Utente 473XXX
Buongiorno dottore, sono una ragazza di 23 anni e le scrivo in merito ad una infezione uretrale da Ureaplasma urealyticum, diagnosticato tramite tampone uretrale, che ho contratto ormai 6 anni fa e curato con antibiotici. Da quel momento tutti gli esami eseguiti negli anni a seguire, tamponi e culture sono stati negativi ma il mio fastidio non è mai passato. Ho fatto tantissime visite ginecologiche ed esami, risonanza, cistoscopia, cistografia, tutti negativi, tutto nella norma, oltre che trattamenti dei muscoli pelvici e integratori naturali. Negli anni i sintomi si sono alleviati ma mai scomparsi. I miei sintomi principali sono bruciore uretrale che precede la minzione, sensazione di gonfiore uretrale, dolore uretrale al tatto e frequenza minzionale. Più bevo più il bruciore si allevia. Ho letto che il bruciore uretrale pre-minzionale è sintomo di Ureaplasma; per questo le chiedo, è possibile che sia rimasto in uretra per 6 anni e non figuri negli esami? Un dottore da cui sono stata accennava alla possibilità che questo batterio si modifichi e perda la sua membrana esterna e per questo non figuri nelle analisi. Ha delle idee riguardo la mia situazione ed eventuali soluzioni?
La ringrazio se mi farà il piacere di rispondermi. Saluti.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettrice,

l'Ureaplasma urealitycum è un microrganismo particolare, appartenente alla famiglia dei micoplasmi, ed è particolare perché le sue dimensioni sono estremamente ridotte ed è privo di parete cellulare ma, se presente, una valutazione colturale mirata ad individuarlo, ad esempio un tampone uretrale con ricerca specifica proprio dell'Ureaplasma, lo rende evidente e la diagnosi è fatta.

Attenzione solo a rispettare le tempistiche corrette di una eventuale e precedente antibioticoterapia che potrebbe dare dei falsi negativi.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 473XXX

La ringrazio molto dottore. Le chiederei un'altra cosa...
Leggendo sul sito ho notato che chi è affetto da uretrite lamenta bruciore dopo la minzione, io invece soffro soprattutto di un bruciore pre-mizionale che solo qualche volta permane dopo la minzione, questo sintomo è raro? È associato solo ad Ureaplasma o anche altri batteri possono causarlo?
Grazie

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sintomo nonusuale, risenta ora il suo urologo di riferimento.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com