Utente 188XXX
Gentili medici buongiorno,

alcuni giorni fa, ad un mio congiunto ( anni 69 )è stato diagnosticato un adenocarcinoma alla prostata.
Il referto indica un grado di Gleason 3+4,1T, PSA=9,1 ( ratio 8.3 ) , Grade Group 2 ( WHO 2016 ).
Lo specialista l'ha prontamente rassicurato spiegandogli che il tumore è ancora in uno stadio molto favorevole in termini di possibilità di piea guarigione,
tuttavia quello che ci lascia perplessi è l'attesa per l'intervento.
Gli è stata infatti comunicata una attesa possibile di 2/3 mesi.
Detto questo, vorrei da voi una rassicurazione a riguardo: una attesa di questo tipo è compatibile e nella norma rispetto alla malattia in questione e soprattutto il grado riscontrato, o sarebbe bene valutare l'intervento presso presidi ospedalieri con una minor attesa ?

Grazie anticipatamente per i vostri riscontri e buona domenica.

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
L'attesa fino a 3 mesi è ancora accettabile ed in linea con la media delle strutture pubbliche.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing