Utente 526XXX
Buonasera
Mi chiamo Dimitris e ho 56 anni.
Non fumo non bevo cafè faccio ginnastica mangio molto equilibrato con prodotti locali e pochissima carne.
Mi perdoni per mio italiano ma sono straniero.
Due mesi fa mentre mi alzavo dal toilette la punta del mio pene ha toccato la tavoletta e la stessa sera ho avuto un bruciore intenso che dalla punta andava verso dentro nel uretra per tre centimetri. Mia moglie ogni giorno lava e disinfetta tutto con candeggina e io sono circonciso. Per pochi giorni ho messo olio essenziale di elicriso e sembrava bene. Dopo e tornato con un fastidio con un bruciore dopo la minzione e con fastidio aggiuntivo sulla testa del pene, un senso di fresco. Ho fatto gli esami PSA 0.28..urinocoltura negativo e tamponi positivo su stafilococco haemolyticus ho preso la levofloxacina per 10 giorni ed e sparito il senso del fresco ed anche su rapporto di sesso non ho più avuto dolore..... per giorni ho continuato a bere acqua sperando che sparise anche il bruciore dopo la minzione cosa che non e accaduta. Perciò ho visitato un urologo che mi ha fatto tutti gli esami dicendomi che ho un prostata ottimo, e tutto l'apparato a posto e mi ha prescritto OKI ketropofene dicendomi che ho l'uretra infiammata.
Purtroppo le medicine forti mi fanno male perciò dopo un giorno e mezzo ho interrotto OKI per forte diarrea. Ho ripetuto gli esami ed era tutto negativo PSA 0.24 urinocoltura e tamponi negativi....da quel giorno e passato un mese e io sto bene finché non urino ma se urino dopo brucia la ultima parte del uretra più le labbra del entrata del pene e devo andare due tre volte per svuotare la vescica. Di solito sto bene un dalla mattina alla prima serata e dalla prima serata alla notte sento un bruciore e un senso sensibilità alta che non posso neanche accettare le mutande. La mia domanda e se sto bene per quanto tempo devo aspettare ancora. Prendo da pochi giorni un cucchiaio di bicarbonato ma per il momento nessuna differenza. Perché accade per st? E colpa della mia urina? O della mia uretra? Cosa succede? Sono chiuso da due mesi aspettando.
Piccolo dettaglio da un mese non mangio latticini e frumento per una dieta letta su internet. Grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Per intanto, applicare le diete "lette su internet" in genere non può portare a nulla di buono ...Per un soggetto normale, quindi senza allergie o intolleranze particolari, non vi è alcun motivo per il quale si debba rinunciare al latte (ricco di calcio) ed ai cereali. Purtroppo molte di queste cose "lette su internet" sono prive di qualsiasi valore scientifico e si basano su convinzioni totalmente errate.
Abbiamo qualche dubbio che i suoi disturbi abbiano potuto originare da un contatto così breve con una superficie che, a quanto ci riferisce, viene tenuta nella massima pulizia. Allo stesso modo, abbiamo molti dubbi sul risultato del tampone uretrale e sulla reale necessità di una terapia antibiotica così lunga ed energica. Pensiamo che a questo punto, meno si faccia e meglio è, per non ingarbugliare ulteriormente le cose. Le raccomandiamo di non utilizzare detegenti intimi energici o medicati ed applicare sul glande creme o sostanze varie, E' molto probabie che la situazione vada comunque a stabilizzarsi entro qualche settimana.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 526XXX

Dr Piana la ringrazio molto.
So che e difficile credere ma io il secondo che ho toccato la tavoletta so di aver sentito il tocco e poi il pulito e utile ma la candeggina può provocare dani e poi la sera stessa avevo un disturbo forte nella parte sinistra del uretra alta, la dove anche adesso e più sensibile. Non e da me bere 5-6 bicchieri d'acqua come mi è stato consigliato invece che i 2-3 che di solito bevo. L'idea dei latticini zero si come ho colesterolo e a 245 (mangio tanti formaggi) pensavo fosse il motivo. Poi venivo da due anni di non dormire per curare una persona a me cara e essendo mal messo con la B12 la D l'acido folico e magnesio (prendo integratori per qst) penso che i reni forse siano appesantiti
La ringrazio

[#3] dopo  
Utente 526XXX

Gentile dottore
Ieri ho avuto una altra visita da un altro urologo che mi e stato consigliato.
Palpando la prostata in modo intensivo ad un'certo punto ho saltato dal dolore ma non per la prostata ma per il dolore riflesso alla punta del pene. Perciò la diagnosi e infiammazione non batterica al apice della prostata e praticamente e quello che provoca tutto il resto.
Mi ha prescritto una cura per 4 mesi con Permixon 320 mg e topster supposte ( visto che con anti-inflammatori e antibiotici mia pancia reagisce male).
Secondo lui i reni stanno bene, l'urina e normale e pure l'uretra. Bruciano dopo la minzione come reazione alla minzione e allo stimolo provocato alla prostata. Le mie domande sono 2. Ho paura di prendere topster perché so che se la cortisone va al colon qst si irriterà...e il caso? Seconda lei pensa che la mia costruzione scheletrica del bacino e schiena molto stretta comprime tutti gli organi incluso la prostata? C'è un link con esercizi giusti?
Grazie mille

[#4] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
La terapia proposta è assolutamente adatta a questo caso, le supposte vengono utilizzate prorprio per la loro azione locale, che avviene attraverso la parete dell'intestino. Per il resto, sarebbe meglio che lei non continuasse a coltivare fantasie assai lontane dalla realtà.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#5] dopo  
Utente 526XXX

Gentile dottore
Il dottore che mi ha fatto qst diagnosi mi ha confermato che probabilmente il motivo scatenante e stato il tocco della punta del pene alla tavoletta, dando mi ragione su una mia fantasia ed ha anche riconosciuto (come anche l'urologo precedente) che ho la prostata talmente piccola come un bambino e che il mio corpo e struttura sono da un giovanotto. Perciò ho tutti i motivi necessari per chiedere quello che ho chiesto.
La saluto