Utente 289XXX
Salve,
volevo togliermi una curiosita' con gli specialisti urologi (non e' un consulto).
Un alto o comunque discreto numero di leucociti all'interno della prostata significa necessariamente infezione, anche lieve, da batteri, virus,micetti eccc oppure puo' anche essere associata ad una infiammazione completamente abatterica?
Cerchero' di spiegarmi meglio.
Se metaforicamente con un martello schiacciassi la prostata, a quel punto si riscontrerebbe un aumento del numero di globuli bianghi messi in azione al suo interno?
E attraverso quale meccanismo?
Ecco, da perfetta ignorante in materia mi piacerebbe sapere che cosa avviene a livello tecnico.
Vi ringrazio.

[#1]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettrice,

i leucociti nella prostata aumentano quando vi è una infiammazione in questa ghiandola, questa può essere scatenata da microrganismi vari, oppure da fattori meccanici, diete e stili di vita sbilanciati ed altro.

Infatti i leucociti, detti anche globuli bianchi, sono cellule coinvolte nelle risposte difensive di tipo immunitario.

Il loro intervento infatti difende il corpo umano sia dagli attacchi di virus, batteri, miceti e parassiti, sia da eventuali situazioni ostili che contrastano il normale e complesso funzionamento di questa ghiandola che alcuni chiamano proprio "la tonsilla del piano di sotto".

Se comunque desidera avere altre notizie più dettagliate su tale ghiandola maschile, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sempre sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/200-le-malattie-della-prostata-stili-di-vita-prevenzione-e-nuove-indagini-diagnostiche.html,

https://www.medicitalia.it/salute/urologia/7-prostata.html .

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 289XXX

La ringrazio.
Mi toglie la parola di bocca quando parla di tonsilla del piano di sotto.
E' un accostamento azzeccatissimo.
Lo sa cosa dice il mio compagno?
Da ignorante, definisce bastarde le tonsille, la faringe, le afte all'interno
della bocca e per ultima ma non meno rilevante la prostata.
Sono daccordo con le prime tre, l'ultima per fortuna non la conosco.
Ahahahahah.

Grazie e arrivederci

[#3]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, vedo che il mio messaggio è stato compreso.

Cordiali saluti.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com