Ho avuto un tumore alla prostata ho fatto tutto e i dottori hanno optato

Ho avuto un tumore alla prostata senza infiltrazioni linfonodali e i dottori hanno optato perla radioterapia e cura ormonale devo dire che alla scoperta del tumore avevo un PSA a 1.25 fatto biopsia ha evidenziato carcinoma acinare tutto bene ho fatto 28 radio e 2 anni di ormonoterapia e tutto è filato liscio risonanza multipara metrica evidenziava tumore prostatico.
la scintigrafia negativa tac negativa pet che evidenziava il tumore solo nella ghiandola prostatica ora faccio i controlli ogni 3 mesi e i PSA si attesta sull'002 003 analisi perfette l'ultima il 29 settembre PSA 003 ora vengo al problema dopo la radio ho cominciato a fare sangue nelle feci ho fatto la colonscopia e risultato rettocolite ulcerosa al circo al sigma e al retto mi sto curando con mesalazina compresse supposte e clismi ho fatto l'esamespecifico piupcr normale che non ricordo e a 19 continuo la cura di o a dicembre 6 pasticche L giorno una supposta alternata a un clisma la sera.
poi ora ho notato che quando vado a urinare se prima non vado di intestino non urino dopo si con un getto potente che non riesco a centrare il buco del water ho solo questa stranguria e a livello urinale tutto il giorno urino benissimo se bevo cosa ne pensate.
[#1]
Dr. Paolo Piana Urologo 28k 1,3k 15
Sia dal versante intestinale che, probabilmente, di quello vescicale pare si stiano manifestando gli effetti collaterali della radioterapia. La situazione va gestita separatamente, la parte intestinale dal chirurgo generale (o dal gastro-enterologo), la parte urinaria dall'urologo. E' probabile che le venga consigliato un controllo endoscopico (uretro-cistoscopia) senza la quale non è possibile dare dei consigli ragionevolmente efficaci.

Dr. Paolo Piana
Medico Chirurgo - Specialista in Urologia
Trattamento integrato della Calcolosi Urinaria
www.paolopianaurologo.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore per la risposta è quello che pensa anche ilio medico di famiglia dato che la radioterapia può portare a effetti collaterali a breve e a lunga durata però non so come possa una radioterapia esterna di ultima generazione audivante dare noia al retto e provocare una colite cronica o retto colite dato che la radioterapia a fasci esterni colpisce solo la parte malata io avevo i linfonodi non infiltrati vescica e vescichette seminali non infiltrate ma loro mi hanno detto che volevano preservare anche il retto e il sigma e tutto quello che c'è in torno dato che avevo un PSA a 1,25 e scoperto per caso con una visita di controllo perché con un PSA così basso il mio medico non mi voleva mandare e ci sono andato a pagamento e con due anni di enantone che anche quello provoca effetti collaterali soprattutto a livello sessuale ma con le pasticchine blu si risolve poi non ho vent'anni che lo posso fare anche tutti o giorni a sessantre anni mi basta una volta a settimana e alle. Ossa per fortuna fuori che artrosi cervicale tendinite alla spalla non ho auto problemi però la mancanza di testosterone si sente. Grazie
[#3]
Dr. Paolo Piana Urologo 28k 1,3k 15
È abbastanza insolito che un tumore localizzato della prostata alla sua età venga trattato con la radioterapia come prima scelta, a meno che si tratti di casi molto particolari che rendano non opportuno l’intervento chirurgico, che invece sarebbe la scelta più comune. Lei non ci fornisce altri elementi di giudizio, possiamo dubitare che si trattasse di un particolare tipo di tumore molto aggressivo (es. punteggio Gleason elevato 9-10) con bassa espressione di PSA. La radioterapia, anche se mirata (conformazionale), è tuttora in grado di manifestare effetti collaterali a distanza, non gravissimi ma comunque piuttosto fastidiosi. Di questo si deve tenere ancora ben conto quando si propongono al paziente le varie possibilità di terapia.

Dr. Paolo Piana
Medico Chirurgo - Specialista in Urologia
Trattamento integrato della Calcolosi Urinaria
www.paolopianaurologo.it

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test