Utente 130XXX
Buongiorno.
Vorrei chiederVi gentilmente un consulto per mio padre, 85 anni.

Con psa 2,50 in aprile 2016 (dopo radioterapia radicale nel 2012 e nadir 0,4 in ottobre 2013, pet negativa in ottobre 2016) si decide in aprile 2016 inizio terapia ormonale con Firmagon.

A febbraio 2018 il Psa si è attestato attorno a 0.075 tanto che il medico ci preannuncia una eventuale sospensione del Firmagon alla successiva visita che avverrà questo mese (salvo naturalmente diversi valori di psa rilevati nel mentre).

Ecco la successiva rilevazione: giugno 2018 : 0,082. Siamo in attesa esito prelievo di questo mese.

La mia domanda è: un rialzo di questa entità è da ritenersi negativo ? (è il primo da quando si sta sottoponendo alla terapia ormonale).

Grazie.
Cordiali saluti.

vd

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Izzo

28% attività
8% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
MASSA LUBRENSE (NA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Caro utente,
il trend è in lieve aumento. Nulla di negativo essendo i valori del PSA ancora tranquillizzanti.
Tuttavia credo che possa rendersi necessario continuare la terapia ormonale.
Esegua anche un testosterone totale di controllo e lo porti in visione, insieme al psa.
Cordialità
Dr. Alessandro Izzo
www.studiomedicoizzo.it
dott.alessandro.izzo@gmail.com

[#2] dopo  
Utente 130XXX

La ringrazio molto della risposta, dottore.
Se posso, la misurazione del testosterone totale a cosa serve ? Perdoni la domanda, è una mia curiosità poiché sino ad ora non è stata mai eseguita su papà.
Con cordialità.
vd

[#3] dopo  
Dr. Alessandro Izzo

28% attività
8% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
MASSA LUBRENSE (NA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
La terapia ormonale mira ad ottenere una castrazione farmacologica.
Ad ogni controllo e rinnovo del piano terapeutico, va verificata la concentrazione ematica di testosterone.
Cordialità
Dr. Alessandro Izzo
www.studiomedicoizzo.it
dott.alessandro.izzo@gmail.com

[#4] dopo  
Utente 130XXX

Capisco.
Grazie.
Cordialità.

vd