Utente cancellato
Salve, da qualche settimana mi sono accorto che nella zona posteriore del glande, in corrispondenza del frenulo, la mia sensibilità è aumentata moltissimo, tanto che nella masturbazione l’orgasmo arriva prima ancora della produzione del liquido di lubrificazione.
Inoltre ho notato che ultimamente ho avuto un calo del desiderio (magari pensando a questa situazione), e una difficoltà di erezione.
In più in queste 2 settimane mi sono svegliato 2 volte con delle macchie rosse sul glande, simili ad ulcere, e che, una volta lavato bene il glande con il detergente intimo, nel giro di 5/10 minuti, sono scomparse.

Non ho mai avuto problemi al pene, tranne qualche fastidio al testicolo destro con annesso dolore in zona lombare destra (eco scrotale fatta, e non è stato trovato nulla) e non ho il frenulo corto. Tutti i rapporti sessuali sono avvenuti con il preservativo (tranne il sesso orale)


Cosa può essere secondo voi?
Come mi devo comportare?

Grazie in anticipo per le vostre risposte!

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

alle sue domande:
Cosa può essere secondo voi?
Come mi devo comportare?
solo il suo andrologo di riferimento, dopo attenta valutazione clinica diretta, le potrà dare una risposta precisa e corretta.

Tutte le numerose questioni sollevate, come :"sensibilità aumentata moltissimo", "orgasmo che arriva prima ancora della produzione del liquido di lubrificazione", "calo del desiderio", "difficoltà di erezione", "macchie rosse sul glande, simili ad ulcere", "qualche fastidio al testicolo destro con annesso dolore in zona lombare destra", richiedono una attenta e precisa valutazione clinica diretta, è infatti impossibile formulare in altro modo una risposta corretta, cioè capire la vera causa dei suoi numerosi problemi e dare quindi una indicazione su quali passi successivi fare.

Bisogna, a questo punto, consultare in diretta un esperto andrologo.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
460773

dal 2018
Dottore, innanzitutto la ringrazio per la risposta.
Sono andato dal mio medico a mostrarle la questione, e, notando un’infezione micotica mi ha prescritto Pevaryl 1% Detergente per Genitali Esterni, e Pevaryl 1% emulsione cutanea.
Io sto usando questi prodotti da 3/4 giorni, ma non noto alcun miglioramento, e la zona del prepuzio comincia a prudere un po’.
È perché Pevaryl sta cominciando a fare effetto, e dunque devo essere più paziente, oppure c’è qualcos’altro?

Ringrazio in anticipo per eventuali risposte!

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sia paziente e, se il problema non si risolve, bene allora risentire sempre in diretta il suo medico di fiducia o il suo andrologo di riferimento.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

sensazioni o sintomi come quelli da lei descritti dovrebbero essere valutati dallo specialista che possa valutare lei ed il suo pene
con gli opportuni consigli terapeutici
cari saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#5] dopo  
460773

dal 2018
Gentili dottori, grazie mille per le risposte!
Vi scrivo per comunicarvi che dopo un po’ di tempo di utilizzo di pevaryl detergente ed emulsione, la situazione dal punto dermatologico sembra essersi sistemata, tant’è che oggi sono andato comunque da un dermatologo, e non ha notato nulla di strano nel glande.
Tuttavia mi ha detto di fare l’urinocoltura, per valutare un’eventuale residuo di infezione.

Cosa ne pensate?
E un’ultima cosa, l’eccessiva sensibilità al freno permane, sebbene in modo più lieve, ancora. Tanto che nella masturbazione l’orgasmo arriva anche prima delle lubrificazione.

Cosa posso fare?

[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Può risentire in diretta sempre il suo andrologo di fiducia!
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com