Utente 424XXX
Salve dottori,

Sono una ragazza di 22 anni. Questo mese improvvisamente ho avvertito i sintomi di una cistite. Mi sono recata dal mio medico di base che mi ha prescritto Ciproxin 500 mg per 2 volte al giorno, da assumere per una settimana. Dopo il terzo giorno di terapia mi sono sentita meglio, ma sembrava come se non passasse mai completamente (ho comunque assunto fermenti lattici durante la terapia ed anche dopo). Termino l'assunzione dell'antibiotico e resto con un leggero fastidio all'uretra, pesantezza vescicale, continuo stimolo ad andare in bagno. I fastidi sono comunque altalenanti. Decido di attendere una decina di giorni e di fare un'urocultura.
Risulta Positiva con e.coli carica 200.000. sensibile ad una serie di antibiotici tra cui fosfomicina: così decido di prendere il Monuril per 2 sere. Ad oggi, ovvero a due giorni dal termine di questa seconda terapia, continuo ad avvertire dei fastidi, stimolo di andare al bagno, e mi sento come se la cistite non fosse passata del tutto, seppure durante la minzione io non avverta bruciore.
Sto assumendo attualmente d-mannosio, per non ricadere in antibiotici. Ma cosa dovrei fare? È possibile che continuando con il d mannosio passi, oppure dovrò debellare questa infezione necessariamente con un altro antibiotico?

PS: colgo l'occasione per chiedervi anche se e.coli a 200.000 è una carica preoccupante di batteri o meno.

Ringrazio anticipatamente per l'attenzione e per il servizio che svolgete su questo utilissimo sito.

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
cara lettrice

una infezione urinaria da E.Coli dovrebbe essere trattata con specifici antibiotici e regimi alimentari e sessuali regolari
eviti le "automedicazioni e terapie" e si rivolga allo specialista

cordiali saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org