Ansia, stress, attacchi di panico in gravidanza

Salve,mia miglie è alla 27°settimana di gravidanza,durante questi mesi è stata sottoposta ad ansia e a stress pensando anche più ore al giorno alla risoluzione di uno specifico problema che la riguarda,sporadicamente ha avuto attacchi di panico.Le sue paure le ha comunicate in tempo reale a me che sono stato come una valvola di sfogo.Nonostante ciò,mi premerebbe sapere se pensare spesso ad un problema possa compromettere lo stato psico-fisico del feto.Non ha mai assunto farmaci,ma lei è insicura ed ansiosa di natura e,certi problemi insorti in gravidanza hanno accentuato il suo stato, dobbiamo temere per il nostro bambino?Una risposta da parte di uno specialista e,in particolar modo,esaustiva e accurata nelle spiegazioni di quali siano i casi determinanti danni psico-fisici al feto,ci sarebbe di estremo aiuto.Un grazie anticipato per una vostra più celere risposta.
[#1]
Dr.ssa Giselle Ferretti Psicologo, Psicoterapeuta 615 14 24
Gentile utente,
è comprensibile la sua preoccupazione in questo momento delicato della vostra vita personale e di coppia.

In via del tutto generale si può dire che il bambino in fase di gestazione risente dello stato psicofisico complessivo della madre, ma stabilire una correlazione specifica tra "pensare spesso ad un problema" e "compromettere lo stato psico-fisico del feto" non è possibile.

Lei ha giustamente osservato che sua moglie era insicura ed ansiosa anche prima della gravidanza, ma che in questo momento queste problematiche sono aumentate. E' abbastanza frequente e normale. Lei ha fatto bene a starle vicino facendola sfogare, ma sembra che questo non basti più ne a sua moglie ne a lei stesso. E' così?

Avete preso in considerazione l'idea di rivolgervi a qualcuno per il problema specifico di cui ci parla? Oppure di rivolgervi ad uno psicologo per l'ansia e per affrontare al meglio questo momento speciale della vostra vita?

Un caro saluto,

Dott.ssa Giselle Ferretti Psicologa Psicoterapeuta
www.giselleferretti.it
https://www.facebook.com/giselleferrettipsicologa?ref=hl

[#2]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
Gentile Signore,
ci sono tanti studi di neonatologia e di psicologia, che narrano dell'importanza della vita intrauterina e dell'importanza dei precocissimi legami madre-figlio, già in grembo.
Se per danni intende fisici, non ve ne saranno di sicuro, ma se si riferisce alla possibile preocupazione circa la serenità dell'ambiente uterino, il piccolo potrebbe risentire della non serenità della madre, magari manifestando disturbi del sonno durente i primi mesi di vita o inquietudine.
Le suggerisco, di rivolgersi ad uno psicologo de visu, che possa sostenere sua moglie, sia a desso, che dopo, ai fini di un sostegno alla genitorialità.
cari saluti e tanti auguri

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#3]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
E' importante ricorrere all'aiuto di uno psicologo psicoterapeuta perchè, per il trattamento dell'ansia, durante la gravidanza è l'unica soluzione.
Sappiamo infatti che un eventuale trattamento farmacologico almeno durante gli ultimi mese deve essere interrotto per ovvie ragioni.
Apprendere nuove e più funzionali strategie di modulazione dello stato ansioso sarà molto utile sia in questo momento, sia nel prendersi cura del bimbo (che richiederà tante energie e, per chi è già molto ansioso, in genere rappresenta un ulteriore motivo d'ansia).
Chiedere e ricevere aiuto permetterà a Sua moglie di acquisire maggiore padronanza degli stati ansiosi e di vivere bene un momento importante e stressante (stressante nel senso di legato al cambiamento) come la gravidanza e puerperio.

Le faccio tanti auguri,

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#4]
dopo
Utente
Utente
Salve, vi ringrazio delle tempestive risposte. Si! Stiamo cercando uno specialista, anzi, se aveste un nominativo da consigliarmi nella provincia di Prato, sarebbe di aiuto. Intanto. Cercavo di capire se pensare assiduamente ad un problema equivalesse a soffrire di ansia cronica. Naturalmente saranno domande che rivolgeremo allo specialista, ma intanto potete darmi una vostra opinione a riguardo? Mi preoccupava la correlazione fra ansia cronica della madre come causa di un'ipotetica schizofrenia nel bambino (o di problemi psicologici nel bambino). Grazie.
[#5]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
"Cercavo di capire se pensare assiduamente ad un problema equivalesse a soffrire di ansia cronica"

Può essere una modalità ossessiva e quindi ansiosa.

"Mi preoccupava la correlazione fra ansia cronica della madre come causa di un'ipotetica schizofrenia nel bambino (o di problemi psicologici nel bambino). "

Assolutamente NO! Non esiste questa correlazione, nella maniera più assoluta! Stia sereno, sono altri meccanismi quella della schizofrenia.

Però, torno a ripetere, per fare bene i genitori è indispensabile stare bene ed essere sereni.

Per un professionista nella Sua zona, può vedere anche su questo sito, oppure aul sito dell'ordine degli psicologi della Sua città.

Un cordiale saluto,
[#6]
Dr.ssa Sara Breschi Psicologo, Psicoterapeuta 49
Buonasera,
la gravidanza porta con sè ansie legate alle proprie paure ed insicurezze relative, spesso, al timore di non essere dei buoni genitori.
Si tratta, la maggior parte delle volte, di timori che mettono invece in risalto il senso di repsonsabilità nei confronti della crescita di un figlio.
La sensazione è che l'ansia di sua moglie abbia creato anche a lei uno stato di allarme: vi consiglio una terapia di sostegno da fare insieme proprio per vivervi al meglio gli ultimi mesi di gravidanza.
Un saluto

Dr.ssa Sara Breschi
Psicoterapeuta - Psicoanalista
Sito Web: www.sarabreschi.it

[#7]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille ci avete tirato su il morale, l'importante è che il bambino non subisca danni psicologici derivanti dallo stato d'ansia di mia moglie, e questo è molto importante per noi. Sicuramente ci rivolgeremo ad uno specialista per vivere al meglio questi ultimi 2 mesi e mezzo. Grazie ancora.
[#8]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Grazie a Lei per averci scritto.

Tanti auguri!
[#9]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
Lieti di esserle stati d'aiuto.

Gravidanza: test, esami, calcolo delle settimane, disturbi, rischi, alimentazione, cambiamenti del corpo. Tutto quello che bisogna sapere sui mesi di gestazione.

Leggi tutto

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio