Utente 234XXX
Buonasera dottori sono uno studente universitario e passo gran parte della giornata seduto; ad ottobre mi è stata diagnosticata una prostatite in quanto sentivo un senso di appesantimento pelvico, minzione frequente e dolore al canale urinario.
L'urologo mi ha somministrato TAVANIC (10gg) e TOPSTER. I sintomi sono spariti nell'arco di 15-20 giorni ma questo dolore al canale urinario è sempre rimasto. Mi sono recato nuovamente dall'urologo e a seguito di nuova visita digito rettale mi è stato detto che andava tutto bene.Continuo ad avere questo fastidio al canale urinario:
Il dolore si presenta solo dopo qualche minuto dalla minzione lungo tutto il canale tra ano e testicoli e sotto il pene; lo avverto soprattutto al tatto o se contraggo i muscoli come se dovessi bloccare il passaggio dell'urina. Il dolore sparisce dopo una 20 ina di minuti per ripresentarsi solo alla successiva minzione.

Spero di aver spiegato bene i sintomi nonostante i miei pochi termini tecnici a conoscenza.
In attesa di una vostra risposta, porgo cordiali saluti.

[#1] dopo  
Caro signore,
personalmente consiglierei tampone uretrale standard e tampone uretrale per ricerca clamidie. Ne parli col collega.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#2] dopo  
Utente 234XXX

La ringrazio dott. Cavallini mi recherò nuovamente dallo specialista. Nel frattempo, dimenticavo di dirle che a seguito della prima minzione al mattino questo dolore non si presenta e che a volte lo sento maggiormente (soprattutto con il freddo) altre meno.
Tale sintomo potrebbe essere una conseguenza della prostatite?
Il dolore non è forte, è piu che altro un fastidio, come se qualcosa mi pungesse in quel punto.
La ringrazio per la disponibilità.

[#3] dopo  
Potrebbe benissimo essere una conseguenza della prostatite. E comunque allora sarbbe sintomo di guarigione, molto meno rognoso del previsto.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#4] dopo  
Utente 234XXX

Grazie dottore, un ultima domanda: lei quindi dice che dovrei continuare una cura per l'eliminazione totale del problema, perchè ormai sono mesi che va avanti?. Chiaramente come le ho gia detto mi rivolgerò all'urologo.
Un cordiale saluto.

[#5] dopo  
A volte basta una dieta sana: eliminare piccanti, alcoolici, fumo, stress (se possibili), insaccati. Senta il collega. AS emno che non sia infezione uretrale nmel qual caso vale quanto detto nel primo post. Ma la diagnosi differenziale si fa dal vivo.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#6] dopo  
Utente 234XXX

Salve dottore, in attesa di effettuare una visita fissata per martedi prossimo, negli ultimi giorni ho accusato nuovamente senso di pancia gonfia come lo accusai qualche mese a questa parte. Telefonando all'urologo mi ha detto di riprendere per 5 gg TAVANC + TOPSTER. Ora leggendo un po i vari casi qui sul sito, noto che molti accusando disturbi anche per molti mesi e che non si riescono a curare.
Ora dopo 5 giorni di cura il senso di gonfiore e peso pelvico si è attenuato nuovamente ma il dolore all'uretra a termine di ogni minzione persiste sempre allo stesso modo. Dolore che si fa sentire di piu se stringo i muscoli come se volessi bloccare il passaggio dell'urina, al tatto e se magari incrocio le gambe.. per poi sparire dopo un po di tempo
Vorrei chiederle, ma ci sono possibilità di guarire del tutto?
Sono un po preoccupato perchè spesso prostatiti o uretriti non si riescono a capire da cosa dipendono..
Nella speranza di qualche sua parola di conforto, porgo cordiali saluti e la aggiornerò sulla situazione.

[#7] dopo  
Aspettiamo visita in diretta, probabilmente òla sua prostaite sta dando ancora qualche segno ma siamo sulla strada buona.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#8] dopo  
Utente 234XXX

Salve dottore, sono qui per aggiornarla sulla mia situazione. Le dico che l'ultima visita l'ho fatta da un altro urologo perche ho deciso di cambiare.
Prima di andare a fare la visita, come gli dissi avevo dolore al canale urinario, e circa un 5 10 gg prima ho incominciato nuovamente ad avvertire dolori al basso ventre, sintomo di vescica piena, pancia gonfia.
Il giorno della visita questi dolori si erano attenuati quasi del tutto a seguito di un altro ciclo di TAVANIC consigliatomi dal precedente urologo.Era rimasto solo il sintomo di vescica piena. Il "nuovo" urologo dopo visita digito-rettale, ecografia transrettale della prostata e ecografia dei reni, mi ha diagnosticato che la prostatite c'e ancora, che tende a cronicizzare.
Ora mi è stata prescritta una terapia di UNIDROX e TOPSTER per 15 giorni, con 15 giorni di pausa per 3 mesi, e XATRAL sempre per 20 settimane
Ho fatto gia il primo ciclo di 15 giorni e terminato proprio oggi i 15 gg di pausa. Fino a qualche giorno fa mi sembrava che il sintomo di vescica piena era sparito, avvertivo sempre il solito piccolo dolore al canale urinario. Da circa 3 giorni invece ho nuovamente questo sintomo di vescica piena ( che è un dolore bruciore..poco sopra il pene).
Oggi inizio il secondo ciclo, però devo dirle che ho perso un po le speranze.
Volevo chiederle cosa pensa della terapia e se ci sono possibilità di guarire da una prostatite magari che tende a cronicizzare.
AH.. sto adottando anche alcuni comportamenti: evitare coito interrotto.. mangiare sano, non stare troppo seduto, evitare cibi piccanti e bibite gassate e alcool..
Attendo una sua..
Grazie per l'attenzione

[#9] dopo  
Caro signore,
nonostante il suo pessimismo siamo sulla strada giusta. Perchè via via sintomi si attenuanno. Continui a stare a stecchetto, la cosa migliore. Sono ottimista.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#10] dopo  
Utente 234XXX

Grazie dottore, speriamo bene.
Volevo chiederle: è possibile affiancare ai farmaci che sto prendendo ora, anche il PERMIXON che prendevo le scorse volte? pare che mi dava sollievo, oppure lo XATRAL è un equivalente?
Grazie.

[#11] dopo  
Sono farmaci diversi e secondo la mia opinione complementari. Di qua non posso prescrivere farmaci, ma pare sensato. Chieda al collega in ogni caso.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#12] dopo  
Utente 234XXX

La ringrazio dottore.
Nel frattempo ho effettuato l'uroflussometria come da visita.
Il dolore all'uretra oltre a avvertirlo dopo qualche minuto dopo aver urinato, lo avverto anche all'inizio della minzione soprattutto quando è piu forte.. se la minzione è piu debole il dolore lo avverto poco .. o quasi nullo
Le allego comunque i parametri della flussometria:
Tempo totale: 1.22s
Volume 424ml
Picco (peak flow): 21ml/s
tempo picco (time to peak): 12s
media tempo (average flow) : 12ml/s
flow time: 0,37s
Hesitancy :0:00s
voiding time: 0,37s

Posso stare tranquillo e escludere un eventuale stenosi uretrale?
La ringrazio e scusi per l'insistenza.


[#13] dopo  
Utente 234XXX

Gentile dottore, ho terminato da qualche giorno il secondo ciclo di terapia. Ora sembro non avvertire sintomi ne di vescica piena ne sintomi di urinare (forse solo leggermente subito dopo aver urinato ma che svanisce). Il dolore c'e sempre e come sempre si fa sentire sopratutto al tatto o a contrazione dei muscoli ma anche questo sparisce dopo un po di tempo, quindi non eccessivamente fastidioso.
Mi sono accorto però che ho un getto bifido ma a quanto pare sempre forte e non debole.
Spero che sia possibile escludere una stenosi e che magari questo getto possa dipendere sempre dalla prostatite.

In attesa di una sua, le porgo cordiali saluti.

[#14] dopo  
Escluderei stenosi, uroflussometria regolare. Vede che sta bene? non ci pensi e si goda la primavera, che sennò a forza di pensare può amplificare.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#15] dopo  
Utente 234XXX

Buonasera dottore riscrivo a distanza di mesi aggiornandole la mia situazione:
in questi mesi sono stato relativamente bene, il dolore uretrale c'e stato sempre al termine di ogni urinata che mi ha comportato leggero fastidio ma sopportabile.
Sto continuando una terapia di UNIDROX e TOPSTER per 10 gg al mese per 3 mesi. Assumo sempre lo XATRAL.
Da 4-5 giorni però i sintomi sono aumentati nuovamente, non capisco il perchè , nonostante abbia finito da 1 giorno il 3 ciclo di terapia con antibiotico.
Ora senso di appesantimento al basso ventre con "bruciore vescicale" e mi sembra che quando ho di nuovo questi sintomi il dolore/bruciore uretrale aumenta anch'esso.
Sono davvero nuovamente demoralizzato, tempo di non uscire piu da questo calvario.
Chiedo a lei cosa dovrei fare, se attendere il termine della terapia fino a settembre come accordato con l'urologo o magari rivolgermi prima.?
Ma è possibile che non si riesce a capire la causa? Forse i dolori mi aumentano quando magari ho dei rapporti piu frequenti, ma sto adottando tutte le precauzioni dette dal medico. Non so piu spiegarmelo.
Attendo una sua risposta e magari comprensione e in attesa le porgo cordiali saluti.

[#16] dopo  
personalmente a questo punto vedrei bene un test di stamey che prevede esami urina prima e dopo massaggio prostatico. Anche perchè le prostaiti ce ne sono di 5 tipi (acute, croniche batteriche, croniche abatteriche, cronmiche non infiammatorie, asintomatiche), a volte con cause extraprostaiche: ansia, postura, fenomeni neurologici, alterazioni del pavimento pelvico. Ne parli col collega.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#17] dopo  
Utente 234XXX

Gentilissimo dott. Cavallini sono qui per aggiornarla sulla mia situazione.
L'ultima visita dallo specialista l'ho fatta a novembre e da allora prendo per 7 gg al mese per 3 mesi fino a prossima visita solo TOPSTER supposte.
La mia situazione è questa:
il dolore all'uretra dopo aver urinato c'e sempre, come le ho sempre detto non è eccessivo, avvolte è meno intenso quasi da non farci caso, altre volte si presenta in modo piu incisivo. é Il classico dolore di una ago che punge. Tale dolore lo avverto maggiormente stringendo i muscoli e anche al tatto. Capita che passando il dito sotto l'uretra dopo aver urinato sento come se accompagnassi proprio una goccia d'urina fino a farla uscire, e il dolore si attenua leggermente.
Tutto questo succede per un po di tempo dopo aver urinato e si ripete alla successiva minzione.

non urino frequentemente. In merito al dolore pelvico , va e viene. cioè alcuni periodi sto molto bene, altri si ripresenta come una specie di bruciore muscolare soprattutto da seduto poco sotto l'ombelico e quando si ripresenta forse lo stimolo di urinare aumenta (tipo dando dei colpi di tosse sento lo stimolo anche a vescica vuota).

So chiaramente che lei non può fare una valutazione specifica, ma ritenevo opportuno scriverle oltre al fatto che una sua semplice idea del problema potrebbe aiutarmi a proseguire la strada con l'urologo di riferimento.
Cordiali saluti.