catastrofe. Quando gli ho detto: sei un bambino, hai tutta la vita davanti, mi ha risposto: posso ammalarmi e morire, oppure avere un incidente e morire. Crede che dopo la morte non ci sia niente ed è angosciato da questo pensiero, dalla mancanza di senso dell'esistenza.

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ah, ecco, perché questi si chiamano tecnicamente pensieri sulla morte, mentre "di morte" farebbe pensare a intenzioni di morire. Avevo intuito dal fatto che viene nel letto che si potesse trattare di paure/ossessioni.

Il decorso in quest'età è variabile, possono durare giorni e sparire, risentire di interventi rapidi, oppure impiantarsi e cronicizzare. Il trattamento deve tener conto di tutto eventualmente, anche della familiarità per bipolarismo, perché l'uso di antidepressivi in quest'età ha come principale incognita (inevitabile) quella delle possibili reazioni umorali.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 156XXX

La ringrazio e mi scuso per l'imprecisione. A proposito del carattere eventualmente transitorio di questi pensieri, io credo che essi siano una sorta di maledizione. Quando ti colgono con tale forza una volta, è quasi certo che ti tormenteranno ancora, prima o poi.
Comunque sia, lei crede che dobbiamo rivolgerci subito a uno specialista o attendere ancora e vedere se la cosa si risolve spontaneamente?

[#5] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sono due settimane, io un parere me lo farei dare.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 156XXX

Grazie infinite.