Non mi piaccio come persona

Buongiorno... Vi scrivo perché sento il bisogno di consigli da parte vostra se potete, per farmi stare meglio, almeno da poter andare avanti con un po' più di serenità... Non mi piaccio come persona, mi sento una persona cattiva e mi sono venuti dei dubbi, ho paura di aver ucciso per esempio mio padre e /o qualche mio gatto... Mio papà aveva una malattia, una specie di Alzheimer, poi però un giorno si ammalò, gli venne la febbre, io ho paura che sia stata io a fargliela venire, aprendo la finestra, tipo a causa di un colpo di aria, ho paura di averlo fatto apposta per rabbia ad esempio, dato che non andavo molto d'accordo con lui... Poi mi rendo conto che quando mi vengono attacchi di rabbia, sembra una rabbia non tanto controllabile, perché alzo le mani sui miei animali, quando mi fanno arrabbiare, ma ho paura che siano troppo forti e che io possa far del male a loro, addirittura ammazzarli con uno schiaffo tipo.
Poi non mi ritengo una persona responsabile, che possa essere in grado di occuparmi di qualcuno, perché me ne frego anche delle cose importanti, anche di me stessa me ne frego, ad esempio non mi occupo della mia salute fisica... Ho paura di essere un'assassina... Anche se è anche una conferma a mio parere, perché ho capito che anche se non dovessi aver ucciso nessuno, ma sono comunque una persona che può mettere in pericolo gli altri e pure me stessa, perché è vero, perché per esempio, a volte si sono ammalati qualche gatto, a causa della loro malattia che hanno felina... Però forse si sarebbero salvati se io avessi disinfettato e pulito di più la casa, invece me ne sono fregata, la pulisco si ma poco... Non riesco a capire perché io sia così.
A mia madre non le dico queste cose, perché non la ritengo una persona adatta ad ascoltare i problemi psicologici... Perché ne ho la prova con altro.
Se le parlassi, forse sarebbe peggio per me, perché forse mi farebbe star ancora più male.
Mi basto io a farmi male.
Vorrei andare da uno psicologo, anche perché da sola si a volte ce la faccio, nel senso che a volte sto un po' serena, ma ci sono momenti che proprio non riesco, che ho paura di non farcela a risollevarmi.
Ne ho parlato con amici, ma sembra che vengano da un altro mondo, mi dicono frasi tipo "dovresti rilassarti", forse prendono alla leggera ciò che dico, forse non vogliono credere a questa situazione, a queste cose, forse parlano perché non ci sono dentro.
Da piccola poi io e il cane, uccidevamo le lucertole, dunque non è solo una paura, ma anche una conferma, io sono un'assassina, me ne rendo conto... Al contrario però di tanti altri, io ci resto male per questo... Dentro di me sembrano esserci due persone, una che fa cose cattive e l'altra che però non vorrebbe, vorrebbe essere una persona diversa... Volevo sapere qualche consiglio per poter intanto far fronte con più facilità a questi momenti... A questa dura realtà.
Sto male aiutatemi.
[#1]
Dr. Daniela Benedetto Psicologo, Psicoterapeuta 204 5 12
Gentile sig.ra, la nostra mente fa tanti pensieri, e’ il suo lavoro, ma sono solo pensieri. Diversa e’ la realtà che a volte non riusciamo a distinguere dai semplici pensieri. La nostra realtà viene confusa con i pensieri. Lei non ha ucciso nessuno ma ha tanti sensi di colpa ( come ci dice), legati per esempio ai vissuti di rabbia che ci dice avere provato nei confronti del papà.
Gli amici ai quali si rivolge per parlare delle sue preoccupazioni fanno gli amici e cioè danno consigli e infatti non sono psicologi o psicoterapeuti e non hanno gli strumenti per accogliere e affrontare le sue problematiche.
Un saluto cordiale

Dr.ssa Daniela Benedetto
Psicologa e Psicoterapeuta EMDR Roma
tel. 3396306112 www.danielabenedetto.it
Visite in presenza e da remoto (on line)

[#2]
Attivo dal 2018 al 2024
Ex utente
Io andrei anche da uno psicologo o psicoterapeuta ma il problema è che quando gliel'ho detto a mia madre che volevo andare di nuovo da uno psicologo, lei ha detto che non ne ho bisogno, mi risponde in modo non gentile, con un tono non comprensivo, mi risponde male insomma. E io è come se non avessi il coraggio di prendere in mano la mia vita (anche se per me è già finita da un pezzo), mia madre purtroppo a mio parere non è adatta per parlare di problematiche mentali... Io non ho la macchina e nemmeno soldi per poter dire semmai di provare a fare consulti online, psicoterapia online. Perché mi è sembrato di capire che tutte le psicoterapie online sono a pagamento, non fanno gratis.. Dallo psicologo ci ero andata anni fa in presenza, di persona, per problematiche di ansia (che ad esempio ormai sono anni che se dovessi fare un viaggio lungo, non riuscirei, mi viene il panico allontanarmi da casa), devo stare su tot chilometri, infatti quelli riesco, magari si a volte ho un po' di ansia ma riesco a farli, infatti in settembre ho fatto qualche giro in giornata e la cosa mi ha fatto piacere. Ma poi ho dovuto troncare le sedute perché non riuscivo a fare quello che mi chiedeva lo psicologo, che era cioè di immaginarmi in una scena che mi recava ansia e poi mettere in atto il rilassamento una cosa del genere, ma io non riuscivo ad immedesimarmi nella situazione come quando ci sono dentro dal vivo. E non mi ha detto di provare con lui un altro percorso.. Avevo anche provato a prendere degli psicofarmaci, ma non vedevo benefici, infatti ho smesso. Ho imparato che se uno non pensa ai problemi, si sta un po' meglio, ma è ovvio che non può risolvere la situazione veramente.
[#3]
Dr. Daniela Benedetto Psicologo, Psicoterapeuta 204 5 12
Gentile utente, Comprendo
Può provare a condividere i suoi problemi con la mamma nei momenti, se ce ne sono, in cui la mamma sembra essere più preoccupata o invece magari quando e se la critica.
Farle capire che lei vorrebbe sentirsi meglio ma ha necessità di essere seguita da un professionista.
Intanto potrebbe vedere se on line, sempre a pagamento ovviamente perché sempre di lavoro stiamo parlando, trova un percorso di mindfulness. Attenzione consapevole. Una pratica, utile per coltivare il momento presente e lasciare andare ( andare via) i pensieri.
Il costo sarà il costo di otto incontri di gruppo che magari può chiedere di pagare un poco per volta. Non e’ una terapia ma una i pratica, da coltivare giorno per giorno.
In bocca al lupo

Dr.ssa Daniela Benedetto
Psicologa e Psicoterapeuta EMDR Roma
tel. 3396306112 www.danielabenedetto.it
Visite in presenza e da remoto (on line)

[#4]
Attivo dal 2018 al 2024
Ex utente
Mi scusi, ma come fa a dire che io non ho ucciso nessuno, se le ho detto che ad esempio da piccola uccidevo le lucertole col cane (e questo è vero, non è solo un pensiero), poi il fatto di mio padre e i gatti, ma se non lo so nemmeno io se li ho uccisi oppure no, come fa a dirlo lei che non mi conosce nemmeno? Alcuni gatti prendono purtroppo una malattia felina che si può trasmettere da gatto a gatto, ma forse anche la possono prendere se stanno vicino a superfici infette ad esempio.... Se io fossi una che pulisce di più, forse avrei potuto salvarli (se sono morti anche a causa delle superfici, pavimenti infetti dal virus)... Non credo che i miei pensieri sono sbagliati, purtroppo sono una persona che se ne frega degli altri e pure di me stessa, infatti non sto dietro nemmeno a me stessa.. Dovevo fare tipo una risonanza e invece corro il rischio di morire tipo, (se dovessi avere qualcosa di grave). Sono un'assassina anche di me stessa... È inutile, quello che resta da fare, è di sperare di risollevarsi, di ricostruire una vita nonostante la mia parte malvagia e menefreghista... Io non andrò in galera ma sono comunque una persona non giusta, ma sbagliata.
[#5]
Dr. Daniela Benedetto Psicologo, Psicoterapeuta 204 5 12
Credo che ciò che lei sostiene di ricostruire una vita nonostante la parte malvagia . ’ sia molto importante e funzionale.
Per quanto concerne la questione vero non vero che ha ucciso’ non metto in dubbio che gli episodi sulle lucertole siano episodi accaduti, sono fatti. Per i gatti e le loro malattie è’ vero che i gatti sono morti, anche questo è’ vero ma non credo siano morti per una sua intenzione, una sua volontà’. Non mi pare che lei abbia detto ciò. La perfezione è difficile pretenderla da noi stessi per esempio sulla pulizia, non dico impossibile, ma molto difficile.
Sono d’accordo con lei che è importante andare oltre, ricostruire nonostante . Partendo da maggiore tolleranza nei confronti di se stessa volendosi bene e perdonando la parte di se stessa più menefreghista’
buona serata, un saluto caro

Dr.ssa Daniela Benedetto
Psicologa e Psicoterapeuta EMDR Roma
tel. 3396306112 www.danielabenedetto.it
Visite in presenza e da remoto (on line)

[#6]
Attivo dal 2018 al 2024
Ex utente
Buona serata anche a lei... Ma la mindfulness, mi sembra di capire da internet che si possa fare anche da soli, senza l'aiuto di un professionista? Perché si tratta di concentrarsi sul respiro, fare respiri, perché aiuta ad accettare i pensieri negativi, a non essere giudicanti ecc.
[#7]
Dr. Daniela Benedetto Psicologo, Psicoterapeuta 204 5 12
La mindfulness è una pratica che va insegnata e praticata individualmente e/ o in gruppo.
C’è’ un protocollo L’ MBSR ideato da J. Kabat Zinn che viene insegnato e svolto anche on line a prezzi contenuti Si pratica mediante lo strumento della meditazione e dello yoga consapevole e si sostiene il gruppo o la persona lungo tutto il percorso riguardo a domande, principi ecc.
Per la psicoterapia, invece, e’ attivo il bonus Psicoterapia di cui trova i riferimenti qui al link
Spero di esserle stata di aiuto
Le auguro buona giornata

https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/9005-importante-bonus-psicoterapia-gratuita-anche-per-il-2023.html

Dr.ssa Daniela Benedetto
Psicologa e Psicoterapeuta EMDR Roma
tel. 3396306112 www.danielabenedetto.it
Visite in presenza e da remoto (on line)

[#8]
Attivo dal 2018 al 2024
Ex utente
Io comunque non voglio sapere se ho ucciso davvero o no mio padre o chiunque altro, perché sarebbe dura, voglio star bene e andare avanti anche se dovessi aver ucciso veramente qualcuno per rabbia, apposta o quello che è.... Perché sarebbe inaccettabile star male... La mia vita se no sarebbe già finita. Che io sia o meno malata di pensieri nocivi o che io abbia ucciso realmente qualcuno, voglio continuare comunque a star bene...
[#9]
Attivo dal 2018 al 2024
Ex utente
Buona sera dottoressa Benedetto, voglio dirle che oggi ho preso coraggio a dire a mia madre che voglio andare di nuovo da uno psicologo... Strano che non mi abbia detto cose tipo non ne hai bisogno o altro... Mi è andata bene... Ma la strada ora è lunga però, anche perché chissà quando ci andrò, chissà quando mi daranno l'appuntamento perché non posso pagare... E nel frattempo, comunque, ieri sera le cose sono un po' precipitate... Adesso ho paura pure di avere un po' di psicopatia o altri disturbi gravi, dietro ad alcuni miei comportamenti... Non so come facciano certi a non dubitare mai di se stessi, a vivere tranquilli ed essere sicuri che non faranno mai nulla che non vada... Io sinceramente mi preoccupo, anche perché penso che purtroppo anche la persona più buona e corretta, giusta di questo mondo, possa purtroppo un giorno soffrire di qualche disturbo grave, tipo psicopatia... La mente è strana. Io considero non normali anche persone a cui piace l'horror tipo o programmi di omicidi, non so come facciano a non preoccuparsi se dovesse insorgere della psicopatia o altro. Sono preoccupata di perdere il controllo e fare del male a qualcuno per nulla... Poi mi dico e se per caso non fosse solo una paura ma anche un po' di verità, se sono psicopatica o no? Spero che mi aiuteranno, qualsiasi cosa sia... Poi penso anche che se mia madre sapesse di questi pensieri, direbbe cose forse inappropriate e quindi ci sto male perché non è come dire "ho una malattia fisica".... Anche perché se penso ad alcuni giochi che facevo da ragazzina, forse alcune cose possono coincidere con la psicopatia.... La ringrazio se vorrà rispondermi.
[#10]
Dr. Daniela Benedetto Psicologo, Psicoterapeuta 204 5 12
Gentile utente è molto preoccupata perché è impegnata a cercare di controllare questi pensieri invece di vivere la sua vita. Compito impossibile perché la nostra mente sforna in continuazione pensieri e a volta ci rimane complicato distinguerli da noi stessi. Spesso ci identifichiamo con questo ( il pensiero) fino a crederlo possibile. Da qui scatta l’ansia rispetto a qualcosa che viviamo come verosimile. E’ un processo naturale che però in alcune persone è’ più intenso.
Il fatto stesso che se ne preoccupa ci dice che è in grado di distinguere il bene dal male. Il problema per lei e’ che l’eccessiva preoccupazione la porta a perdersi in questa e a distrarsi dal vivere la sua vita.
Vedra’che con la psicoterapia troverà giovamento.
Magari anche la mamma la sosterrà economicamente un poco, se ce ne fosse bisogno.
Un saluto caro

Dr.ssa Daniela Benedetto
Psicologa e Psicoterapeuta EMDR Roma
tel. 3396306112 www.danielabenedetto.it
Visite in presenza e da remoto (on line)

[#11]
Attivo dal 2018 al 2024
Ex utente
Ok la ringrazio...
Malattia di Alzheimer

L'Alzheimer è una malattia degenerativa che colpisce il cervello in modo progressivo e irreversibile. Scopri sintomi, cause, fattori di rischio e prevenzione.

Leggi tutto