Si può guarire dall'ansia?

Salve.
Ho una domanda molto semplice da porvi, ossia: si può davvero guarire dall'ansia?

Cercherò di spiegarmi meglio.
Da quando ho ricordi, ho sempre convissuto con la mia ansia, fin da quando ero molto piccola.
Ho sempre associato questa mia condizione al fatto che, quando ero molto piccola, sono stata sul punto di morire, probabilmente unitamente alla genetica e al mio carattere di fondo.

Ho da sempre alternato periodi, a volte lunghi anche anni, in cui vivevo con molta ansia, a periodi di maggiore tranquillità,.
Ovviamente, l'ansia si acuisce quando vivo momenti traumatici o periodi di maggiore stress.

Ho avuto in passato attacchi di panico, che ormai non si presentano quasi più (l'ultimo risale a quasi tre anni fa), periodi con forti attacchi d'ansia, e un disordine da stress post-traumatico, da cui sono uscita da sola, vari anni fa.
Ora mi ritrovo a vivere, probabilmente, il periodo di maggiore ansia che io abbia mai vissuto in tutta la mia vita.

In questo momento, sto somatizzando tutte le mie sensazioni.
Ho frequenti capogiri, spesso la tachicardia, dolore all'articolazione temporo-mandibolare, continue fascicolazioni, tensione al volto e soprattutto a collo e mandibola, e, soprattutto, cosa che non si era mai verificata prima e mi preoccupa, talvolta ho difficoltà a pronunciare le parole (cosa che mi scatena un immediato attacco d'ansia, perché mi spaventa), e una sorta di nebbia, come se i miei pensieri fossero rallentati.
Ho vissuto un evento molto traumatico accaduto ad una persona a me cara, che l'ha messa in pericolo di vita, e si è manifestato inizialmente con una difficoltà temporanea ad esprimersi, motivo per cui la mia "balbuzie temporanea" mi scatena attacchi d'ansia.

Insomma, sto somatizzando tutto, sono costantemente in uno stato di allerta, e capisco che non posso vivere così, né lo voglio, ma non riesco ad aiutare me stessa come riuscivo prima.
Inoltre, riposo malissimo perché, ogni volta che sto per addormentarmi o non appena mi addormento, mi sveglio con la sensazione di soffocare, e respiro affannosamente subito dopo, proprio perché sono andata in apnea.

Posto che ho già preso appuntamento con uno psicologo, potrò mai riuscire a liberarmi di questo lato di me così debilitante?
Sono stata anni in analisi, ma con scarsi risultati su questo fronte, e ho perso tutte le speranze.

Non vorrei soltanto dei modi temporanei per tranquillizzarmi, come il training autogeno, vorrei riuscire a non essere più così ansiosa, insomma, ad esserlo solo quando è logico esserlo.
Sto riponendo tutte le mie speranze nei colloqui che inizierò a breve, ma ho tanta paura che mi sto illudendo soltanto.

Chiedo troppo?


Grazie per la vostra risposta.
[#1]
Dr. Rolando Tavolieri Psicologo 10 3
gentile lettrice,
certo che sì può guarire dall’ansia, dipende da vari fattori: un professionista esperto, la collaborazione del cliente, le tecniche giuste utilizzate, migliorando la fiducia in sé stessi, inoltre è importante anche migliorare la qualità dello stile di vita, quindi oltre all’aspetto psicologico lei potrebbe dare attenzione anche ad altri settori della sua vita come ad esempio la scelta della giusta alimentazione, l’attività fisica, le relazioni con gli altri, il raggiungimento dei suoi obiettivi, la vita sentimentale e quella Spirituale.
L’essere umano è un insieme di questi fattori, non dobbiamo tralasciare nessuno di questi aspetti perché sono legati, se si sta bene e si è in armonia con un aspetto, lo si sarà con gli altri, si concentri quindi con quelli di livello superiore.
Un cordiale saluto per lei

Dr. rolando tavolieri
tavolieri2006@libero.it
tel: 3393245547

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test