Disturbo borderline, binge eating e depressione maggiore

Salve gentili dottori.
Innanzitutto vi ringrazio per la vostra disponibilità a rispondere gratuitamente alle domande che vi vengono fatte.
Siete davvero generosi, oltre che molto competenti.


Allora senza dilungarmi troppo sulla mia storia, ho 32 anni e parto dicendo le diagnosi che mi sono state fatte:

Disturbo borderline
Depressione maggiore
Binge eating

Ho fatto diverse cure, ma nessuna mi ha fatto migliorare.
È da 3 anni che oltre ad andare a lavoro sono sempre a letto, ad abbuffarmi e meditare il suicidio.
Faccio psicoterapia DBT ma non ho le forze neanche per farmi una doccia o per riordinare la stanza.
Quindi fare la psicoterapia mi è molto difficile, non riesco a svolgere nessun compito che mi viene prescritto.


Tra le cure ho provato

Litio
Prozac
Venlafaxina
Duloxetina
Amitriptilina
Amisulpride
Topiramato

Niente mi ha fatto bene.
Nè per la depressione, per il disturbo borderline e nè per le abbuffate.
Forse non erano giusti i dosaggi non so.
Ma i molti psichiatri che mi hanno visitata (credetemi sono stati almeno una decina) non hanno mai raggiunto dosaggi massimi, se non della duloxetina e venlafaxina.
Solo di questi 2.


Prozac ad esempio l'ho preso a 40mg
Litio con litiemia 0. 50
Amitriptilina 100 mg e a tutti era inserito anche il litio.


Adesso ho cambiato di nuovo psichiatra che mi ha tolto tutta la vecchia terapia e mi ha rifatto le stesse diagnosi.


Ora la terapia è la seguente:

Lamotrigina 200 mg (ancora sto a 125 mg, la sto aumentando gradualmente)

Sertralina 75 mg (mi ha detto che se non funziona l'aumenterà)

Haldon 5 gocce (mi ha detto di aumentare ad 8 ma ho paura della discenesia tardiva)

Lorazepam 1 compressa da 2. 5 mg

Ho letto anche che se si assume haldon e lorazepam insieme, si possono avere gravi effetti indesiderati, come la bradicardia o morte. È vero?



Riguardo l'Haldon, ho chiesto umilmente allo psichiatra di cambiarlo con un antipsicotico atipico, tipo l'olanzapina. Che hanno meno rischio di discinesia.
Non ne ha voluto sapere.


Ma io ho paura della discinesia tardiva e non credo sia giusto imporre una terapia al paziente.


Ovviamente decide il medico, ma se ci possono essere altre valide opzioni ed io ho paura, non dovrebbe essere un'imposizione ma andrebbe discussa.


Anche la sertralina non mi sembra valida, visto che non ho risposto ai triciclici e agli snri e avevo provato già il prozac, non capisco la sua scelta quando ci sono altre classi di antidepressivi più potenti.
La sertralina è un po' fiacca per i miei disturbi e la mia depressione.


Comunque mi ha detto che il medico è lui e decide lui e non vuole polemiche.


La domanda è: questa terapia potrebbe andare bene per i miei disturbi?
Che ne pensate?


Possibile che io non trovi uno psichiatra che possa aiutarmi?
Sono condannata a vivere in stato vegetativo a vita?
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.5k 988 248
Dunque, nessuno la può imporre (diciamo non a partire semplicemente da una richiesta di cura) e infatti Lei è libero. Quanto al suggerire al medico, in genere non è un buon modo di gestire un rapporto terapeutico. Lei da una parte parla di rischio, quindi usando uno o l'altro il rischio c'è, minore o maggiore non è che significhi rischio si/no. In quanto a haldol e lorazepam, metta il link che cosa esattamente ha letto.
La cura di adesso è un tipo di cura che non ha niente di strano rispetto alle diagnosi, anzi mi pare adatta.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dott. Pacini, grazie intanto per avermi risposto gratuitamente in un giorno festivo.

Detto ciò, ora non riesco a trovare l'articolo, ma lessi che haldon e lorazepam assunti insieme avevano interazioni talvolta pericolose.

Ma con Haldon a 5 o 8 gocce c'è il rischio di discinesia?

E perchè se la cura è giusta ho pensieri suicidi dalla mattina alla sera?
[#3]
dopo
Utente
Utente
Gentile dott. Pacini, grazie intanto per avermi risposto gratuitamente in un giorno festivo.

Detto ciò, ora non riesco a trovare l'articolo, ma lessi che haldon e lorazepam assunti insieme avevano interazioni talvolta pericolose.

Ma con Haldon a 5 o 8 gocce c'è il rischio di discinesia?

E perchè nessun farmaco riesce a curarmi?
[#4]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.5k 988 248
Perché nessun farmaco fino ad ora riesce a curarla ? Perché notoriamente si tratta di una sindrome che risponde in maniera difficile, soprattutto se non si considerano degli obiettivi di massima. Ci sono degli aspetti comportamentali di impulsività e conflittualità relazionale, attiva o passiva, che limitano la riuscita complessiva, perché anche in presenza di umore più stabile rimangono a ostacolare relazioni e interazioni.
Però non è che abbia provato tutto, anzi uno dei classici che è appunto la lamotrigina lo sta provando ora.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini

[#5]
dopo
Utente
Utente
Ma la lamotrigina serve a stabilizzare e se io passo le mie giornate a letto mi stabilizzo così!

Se gli antidepressivi non funzionano resterò così.

Ok se questa sindrome è difficileda trattare con i farmaci e non riesco a fare psicoterapia a causa della depressione come posso guarire?
[#6]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.5k 988 248
Nessuno può stabilire che quello che riporta sia un effetto della lamotrigina, piuttosto che essere spontaneo. Non capisco però perché valuta il tutto a breve termine, e perché il punto finale sarebbe riuscire a fare psicoterapia.
Come può guarire ? Magari nel più classico dei modi, con le cure indicate e con i tempi richiesti.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini

[#7]
dopo
Utente
Utente
Perchè alle cure passate non ho mai risposto e perchè gli specialisti mi hanno detto che questo disturbo risponde poco ai farmaci e che serve la psicoterapia che non riesco a fare x via della depressione.
[#8]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.5k 988 248
Il disturbo non lo dividerei però a pezzi. Che la psicoterapia non la riesce a fare per la depressione in che senso ? Perché adesso è in una fase depressiva ? Per caratteristiche di fondo di tipo depressivo ?
Risponde poco "ai farmaci" non significa niente, a meno che non li abbia provati tutti. Ai farmaci disponibili, se sono stati provati tutti, o tutti i principali, ma non mi sembra questo il caso.
La questione della risposta difficile della sindrome borderline è nota, ma perché non è semplicemente un'alterazione del momento, quanto una struttura che per essere modificata richiede interazioni e eventi.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini

[#9]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore. Non riesco a farla perchè sono depressa, lo psicoterapeuta mi da i compiti da fare, ma io oltre a lavorare, passo le giornate a letto. Non riesco neanche a fare una doccia. Questo intendevo
[#10]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.5k 988 248
Compiti che consistono quindi in che cosa per esempio, per capire ?

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini

[#11]
dopo
Utente
Utente
I compiti basilari che mi assegna sono:

Fare la doccia ogni giorno

Shampo almeno una volta a settimana

Sistemare la stanza 1 volta a settimana

Ma io non riesco a farlo tutto questo. Non è che non voglio, non riesco. Per me fare una doccia è come scalare l'Everest. Sono disperata e penso solo al suicidio
[#12]
dopo
Utente
Utente
Non riesco a fare neanche le catene comportamentali per i pensieri suicidi
[#13]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 43.5k 988 248
Più che altro ha un rifiuto per quei comportamenti, in partenza. Altrimenti sono cose che farebbe chiunque più per noia o necessità che per altro. Però non sempre dare istruzioni significa che uno riesca a metterle in pratica, anzi non capisco esattamente perché in una sindrome del genere ci si aspetta questo, è tipicamente il contrario. Ci si oppone, si fa resistenza passiva, e comunque di base ci sono sintomi come apatia, abulia. Altrimenti di che staremmo a parlare ?

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini

[#14]
dopo
Utente
Utente
Hai ragione dottore. Perfettamente. Aspetterò che facciano effetto i farmaci.

Non voglio disturbarla oltre, è stato super disponibile a rispondermi senza volere nulla in cambio. Grazie!
Disturbi di personalità

I disturbi di personalità si verificano in caso di alterazioni di pensiero e di comportamento nei tratti della persona: classificazione e caratteristiche dei vari disturbi.

Leggi tutto