Utente 505XXX
Buongiorno,
premetto di avere letto già molti consulti a riguardo, ma non riesco ancora a rilassarmi e a non pensarci.
Sono una studentessa universitaria di vent'anni, e già un mese e mezzo fa ho cominciato ad avvertire un fastidio agli arti inferiori, ma non ci avevo dato molto peso. Ho comunque eseguito una risonanza magnetica al ginocchio destro poiché in maggio avevo sofferto di un dolore passeggero (una semplice infiammazione al menisco).
I risultati della RM erano tutti perfettamente nella norma.
Da circa due settimane a questa parte anche le mie braccia e mani (partendo dal lato destro) hanno cominciato a fare male, sempre senza compromettere i normali movimenti, ma portandomi ad un'enorme preoccupazione.
Piegando la terza falange dell'anulare sento molto dolore, e in quel caso risulta difficile la scrittura.
Aggiungo un particolare, che fa pensare al mio medico di base che io non abbia nulla: non presento alcun gonfiore né arrossamento sulle parti del corpo colpite da questo formicolio/fastidio/prurito.

Letti i consulti e parlandone con i miei genitori ed il medico, sembra che si possa trattare di una sintomatologia legata all'ansia. Sono in procinto di partire per un'esperienza che mi cambierà la vita in modo molto positivo, tenendomi lontana dalla famiglia per sei mesi. Ne sono veramente felice, ma è possibile che questa possibile ansia - pur non trasparendo esternamente, e pur non evidenziandosi nella mia testa - possa essere la causa di tutti questi sintomi?

Ho fatto le analisi per i reumatismi, i risultati dovrebbero arrivare tra due settimane; le analisi del sangue che avevo svolto per motivi estranei a questo comprendevano anche il fattore VES, risultato alto con un valore di 26. Potrebbe essere questa la causa? Inoltre prendo da due anni la pillola DIANE per l'acne di cui ho sofferto a lungo e che si sta ripresentando ultimamente sul mento: potrebbe essere un altro problema d'ansia?

Sono davvero preoccupata: mi sento troppo giovane per avere problemi di Sclerosi Multipla o malattie affini (ad esempio la malattia di Dupuytren), ma leggendo su internet - grave errore per un ansioso ed ipocondriaco - pare che alcuni sintomi corrispondano.

Spero di essere stata esaustiva e non troppo logorroica, ma sto cercando molte sicurezze e - se possibile - anche una soluzione.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Continuando in questo modo i suoi sintomi peggioreranno.

Avere paura delle malattie e fare esami in continuazione è solo il sintomo di una patologia psichiatrica.

Essa va trattata in modo efficace da uno specialista in modo che possa avere un miglioramento sui suoi sintomi.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it