Utente 521XXX
Ciao a tutti , sono un ragazzo di 18 anni e mi trovo qui in quanto da 3 anni le cose nella mia vita sono cambiate drasticamente. Nel 2016 , iniziai a capire di provare attrazione anche per gli uomini e questo mi portó a impanicarmi e a cercare conferme che fossi eterosessuale, iniziai a informarmi su terapie riparative e a guardare persone uscite etero da queste terapie. Per 6 mesi praticai ogni singola cosa che mi dicevano di fare , pregai , mi allontanai dalla musica, mi allontanai da ogni tentazione che avessi. A Febbraio 2017 mi resi conto della cavolata e mi accetai , e da lì le cose andarono meglio. Ma in questi 3 anni , un continuo stato di strane sensazioni si abbatte nella mia testa. Tutto è iniziato in quel periodo di 6 mesi di tre anni fa , tutto questo inizió da lì. Ogni giorno ( da 3 anni ormai ) sento una continua sensazione di qualcosa nella mia testa , come se ci fosse un sasso , come se qualcosa camminnasse costantemente nella mia testa. Ho pensato di avere una malattia mentale serissima e irrisolvibile. Da 2 mesi dopo anni di sofferenze , ho deciso di entrare in psicoterapia , e lo psicoterapeuta mi ha spiegato che soffro di ansia acuta , che tutte le cose che sento sono dettate dalla forte ansia e dallo stress che mi ha accompagnato soprattutto nel periodo di 6 mesi di 3 anni fa , e purtroppo le cicatrici sono rimaste. Sto eseguendo con il mio terapeuta, un percorso fatto di esercizi da praticare a casa contro questo mio problema. Esempio immaginarmi nella peggiore delle situazioni di ansia e mettere alla massima potenza la sensazione strana che ho in testa , altro esempio: leggere ogni giorno per 5 minuti un libro ( ho difficoltà a concentrarmi sui libri a causa di questo problema , appena apro un libro parte questa sensazione forse anche perché io per primo me la porto dentro pensaneo : adesso appena apriró il libro sentiró questa sensazione . È come se avessi costantemente gli occhi puntati dentro la mia testa , in modo ossessivo. Ho paura che il mio psicoterapeuta si sbagli e che io abbia una cosa più grande di quello che dice , vorrei che gentilmente qualcuno qui mi desse una conferma o mi dicesse qualcosa in più su questo mio problema. Sono entrato in psicoterapia convinto di avere un pensiero ossessivo senza immagini ne parole , ma poi lo psicoterapeuta mi ha spiegato che in realtà è ansia acuta che crea questa strana sensazione alla testa.
Finisco con dirvi che sono una persona molto molto molto ansiona e piena di paure , però questa sensazione si presenta anche quando sono calmo. Scusate per il lungo messaggio però questa sensazione mi stw buttando veramente in uno stato di depressione molto grande e pensieri veramente tristi e brutti.

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Nicolazzo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile ragazzo,

sia il disturbo ossessivo compulsivo che il disturbo d'ansia generalizzata farebbero parte dei disturbi d'ansia, se non prendiamo in considerazione le ultime classificazioni, quindi in qualche modo hanno qualcosa in comune; ora a lei interessa uscire da questa situazione, se la terapia attuale la trova soddisfacente la continui e faccia tutte le domande che ritiene opportuno al terapeuta, se per contro le sue condizioni attuali non sono accettabili allora una visita psichiatrica potrebbe essere utile,

Saluti
Dr G. Nicolazzo
Specialista in Psichiatria
Psicoterapeuta