Utente 507XXX
Gentili Dottori,

Vi scrivo poichè sabato scorso sono andato al pronto soccorso per quella che dopo si è scoperta essere una cistite (avevo stimolo ad andare in bagno, bruciore ecc.).
I medici non hanno riscontrato batteri nelle urine e perciò mi hanno solo raccomandato il cistiflux, comunque mi hanno dato appuntamento con l'urologo il lunedi seguente.
Il dottore mi disse di fare l'urinocoltura e mi prescrive ciproxin 500mg ogni 12h, da prendere dopo aver fatto l'esame.
Il giorno seguente faccio l'analisi e inizio a prendere l' antibiotico, i sintomi si affievoliscono leggermente ma avevo ancora disturbi.
Sono risultato positivo a Enterococco 100000 ufc.
Da ieri ho un dolore al testicolo sinistro, oggi pare anche essersi gonfiato un po' ed è dolorante; il dolore è costante.
Premetto che lunedi prossimo-tra tre giorni- dovrei andare dall' urologo per rettificare la terapia, ma mi chiedevo, essendo un ragazzo giovane e avendo paura di possibili conseguenze, se non sia meglio rivolgersi di nuovo al pronto soccorso per il problema al testicolo.
Una epidimite o orchite, suppondendo che sia questo il mio problema, se portata avanti per alcuni giorni può complicarsi?
Mi chiedevo se potrei avere conseguenze dopo la guarigione e se il medicinale che sto prendendo è efficace anche per infezioni ai testicoli. Inoltre il batterio che mi ha provocato la cistite può avermi provocato anche il problema al testicolo?

Prendo Foster per l'asma e il ciproxin mi da nausea, inoltre da quando ho la cistite, alcune volte mi si addormetano gambe e braccia.

Vi ringrazio per il Vostro tempo e spero in una celere risposta,
Disitinti saluti

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

alla sua età il nuovo sintomo richiede una nuova valutazione clinica diretta; poi, se il farmaco indicato non è tollerato, bene ridiscutere anche questo tema con lo specialista che la valuterà in diretta

Sì "il battere che le ha provocato la cistite può averle provocato anche il problema al testicolo" ma bene verificare il tutto.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento diagnostico per poterle dare poi eventualmente, quando possibile, un’indicazione terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 507XXX

Gentile Dottore,

La ringrazio per la Sua risposta; oggi mi sono comunque recato in pronto soccorso poichè il dolore era abbastanza forte.
Dopo una ecografia hanna diagnosticato una infiammazione all'epididimo.
Inoltre mi hanno cambiato terapia -ora prenderò augmentin,monuril e fermenti lattici- poichè gli effetti collaterali del ciproxin erano abbastanza forti (mi si addormentano gambe e braccia che all' occorrenza bruciano, dolori articolari, nausea, vista sdoppiata, debolezza musculare...).

Comunque appena possibile andrò dal specialista urologo che mi ha seguito inizialmente, anche per altri accertamenti.

Distinti Saluti.

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, segua ora le indicazioni ricevute.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 507XXX

Gentile Dottore,

domani finirò la terapia antibiotica, ma il problema sussiste.
E dal 07/09/18 che ho questo problema, come ho precedentemente spiegato, e solo il 16/09 e il 17/09 stavo bene e non avevo sintomi (nessun problema con la minzione,vescica ecc. per il resto avevo solo dolore al testicolo).

Mi chiedo se è possibile che questo io abbia ancora questo problema? In questi giorni faccio comunque pipi con flusso abbondante e se non bevo molto (ad esempio a scuola) urino con frequenza normale, però ho sempre un lieve, alcune volte più forte, bisogno di andare in bagno e un lievissimo fastidio al basso ventre.
Oggi di mattina era abbastanza forte, perciò ho dovuto prendere un oki per "resistere", lo stesso lunedi per addormentarmi.

Sono abbastanza preoccupato. Oki e tachipirina alleviano un po' i sintomi.

Cortesi Saluti,

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Le ricordo comunque che, quando sono presenti queste "problematiche urologiche”, possono essere utili alcune indicazioni anche di tipo dietetico-comportamentale:

1)vita sessuale regolare, non lunghi periodi di astinenza;

2)limitare l'assunzione di alcuni alimenti tipo cioccolato, uova, frutta secca, formaggi stagionati, ecc;

3)lo stesso vale per le bevande come il caffè, il tè, le bibite gassate od alcoliche;

4)altra cosa importante è bere con intelligenza ad esempio durante tutto l'arco della giornata sono consigliati almeno 2–3 litri di liquidi, soprattutto acqua (se non esistono altre controindicazioni di ordine generale), smettendo però di bere almeno tre-quattro ore prima di andare a letto;

5)combattere la stitichezza quindi fare una dieta ricca di fibre e praticare una regolare attività fisica;

6)se si fuma, spegnere la sigaretta perché la nicotina ha un'azione irritante sulla vescica;

7)infine ultimo consiglio, ma non meno importante, quello di ascoltare sempre attentamente il proprio medico di famiglia e lo specialista urologo che la stanno seguendo.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com