Credo di avere un problema sessuale!

salve ho 30 anni e credo di avere un rpoblema sessuale...
vi spiego... a parte che non faccio sesso con una donna da due anni e mezzo, negli ultimi 4-5 anni sto continuamente a masturbarmi davanti al computer... negli ultimi anni il problema è diventato grande perchè perdo molto tempo su internet a scaricare donne sexy o video porno... devo però dire che ciò accade perchè passo gran parte delle mie giornate a casa, mentre quando non ci sono, ad esempio quando ho lavorato o sono stato in vacanza, non ci ho proprio pensato nè mi è venuro lo stimolo di masturbarmi... però ogni volta che sono a casa mi viene voglia di masturbarmi... lo faccio in media una volta al giorno raramente più volte al giorno....
a ciò si aggiunge poi il senso della solitudine perchè non riesco a insturare un raporto amoroso o anche solo sessuale con una donna che mi piace...
sono veramente insoddisfatto della mia vita, specie quella sessuale...
secondo voi,tutto ciò è una patologia? si ripercuote sulla mia vita sociale e sessuale visto che sono molto insicuro con le donne? quli rimedi e terapie dovrei seguire?? datemi dei consigli vi prego...
[#1]
Dr.ssa Laura Rinella Psicologo, Psicoterapeuta 6.3k 119 9
<passo gran parte delle mie giornate a casa>

Gentile ragazzo,
vive in famiglia? Ha provato a cercare un lavoro? Ha amici? Interessi?

<non riesco a insturare un raporto amoroso> solo nell'arco di tempo citato o anche precedentemente?

Qualche breve dettaglio potrebbe essere di aiuto nel risponderle, pur nei limiti di una consulenza on line.

Dr.ssa Laura Rinella
Psicologa Psicoterapeuta
www.psicologiabenessereonline.it

[#2]
dopo
Attivo dal 2011 al 2013
Ex utente
fino ad adesso ho avuto un paio di ragazze, di cui una con cui sono stato circa 3 anni e mezzo....
vivo in una piccola cittadina... ho pochi amici con cui uscire, anche se penso che questo non dipenda solo da me, ma anche dal fatto che non lavoro, quindi non ho tanti soldi per andare dove vanno gli altri, frequentare posti che frequentano i miei coetanei.... precedentemente la mia relazione con la mia ex fidanzata è stata molto tormentata... infatti l'ho lasciata perhcè stavo male stando con lei... mi sentivo oppresso, vuoto, senza senso, senza amore e senza amici... non capito, deluso e umiliato... però ddevo dire che già all'epoca, quando stavo con la mia ex fidanzata mi masturbavo... ma questo perchè secondo me lei non mi appagava sessualmente, facevamo sesso poco e male, lei la sentivo distante, la madre sempre in mezzo a rompere le scatole con la sua cattiveria... e chi più ne ha puù ne metta...
non so cosa raccontarvi, fatto sta che come dicevo prima che sono un tipo insicuro, specie con le donne, non riesco ad avere rapporti con loro che vanno oltre la semplice conoscenza o amicizia... forse saranno anche le persone che frequento che mi portano a pensare così,... cioè dovrei cambiare un po' aria, conoscere nuoa gente ma non ci riesco!...
questo e quanto, a voi esperti la parola...
[#3]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19.8k 506 41
Gentile Utente,

io non credo che la causa sia da ricercare nella Sua vita sessuale o sentimentale.
Quello è ciò che La fa particolarmente soffrire ed è chiaro.
Il problema è la Sua insicurezza e ciò che La frena a instaurare un rapporto di amicizia e d'amore con una persona.
Poi la masturbazione è una conseguenza della Sua solitudine o, anche, del sentirsi poco appagato (quando stava con la Sua ex).

Io ritengo che un percorso psicologico che vada però a lavorare sulle tematiche per Lei critiche (ovvero insicurezza) possa esserle molto utile.

Un cordiale saluto,

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#4]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17.4k 317 528
Gentile Ragazzo,
l'autoerotsmo di tipo convulso e consolatorio, spesso crea come conseguenza una dipendenza dalle emozioni, sensazioni ed immagini trovate nel web.
Sembra essere inserito in un circolo vizioso,la solitudine e l'esperienza dolorosa e tormentata del suo passato, l'autoerotismo ed il pc,elementi che si rinforzano a vicenda.
La soluzione possibile diventa una consulenza de visu, per comprendere a fondo i meccanismi che abitano la sua psiche.
Legga, se desidera, un mio articolo sull'argomento, magari troverà qualche spunto di riflessione.
cari saluti
https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/140-sesso-ed-internet.html

Un altro studio che le riporto,tratto dal mio sito, cita:
"Recentissimi studi sociologici, hanno dimostrato come una modificazione degli stili di vita, inclusa la disfunzionale abitudine all’utilizzo massiccio della pornografia, ha implicazioni notevoli, nel rinforzare l’anoressia sessuale maschile.
La SIAMS, società italiana di andrologia medica e medicina della sessualità, sta effettuando indagini e ricerche in merito, denunciando la stretta correlazione tra pornografia, consumata con maggiore convulsione in età adolescenziale, e calo del desiderio sessuale .
Dai dati raccolti, emerge che la frequentazione di siti pornografici comincia molto precocemente, e avviene con cadenza quotidiana, anche per anni, con la possibilità di una sessualità attiva online, attraverso le chat, consumatasi esclusivamente con l’auto-erotismo.
Queste abitudini, creano nell’immaginario di chi le pratica, un ipoevoluzione dell’erotismo, a favore della pornografia, che alla lunga danneggia, fino alla sua totale estinzione il desiderio sessuale.
Un altro elemento da tenere in considerazione è il meccanismo di ripetizione dell’autoerotismo, con caratteristiche di convulsività e meccanicità, scindendo totalmente la sfera della sessualità, dall’affettività e, soprattutto dal corpo dell’altro, trasformando l’intimità, in “ginnastica solitaria”, scevra dal sentimento e dalla relazione".

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

DCA: Disturbi del Comportamento Alimentare

I disturbi alimentari (DCA), come anoressia, bulimia e binge eating, sono patologie legate a un comportamento disfunzionale verso il cibo. Sintomi, cause, cura.

Leggi tutto