Utente 471XXX
Salve a tutti dottori sono 3 anni che prendevo 10mg di daparox 750mg di depachin chrono e 250mg di liryca al giorno.. sono stato adottato e miei genitori adottivi si sono lasciati 9 anni fa e dopo aver abusato di erba e fumo mi sono comparsi fortissimi attacchi di panico con derealizzazione sono stati bloccati con la terapia sopra indicata.. dopo questi 3 anni volevo svoltare e non vivere piu sotto farmaci. Vado da questo psichiatra e me la leva di botto mettendomi olanzapina e sertralina siccome mi sono ricominciati buttandomi giu di umore mi ha dato 600 di gabapentin e 100 di quietapina diciamo che va poco poco meglio ma ho sempre la morsa allo stomaco data dall' ansia e quando il panico deve venire viene non si fa problemi ho la mente bloccata come se non riuscissi a pensare. Venerdi inizio una psicoterapia, voi avete qualche consiglio da darmi? Grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
E' la stessa storia del consulto precedente, però le cure che riferisce cambiano, non avevano menzionato la seconda.
Non si tratta comunque di una cura per il solo panico, e attualmente comunque per il panico non c'è più una cura.
Non si capisce bene il perché di questo passaggio: stava bene con la cura di prima, perché è stata cambiata quindi ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 471XXX

Dottore ho voluto interrompere io perche comunque li devo affrontare anche senza farmaci magari con una psicoterapia

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non capisco cosa ha interrotto, non ha interrotto niente, ha cambiato medicine.
Inoltre, il senso del discorso veramente non lo vedo: a un certo punto voleva interrompere tutto per "affrontare" senza farmaci (perché, affrontare coi farmaci è peccato mortale ?) e magari con una psicoterapia (così, una cosa detta a casaccio, senza che nessuno l'abbia prima stabilita se poteva essere utile o meno).

Ha iniziato con una cura che funzionava, poi senza nessun motivo plausibile ha imboccato un percorso che si capisce a cosa sia finalizzato.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it