Utente 232XXX
Salve, vorrei chiedervi se potrebbe esservi soluzione al mio problema. Nel 2006 fui operato al menisco tramite epidurale, subito dopo l'operazione non riuscivo ad urinare e visto il dolore mi hanno messo un catetere per svuotare la vescica. Dal di li sono cominciati i problemi. Dopo qualche settimana, dopo aver urinato, mi accorgo di avere sempre come una goccia di urina che non vuole uscire, ma non feci caso più di tanto. Col passare del tempo mi accorsi che qualcosa non andava, avevo un impellente bisogno di andare in bagno e avevo la sensazione di non svuotare per bene la vescica. Mi curai per una prostatite a detta dell'urologo, il bisogno impellente era sparito ma il senso di vescica piena rimase. Intanto insorsero problemi di colon irritabile che ancora oggi non riesco a risolvere, se non con una alimentazione adeguata (ma a volte non conta nemmeno quella). Purtroppo per lavoro ho trascurato il problema della sensazione di vescica piena. Dopo qualche anno, cioè adesso, mi ritrovo con un getto urinario debolissimo, e ho come la sensazione che la vescica sia un po insensibile. Al mattino la sento piena, ma non come una volta, se provo a palparla non sento quel fastidio e il bisogno di andare in bagno, oltre al getto debole, per farmi venire lo stimolo, devo interrompere il flusso urinario manualmente. Comunque sia la quantità di urina è minima di mattina, l'odore è come di ammoniaca e ho un senso di malessere che mi perseguita per tutta la giornata. Vado a urinare con una frequenza di 15/20 volte al giorno (se non di più) quasi automaticamente perchè lo stimolo lo sento ben poco.. è come se fosse insensibile anche tutta l'uretra perchè non sento l'urina passare a meno che non interrompa il flusso come detto prima. Insomma, sembrerebbe che io vada ad urinare quando la vescica è abbastanza piena e non la svuoti per niente visto che il mitto è ridicolo. Poi quando capita di defecare mi esce un gran quantitativo di urina, che però non sentivo assolutamente in vescica. Sono andato dal mio nuovo medico di base e ha visto che ho avuto una prostatite.. mi ha detto che se non l'ho curata al tempo c'è ben poco da fare perchè essendosi cronicizzata è quasi impossibile curarla del tutto e che faccio prima ad accettare la situazione. Comunque sia ho preso appuntamento con un urologo ed esami delle urine perchè il fatto della vescica insensibile non me lo spiego proprio. Circa un anno fa mi hanno trovato dei cristalli nelle urine e mi hanno detto di bere di più anche se, sinceramente, non riesco a bere più un litro di acqua al giorno.
Quel che vi chiedo io è: come è possibile che senza traumi alla spina dorsale io possa avere la vescica "insensibile"? come posso avere un getto così debole?? Purtoppo il mio stile di vita sedentario non mi aiuterà di sicuro ma a 25 anni avere un problema del genere, oltre al colon irritabile, mi mette una certa ansia addosso!
Grazie a tutti coloro che mi daranno una risposta.

[#1] dopo  
Dr. Roberto Mallus

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
APRILIA (LT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gent.le utente,
avere il getto urinare ridott e sempre mi fa pensare alla possibilità di una stenosi (restringimento uretrale).
Cmq prima di tutto la visita che ha preventivato poi una uroflussimetria per quantificare la pressione di uscita dell'urine .Non è vero poi che chi sia affetto da prostatite deve convivere con i propri disturbi perchè non c'è nulla da fare.
Cordiali saluti
Dott.Roberto Mallus

[#2] dopo  
Utente 232XXX

Grazie per la risposta, sicuramente chiederò una uroflussimetria, non immaginavo l'esistenza di un restringimento dell'uretra, difatti non sono medico :)
Volevo anche dirle che ho notato ultimamente la presenza, all'inizio dell'uretra, di un piccolo "foruncolo" e sempre nell'uretra noto un po di patina biancastra. Cosa potrebbe essere?
Difatti il mio dottore mi ha scoraggiato un po, però il senso di vescica piena dà troppo fastidio, più vado avanti, più mi innervosisco e non riesco a vivere bene anche se non ho mai avuto bruciori o dolori particolari!

[#3] dopo  
Dr. Roberto Mallus

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
APRILIA (LT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
beh ce n'è abbastanza per sottoporsi ad una visita urologica,purtroppo da qui non si riesce a fare di più.
Buona domenica
Dott.Roberto Mallus

[#4] dopo  
Utente 232XXX

Salve. Volevo dirvi che nella serata di martedì mi sono recato in ospedale perchè non riuscivo ad urinare. Alla fine poi dopo un'ora che aspettavo ci sono riuscito con fatica. Mi hanno fatto le analisi ed ì stato evidenziato:

Globuli bianchi 4.00-10.00 ----> 11.26
Neutrofili 2.00-8.00 ------> 8.10

Non hanno evidenziato globo vescicale.

Mi hanno prescritto levofloxacina 500mg pensando ad una infezione delle vie urinarie e prenotato la visita dall'urologo ieri mattina. Sono tornato a casa ma la sensazione di dover urinare permaneva.
Ho fatto dall'urologo una semplice visita per la prostata dicendomi che non ci sono problemi prostatici. Mi ha prescritto una ecografia renoprostatovescicale con valutazione rpm ed uroflussometria e prescritto del mittoval per rilassare il collo vescicale. Quando mi ha fatto la visita prostatica, non so se sia normale, ho avvertito un urgentissimo bisogno di urinare che la volta precedente non ho avvertito.
Ora sono a casa, da ieri ho bevuto come minimo 1,5 lt di liquidi ma continuo a fare poche gocce, mi sento estremamente spossato e nervoso, visto che ci si è messo l'intestino di mezzo con dolori e gonfiori tremendi. Non ho più stimolo ad urinare ma sento la vescica abbastanza tesa. Nel caso incominciasse a farmi male dovrei tornare al PS?
Grazie