Utente 499XXX
Buongiorno Dottore, il 5 giugno mi hanno tolto un calcolo di 7 mm via endoscopica dopo più di un mese di dolori e stimolo a urinare costante. Inizialmente credendo si trattasse di cistite, sono stata curata con 2 antibiotici diversi,ma dopo 3 coliche renali e altrettante visite al Ps, mi hanno ricoverato per 6 giorni, tentando di farlo uscire spontaneamente. In questi giorni ho assunto molte altre medicine.. Toradol,cortisone, spasmex, ecc.). Dopo l'operazione effettuata in anestesia totale sono stata parecchio male per circa 15 ore con tremori e abbassamento di pressione. Catetere tolto il giorno seguente e dimissione nello stesso giorno. Assunto 5 giorni di ciproxin. Dopo 3 giorni ho avuto il primo episodio di dissenteria, quindi ho iniziato immediatamente fermenti lattici biogermina. Volevo chiedere gentilmente se dopo più di 20 giorni sia normale avere sempre pancia gonfissima, dolore che non passa nemmeno con buscopan, sia alla pancia che alla schiena, nausea e episodi alterni di diarrea e stitichezza. Sto mangiando poco e leggero, ma sono un po' spaventata per l'intestino anche perché, da bambina, mi operarono ben 3 volte dopo peritonite acuta. Ho sofferto anche di attacchi di panico fino a un paio di anni fa e non vorrei ricaderci. Se potete rassicurarmi in qualche modo, sareste davvero gentili. Vi saluto e ringrazio anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
L'impossibilità di una valutazione diretta ci impedsce di formulare un giudizio fondato, d'ogni modo parrebbe che il suo sia ora un disturbo di origine intestinale che poco abbia a vedere con il recente intervento, ma molto dipenda dagli effetti collaterali dell'antibiotico. In ogni caso, crediamo che alle dimissioni le sia stato impostato un programma di controlli, con una probabile ecografia dell'addome, che probabilemente sarebbe il caso di anticipare.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 499XXX

Dottor Piana, la ringrazio per avermi risposto. Il controllo è stato eseguito la scorsa settimana e a livello urologico è tutto a posto anche se con l'ecografia è stato controllato solo il rene interessato e la vescica. Mi consiglia una nuova eco all'addome oppure è meglio una visita specialistica da un gastroenterologo? Sono molto preoccupata anche perché sono 2 mesi che non riesco ad andare a lavoro visti i miei continui dolori e questa condizione mi mette ansia. Oltretutto non soffro abitualmente di mal di pancia. Nel caso fosse colpa dei medicinali assunti, l'intestino con il tempo migliorerà da solo o ha bisogno di cure appropriate? Mi sono dimenticata di dirle che ho assunto anche lithos plus per 20 giorni ma l'ho momentanea sospesa sotto consiglio del medico di famiglia.

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Se la situazione urologica è risolta, lo specialsita competente è senz'altro il gastro-enterologo.Il citrato di potassio (es. Lithos) talora è mal tollerato a livello gastro-intestinale, anche se ci pare difficile pensare che sia questa la causa dei suoi problemi.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 499XXX

Grazie Dottor Piana, è stato molto gentile. Mi rivolgerò senz'altro ad un gastroenterologo. Saluti.