Utente 525XXX
Buonasera, 20 giorni fa (il 29 gennaio) ho subito un intervento di frenuloplastica di allungamento causa frenulo breve (impossibilità di scoprire il glande in erezione).
L'intervento è andato bene, non ho sentito nessun tipo di dolore e il giorno stesso sono stato dimesso. Mi è stato prescritto Gentalyn 0.1 per 3-4 giorni per due volte al giorno e la disinfettazione della ferita con Amukina.
I primi giorni scoprire il glande era molto difficoltoso causa punti di sutura ma tutto sommato riuscivo a medicarmi. L'unica cosa che ho fatto, su consiglio anche del medico di base, è stata di applicare la crema per più giorni per colpa di un persistente ma leggero gonfiore del glande che non permetteva uno scorrimento del prepuzio senza provare dolore.
Devo dire che ora va tutto meglio, la ferita sta pian piano guarendo però a 20 giorni dall'intervento persistono alcuni punti di sutura.
Uno è sul frenulo nella parte alta, due sono alla base del glande (all'attaccatura con il prepuzio e quei due sono completamente neri) e alcuni sulla pelle immediatamente sotto al glande (questi sono in parte neri e comunque sono molto svolazzanti).
È normale che non siano ancora caduti? Il medico non mi ha dato indicazioni, mi ha solo detto che sono riassorbibili.
Altra cosa: se prima durante le erezioni involontarie non provavo nulla, ora invece provo un leggero fastidio, credo per colpa dei punti che tirano.
Specifico che la ferita sembra ben cicatrizzata, non ci sono tracce né di sangue nè di qualsiasi tipo di infezione.
Come mi devo comportare? Soprattutto nel caso non cadessero? Questa cosa mi provoca abbastanza ansia.
Grazie in anticipo per le risposte

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

"nel caso non cadessero i punti , bene risentire in diretta il suo andrologo od urologo di riferimento.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la rivalutazione medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione mirata e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 525XXX

Buonasera, innanzitutto la ringrazio per la risposta.
L'ultima volta che ho sentito l'urologo che mi ha operato è stata mercoledì scorso quando mi sono presentato in ospedale per una visita di controllo.
Alla mia domanda sulla tempistica per la caduta dei punti (era il 15esimo giorno dall'intervento) mi rispose in maniera scocciata "Guarda che non muori se aspetti 10 giorni in più". Ma in più rispetto a cosa? Sul foglio che mi hanno dato dopo l'intervento non c'era scritto nulla nè i medici mi hanno mai detto qualcosa in merito. Per il resto non mi ha detto nulla, mi ha solo detto che per lui è tutto nella norma.
Mi preoccupo perché vedo che i tempi di caduta sono in genere di 15/20 giorni mentre nel mio caso la cosa si sta prolungando parecchio

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Purtroppo, da questa prospettiva, non posso che dirle di seguire le indicazioni ricevute; se dubbi comunque risentire in diretta sempre il suo urologo di riferimento.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com