Utente 406XXX
Buongiorno,
Sono in cura con zoloft 50mg da gennaio 2018, per disturbi di ansia e attacchi di panico, causati da cambiamenti di vita (esempio quando ho cambiato lavoro, quando sono rimasta incinta ecc) insomma nei periodi che ci sono dei cambiamenti radicali io sto male. Fatto sta che dopo 2/3 mesi di cura con zoloft e dopo essermi stabilizzata col lavoro, ho iniziato a stare bene.. a distanza di un anno dall’inizio della cura il mio psichiatra ha deciso di scalare il farmaco perché ormai stavo bene. Io ho un po’ paura nello scalare, e infatti sto scalando molto molto lentamente, da gennaio che ho iniziato a scalare, ad oggi sono arrivata a 25mg al giorno, ogni volta che riduco di un po’ la pastiglietta, per dieci giorni circa sento un po’ di disagi, vertigini, difficoltà di concentrazione e sonnolenza (sintomi per altro che avevo anche quando ho iniziato la cura) dopo dieci/quindici giorni mi stabilizzo e torno a stare bene e i sintomi spariscono. Adesso vorrei un vostro parere. Se dovessero ripresentarsi disturbi di ansia e attacchi di panico si ripresenterebbero subito o dopo del tempo? Cioè se in realtà non fossi guarita veramente lo vedrei da subito? La mia paura è quella di smettere lo zoloft e tornare a stare male. Per ora sto bene ma ho paura di stare male quando li sospendo del tutto. Come mi consigliate di scalare adesso da 25 mg presi tutti i giorni a 12mg un giorno e 25 l’altro e poi 12 tutti i giorni e in ultimo 12 a giorni alterni e poi basta?

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Le ricadute possono avvenire a distanza di tempo, pertanto quando si riduce o toglie una cura, è sempre una prova sostanzialmente. Il fatto che si stia male subito mentre la si toglie non vuol dire molto, ed è corretto farlo gradualmente per evitare di confondere i sintomi da sospensione con altro. Ma, a parte questo, le ricadute sono sempre possibili anche dopo lunghi periodi di benessere.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 406XXX

Grazie della celere risposta, spero di riuscire a smettere il farmaco senza problemi.. in quanto tempo sarebbe giusto smettere ora la mezza pastiglia che prendo? Per non avere grossi sintomi da sospensione.. i sintomi eventuali da sospensione quanto possono durare poi una volta smesso del tutto?

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Secondo come le indica il suo medico.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it