Utente 299XXX
Gent.mi Dottori,
scrivo per mio padre, attualmente di 69 anni, operato per adenocarcinoma prostatico 2 anni fa, avente (3+3) Gleason, con un PSA pre-operatorio di 3.1. Rimozione completa della prostata, nessuna vescichetta coinvolta o linfonodi. Eseguita operazione con "nerve sparing".
Ha eseguito controlli regolari del PSA presso il laboratorio della nostra ULSS con esito <0.1.
Dal dicembre scorso, è cambiata la sensibilità del macchinario di laboratorio; attualmente rileva i centesimi di PSA. Oggi primo esito dell'analisi PSA con il nuovo macchinario: 0,03.

Sono sinceramente preoccupato che possa essere l'inizio di una ricrescita del tumore. Naturalmente è seguito presso un urologo di fiducia presso l'Ospedale di Negrar, con cui ha una visita nelle prossime settimane.

Chiedo cortesemente se secondo la vostra esperienza ci può essere motivo di preoccupazione e qual è l'iter da seguire. Quale può essere la causa di tale PSA non nullo?

Cordiali Saluti

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Il valore 0,03 (tre centesimi) è di fatto inferiore a 0,1 (dieci centesimi), pertanto la situazione non si è modificata e quindi non comprendiamo le sue apprensioni. D'ogni modo, al di sotto di dieci-quindici centesimi, il valore si considera praticamente azzerato e variazioni nell'ordine dei centesimi non hanno alcun reale significato.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 299XXX

La ringrazio dottore per la sua celere risposta!