Utente 274XXX

Buongiorno,
mio papà ha 57 anni ex fumatore, in sovrappeso da ormai molti anni, ha una vita molto frenetica a causa dei due lavori che svolge senza fermarsi mai. Usa giornalmente lo scooter più volte al giorno.
Da anni soffre di ipertrofia prostatica benigna tenuta sotto controllo con i farmaci e senza particolari problemi.

Qualche giorno fa ha eseguito la visita di routine ed è risultato avere il PSA totale: 5.27 mentre il rapporto: 14.

L'urologo ha prescritto una risonanza magnetica ed ha parlato di possibilità di tumore.

C'è davvero un'alto rischio che mio padre abbia un tumore maligno alla prostata?

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Se la prostata è ingrossata e l'uomo passa davvero molto tempo seduto, diremmo che questa lieve alterazione del PSA possa essere giustificata. Comunque la prudenza non è mai troppa, se il nostro Collega ha ritenuto opportuno approfondire, noi non abbiamo ovviamente nulla da obiettare. La risonanza magnetica è oggi quanto di meglio abbiamo per meglio definire il sospetto di un tumore della prostata.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 274XXX

Grazie dottore per la celere risposta.
Papà si, fa molti spostamenti al giorno con lo scooter... poi per il suo lavoro non sta molto seduto ma fa intensi sforzi in quanto lavora giornalmente come muratore/elettricista.

Quello che mi fa pensare è il basso valore del rapporto tra psa libero e legato... so che se è inferiore a 15 è quasi certamente una patologia maligna... o sbaglio?

Grazie

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Il PSA è un marcatore tumorale di cattiva qualità ma non abbiamo ancora un sostituto veramente valido. Nel tempo sono stati proposti molti artifizi per migliorarne le caratteristiche, come ad esempio il dosaggio del PSA libero ed il suo rapporto con il totale. I valori sono comunque sempre molto indicativi e ben lontani da comunicare delle certezze,
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 274XXX

Grazie ancora dottore. Sono molto preoccupata per lui.
Lunedì avrà la risonanza... ultima domanda pensa che i risultati li daranno subito o bisognerà aspettare qualche giorno?

[#5] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Le immagini della risonanza magnetica devono essere interpretate dal radiologo, ed anche con una certa attenzione, pertanto è verosimile che il referto non sia emesso immediatamente.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing