Utente 469XXX
Buongiorno
Dott.re

ho riscontrato nell'ultimo periodo un calo della libido sessuale con conseguente influenza sull'erezione, avviene ma non in misura potente.

le chiedo se esistono degli integratori o farmaci per aiutare riattivarla od esami specialisti (rivolti a capirne la causa).

Il mio problema non è l'erezione ma un calo della libido che influenza l'erezione

In attesa di sua risposta

cordialità

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
PARMA (PR)
CHIAVARI (GE)
CASTIGLIONE DELLE STIVIERE (MN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gent.mo utente

se i dati riportati sono corretti essendo un soggetto sovrappeso è necessario eseguire una visita specialistica e quindi degli esami ematici per valutare il suo assetto metabolico e dei dosaggi ormonali per identificare la causa del calo della libido.

Cordiali saluti
Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it

[#2] dopo  
Utente 469XXX

buongiorno

dott.re

alcune informazioni aggiuntive:

il mio peso è di muscoli con una percentuale di grasso nella norma massimo, sono un ex rugbista e mi alleno in palestra tutt'ora.

un anno fà sono stato colpito da depressione ansiosa trattata con efexor 75 mg al giorno e lexotan 30 gocce al giorno fra mattina e sera, da un mese efexor sospeso, rimane il lexotan ma con graduale riduzione oggi sono a 24 gocce fra mattina e sera, dovrei scendere progressivamente di settimana in settimana fino a zero entro un mese.

Secondo lei dopo quanto tempo dalla sospensione totale degli psicofarmaci, mi consiglia di procede ad esami ulteriori se la libido non è rientrata nella norma?

in attesa

cordialità

[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
PARMA (PR)
CHIAVARI (GE)
CASTIGLIONE DELLE STIVIERE (MN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

direi che sono informazioni aggiuntive determinanti e che comunque non cambiano il mio primo consiglio di effettuare una visita specialistica con esami ematici e ormonali anche da subito.

Ancora cordialità
Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it