È giusto voler cambiare stile di vita sessuale?

Salve, sono una ragazza di 24 anni da poco laureata e lavoro mentre studio per la magistrale.

Ho una relazione con un ragazzo fantastico di nome F.
da 7 anni (avevo 16 anni io e 18 lui).
Negli ultimi anni, prima di novembre, avevo alcune certezze:
-avevo fatto sesso solo con F.
e ne ero FIERISSIMA e contentissima;
-ho sempre avuto dei problemi con la mia immagine e con il cibo.

Riguardo al cibo, mi rendo conto che 1 anno fa pesavo 8 kg in meno e mi vedevo comunque grassa.
Ora riguardo le foto e non capisco come io sia stata così stupida da pensare che avessi bisogno di una dieta (e di vomitare, di fare sempre ginnastica, di non andare a cena fuori... ) .

A novembre, dopo un periodo di stress causato anche dalla laurea sono andata in vacanza e ho avuto un'avventura con un ragazzo conosciuto li.

PREMESSA io e il mio ragazzo stavamo avendo delle esperienze insieme fuori dalla nostra relazione perchè io volevo provare ad andare a letto con una ragazza, ma la mia avventura di novembre è stata una cosa non concordata e so che non è stato giusto nei confronti di F.

Per farla breve, F... lo ha "scoperto" e ne abbiamo parlato e io quel ragazzo l'ho anche rivisto per una sveltina in un hotel (anche se F.
Mi ha dato il permesso ma poi se ne è lamentato per giorni).

Successivamente a me è come se si fosse aperta un'esigenza che non sapevo di avere.

Insieme a F abbiamo iniziato a fare due cose:
Frequentare locali per coppie aperte
Frequentare una casa privata dove si organizzano certi incontri

A F.
Piace andare per locali ma non ama che io abbia avventure anche da sola, solo che abbiamo fantasie diverse.
A me piace andare in questa casa privata, mi piacciono gli incontri con più persone anche insieme ecc... A lui no e ha sviluppato un atteggiamento invidioso è sempre scontroso sull'argomento sesso.
A volte ho delle esperienze che non gli confido e mi sento una traditrice.
A me spiace perchè a me piace il sesso con F.
(Sempre soddisfacente e sempre super dolce) e mi piace la nostra vita insieme (casa, cane, cinema... ) .

Litighiamo spesso per questa situazione e io inizio a chiedermi:
È giusto stare con F sapendo che lui non accetta questo mio nuovo modo di vedere le relazioni?

È giusto andare a fare esperienze senza di lui?

Se un giorno vorrò avere figli o altro immagino che non potrò andare avanti così...
Avendo queste esperienze mi sono fatta delle nuove amicizie (alcuni single e pronti a divertirsi alcuni invece sono persone in una relazione che tradiscono).
Adoro i miei nuovi amici e adoro avere queste esperienze perché quando sono lì con loro, o quando faccio sexting, non penso al mio peso o al mio aspetto o ai miei allenamenti.
Insomma mi sento piena di autostima e felice.


Spero che qualcuno mi risponda solo perchè ho bisogno di un secondo parere per schiarirmi le idee.
Vi ringrazio in anticipo e scusate per il papiro.
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 18k 587 67
Gentile utente,

Lei ci chiede un secondo parere, ma non ci dice in cosa consista il primo (parere) e chi l’abbia espresso.

Da sessuologa clinica vedo due questioni.
1.
Il passaggio da una vita sessuale caratterizzata dalla monogamia a una vita sessuale non monogama per desiderio di una delle due parti (o soprattutto).
Può succedere che un* sol* dei due, o principalmente un* dei due, manifesti questo cambiamento.
E’ ovvio che la nuova situazione ha bisogno di un lavoro di rimaneggiamento della relazione da parte di entrambi. Secondo le procedure specialistiche previste, in questo caso ci sono alcuni passi da percorrere assieme per poter far sì che la coppia si ristabilisca su nuove basi; sempre che entrambi lo desiderino veramente, ed evitando che un* dei due accetti unicamente per non perdere l'altra persona.
2.
Il secondo punto riguarda la motivazione personale attraverso la quale Lei ha avuto accesso a questa nuova esperienza:
.desiderio ?
.necessità di fuggire da quei problemi interiori che in passato si erano manifestati come disturbi dell’immagine corporea?

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta, Sessuologa clinica, Psicologa europea.
https://www.centrobrunialtipsy.it/

[#2]
Utente
Utente
Salve, intanto la ringrazio di cuore di avermi risposto.
Sono rimasta colpita dal punto 2, perchè il mio ragazzo,F, mi dice sempre che questo desiderio in me persiste perchè grazie a queste situazioni la mia autostima è aumentata. A me spiace dire che probabilmente ha ragione... Da quando vivo la mia sessualità in questo modo i miei problemi con la mia immagine corporea sono diminuiti.
Guardando delle vecchie foto mi rendo conto di quanto io fossi stupida a voler dimagrire...ora mi guardo e mi rendo conto del mio peso effettivo che non mi fa impazzire ma non mi impedisce più di vivere liberamente certe esperienze.
Prima pensavo di poterle fare/avere solo da magra... Di poter andare a correre o di avere esperienze sessuali con altri uomini solo da magra (che f mi amava così ma era una eccezione).
Non sono grassa eh, sono ancora nel normopeso ma sicuramente più in carne di prima, ma molto più felice...ma l'infelicità che leggo sul volto del mio compagno mi fa pensare di essere una persona orribile.
[#3]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 18k 587 67
Gentile utente,

come già dicevo in #1,
.è assai differente manifestare alla persona della coppia un proprio desiderio o una propria esigenze di rottura della monogamia; intraprendendo di conseguenza un cammino comune di esplorazione e di condivisione;
.differente dall'imboccare una via individuale di tamponamento (non certo risoluzione!) di problematiche proprie, lasciando l'altr* ad arrancare da sol*.

Il tamponamento ha successo per sè (ad es. nell'autostima),
ma l'arrancare unilaterale dell'altra persona ha questo effetto:
".. l'infelicità che leggo sul volto del mio compagno mi fa pensare di essere una persona orribile."
Conseguenza di un metodo discutibile di gestire la relazione.

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta, Sessuologa clinica, Psicologa europea.
https://www.centrobrunialtipsy.it/