Utente 490XXX
Buongiorno... Ho un dubbio sullo spermiogramma fatto da mio marito, in quanto 3 dottori hanno dato 3 pareri diversi.. Riporto di seguito i valori:
Astinenza 5 giorni
Volume 3,0 (2,0-4,0)
Ph 7,5 (7,2-8,0)
Vischiosita normale
Leucociti assenti x c. m. (15milioni)
Totale / milioni (>30 milioni)
Percentuale cellule mobili / % (>50%)
Concentrazione cellule mobili / milioni)(>10milioni)
Concentr. Forme mobili progressive / milioni (>4milioni)
Dopo prolungata centrifugazione : assenza di spermatozoi
Percentuali forme normali / % (>40%)
Percentuali forme mature assenti ( 4%)
Fruttosio 300mgr (120-500)
Alfa-glucosidasi n.r.
Commento finale: azoospermia. Cellule immature assenti. Fruttosio positivo.
Ricerca auto anticorpi antispermatozoi
Risultato negativo. I. B. T. Test percentuale tot. legami diretto n.v. Indiretto 9. Legami testa spermatozoo diretto n. v. Indiretto 1. Legami collo spermatozoo diretto n v indiretto 0. Legami coda spermatozoo diretto n v indiretto 3. Legami tutta superficie diretto n v indiretto 5.Deduzioni finale assenza di isoimmunizzazione nel siero.Nel referto c e inoltre scritto che l azoospermia è di origine secretoria poiche il marker escretore delle vescicole seminali risulta normale e che a conferma c e assenza di cellule immature.Tampone uretrale e risultato positivo a micoplasma hominis con titolo maggiore di 100.000 ufc/ml. Fsh 14.5 (1.3-11.8), prolattina 13.3 (4.0-18.0), testosterone 6,900 (1.88-8.82).
Il biologo che ha analizzato il campione dice che il risultato è insolito e che secondo lui mio marito o ha un infezione o produce pochi spermatozoi. Il mio ginecologo vedendo inizialmente solo analisi del sangue ci ha detto che non c era nulla di preoccupante e ci ha mandato a fare spermiogramma in questo centro. Quando ha letto il referto ci ha detto che nn c era nulla da fare, di curare l infezione e di rivederci x pensare a fare un eterologa in quanto fare operazioni x cercare spermatozoi sarebbe stato inutile in quanto nn ne avremmo trovati. Ci ha mandati a casa con la cura e esami genetici da fare (cariotipo, microdelezioni cromosoma y, mutazioni dna fibrosi cistica) ecocolordoppler e visita prostata x capire da cosa derivava l azospermia ma secondo lui nel 99.9% dei casi il problema e microdelezioni cromosoma y. Intanto siamo in attesa di esito esami genetici, e c siamo recati da un urologo privato x chiedere del restante esami. Parlando lui ci ha chiesto l esito di esami ormonali e spermiogramma e dove l abbiamo fatto. Quando glielo abbiamo detto lui è rimasto un po stranito in quanto lui nn ci avrebbe mai mandato in quel centro perche nella sua esperienza molte volte gli spermiogrammi da loro risultano azospermici. Inoltre vorrei aggiungere che nei mesi precedenti mio marito ha passato mesi di forte stress e ha fatti abuso di antidolorifici e antinfiammatori fino al giorno prima dell esame.Mi rivolgo a voi in quanto vorrei un parere disinteressato.
Ringrazio anticipatamente per le risposte.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettrice,

se dubbi sull'esame fatto bene ripeterlo ma l'FSH, da lei indicatoci, ci porterebbe a pensare alla reale presenza di una azoospermia secretiva.

Se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo particolare problema riproduttivo, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/195-azoospermia-spermatozoi.html

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Quando leggo queste cose mi pare di sognare. Per cortesia ripetano esame in laboratorio serio e fate visita da andrologo che una mano sullo scroto va messa eccome. Quanto alle cause: vabbè: tirare a indovinare non è sport da fare sulla pelle dei pazienti. Consigliare una eterologa di queste basi: fantasia. Andare alla urologia del Federico Secondo prego.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#3] dopo  
Utente 490XXX

Intanto ringrazio tantissimo per le risposte ricevute. Volevo aggiungere che quando sono stata dal medico di base per farmi prescrivere analisi genetiche esponendogli la situazione lui mi ha risposto che il tutto non gli era molto chiaro in quanto l fsh era si mosso ma non in modo eccessivo eche prima di parlare di eterologa bisognava fare approfondimenti e che inoltre l azospermia e una condizione rara di solito si trovano spermatozoi anche se pochi. Ovviamente so che e stato unsuo parere in quanto non e un esperto in materia, però mi domandavo e possibile che i medici consultati non diano una diagnosi se non uguale ma simile? Inoltre ci tengo a dire che lo spermiogramma e stato effettuato in un noto centro specializzato anche in fecondazione assistita dove lavora un noto andrologo, quindi per questo motivo inizialmente non avevamo dubbi sul esito dell esame, però visto ciò che ci è stato detto attualmente non so cosa pensare. Mi hanno parlato anche di rispetto dei criteri who, ma sinceramente sono disinformata a riguardi in quanto fino a 4/5 mesi fa non sapevo nemmeno cosa significasse l azospermia e le relative questioni. Sinceramente la mia paura e che se ne stiano un po' approfittando senza tener conto del lato umano. Vorrei domandare anche come e possibile che dagli esami colturali mio marito risulti positivo al micoplasma con elevata carica batterica e nello spermiogramma questo non risulti. Grazie in anticipo per le risposte

[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

solleva questioni e domande purtroppo che solo con un reale andrologo di fiducia, con chiare competenze in patologia della riproduzione umana, è possibile in diretta sviscerare e chiarire.

Si ricordi comunque che sempre la visita medica in diretta rappresenta il solo strumento diagnostico per poterle dare un’indicazione corretta e che i consigli forniti via internet vanno sempre intesi come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#5] dopo  
Utente 490XXX

La ringrazio per la risposta, la questione e proprio questa nel senso che nessuno degli esperti in materia consultati hannodato risposte esaustive pur avendo uno analizzato il campione di sperma (biologo del centro) e l altro aver visitato mio marito e visionato analisi (il ginecologo che si occupa di infertilita di coppia). Inoltre sono a conoscenza che i vostri sono semplicemente dei suggerimenti basati su dati da me forniti e non su una visita effettuata, detto cio c tenevo a dire che non essendo io medico ne esperta in materia e avendo avuto tanti pareri diversi non saprei sinceramente ove orientarmi ne capire chi sta un po esagerando o traendo conclusioni affrettate e chi meno. Tengo a precisare che nonostate le mie mille domande siete stati molto gentili nel rispindermi e cercare di chiarimi un po le idee.

[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, ora è opportuno fare una piccola ricerca e scovare, vicino alla sua residenza, un vero andrologo con chiare competenze in patologia della riproduzione umana.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#7] dopo  
Utente 490XXX

Volevo porre un ultima domanda secondo voi lo spermiogramma e stato eseguito secondo criteri who o c e qualche anomalia. Grazie

[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Questo, in presenza di una azoospermia, da qui non si capisce; bene chiedere chiarimenti direttamente al laboratorio.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#9] dopo  
Utente 490XXX

Quindi in questo caso non si puo capire se lo spermiogramma sia stato eseguito correttamente o meno...domandavo semplucemente nella speranza che l infezione non rilevata dall esame potesse influire sulla situazione, in quanto il dubbio sorgeva dall affermazione del biologo del centro che ipotizzava tra le cause anche una possibile infezione. Premetto ovviamente che lui non era a conoscenza degli esiti di tampone e spermiocultura in quanto non effettuati li e quindi non capisco da dove abbia tirato fuori questa affermazione visto anche che sul referto e scritto chiaramente (con mio stupore) assenza di leucociti. Le sue testuali parole sn state o ha un infezione o ne produce pochi e ha aggiunto che c era lo 0.01% di possibilita che mio marito fosse totalmente sterile. Per questo motivo domandavo se l esame era eseguito correttamente.. Cioe in base a quello che e scritto su carta non hanno senso le parole dette.

[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Difficilmente si sbaglia in presenza di una azoospermia, cioè quando non si vedono spermatozoi; importante che sia stata fatta anche una citocentrifugazione.

Comunque, in presenza di quadri seminale così estremi, bisogna sempre ripetere l'esame del liquido seminale con relativa citocentrifugazione.

Risenta ora il suo andrologo di fiducia.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#11] dopo  
Utente 490XXX

Grazie mille per la risposta. Sul referto c e scritto centrifugazione e non citocentrifugazione, fa lo stesso?
Inoltre nonostante un secondo spermiogramma vorremmo sicuramente rifarlo, pero noi abbiamo fatto cura con bassado e sinceramente non so se antibiotici, antinfiammatori o altri medicinali possano interferire., in tal caso dopo quanto tempo e opportuno rifarlo dal termine della cura
Grazie cmq perle risposte e per i consigli.

[#12] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"antibiotici, antinfiammatori o altri medicinali..." difficilmente danno una azoospermia.

Comunque dopo 60-75 giorni potete provare a ripetere l'esame.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#13] dopo  
Utente 490XXX

Gentili dottori, ho appena ritirato esami genetici effettuati da mio marito, e con mio enorme stupore non risulta alcuna mutazione (fibrosi cistica: assenza delle mutazioni, cromosoma y microdelezioni dna: il paziente non presenta delezioni, cariotipo di sangue periferico: cariotipo maschile normale 46xy) a questo punto c e ancora qualche speranza di trovare qualche spermatozoo secondo voi?

[#14] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
[#15] dopo  
Utente 490XXX

Ringrazio per le tempestive risposte, credo che adesso dovremmo approfondire maggiormente la questione, magari consultando altri medici un po piu preparati in materia dei precedenti.
Grazie mille x la pazienza dimostrata e x i consigli datemi.

[#16] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, se lo desidera, comunque ci riaggiorni.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#17] dopo  
Utente 490XXX

Gentili dottori, volevo aggiornarvi in merito agli esiti delle ultime analisi effettuate (ecografia ed ecocolor-doppler):testicoli in sede con regolare volumetria, ecostruttura ed ecovascolarita doppler. Epididimi normali per spessore ed ecostruttura. Non segni di versamento idrocelico patologico. Regolare calibro del plesso venoso dx, senza segni di reflusso significativo al color-doppler. Accentuato il calibro del plesso venoso sn, con modico reflusso in valsalva al color-doppler (varicocele di grado 3 nella scala 1_5). Detto ciò mi sorgono ovviamente delle domande... 1 possibile che questo grado di varicocele possa aver influito sulla situazione precedentemente spiegata e 2 deve essere curata, operata o altro? Grazie infinite a chi risponderà

[#18] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Certo, la presenza di un varicocele deve sempre essere tenuta presente e valutata con bravo andrologo e con lui discutere in diretta sulle necessità di un eventuale strategia chirurgica.

Detto questo, se desidera avere poi informazioni più dettagliate su questo particolare ma complesso tema andrologico, le consiglio di consultare anche l’articolo da me pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/388-varicocele-fare-problemi.html

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#19] dopo  
Utente 490XXX

Grazie dottore per la risposta, in realta tutti escludevano un varicocele avendo visionato analisi varie e spermiogramma, dicevano che sicuramente mio marito aveva una microdelezione del cromosoma y, a questo punto il mio dubbio era proprio se un varicocele di 3 grado unito ad infezione da micoplasma sarebbe potuta essere la causa di tutto. Grazie

[#20] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
mai dire mai; anche se non è frequente che un varicocele ci dia un esito così drammatico nel liquido seminale.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#21] dopo  
Utente 490XXX

Salve, volevo aggiornarvi sulla situazione,. Abbiamo fatto visionare l esito degli ultimi esami al medico che ci segue. Inizialmente e rimasto un po sconcertato in quanto credo si aspettasse una qualche anomalia dalle analisi genetiche o testicoli piu piccoli del normale che secondo lui avrebbero giustificato la situazione. Alla mia domanda se il varicocele di 3 grado unito all infezione che aveva mio marito avesse potuto dare un esito di quel tipo mi ha risposto che e quasi impossibile e che se anche operasse il varicocele la situazione non cambierebbe, perche se c e azoospermia c e azoospermia, poi ha fatto un gran parlare sulla questione che a volte la medicina non ha sempre una spiegazione per tutto e che adesso piu che la causa dobbiamo rivolgere la nostra attenzione sul dafarsi, la mia domanda e a questo punto ma e davvero possibile che non ci sia una causa, non so ripetere un secondo spermiogramma dopo la cura dell infezione o altro.. Grazie

[#22] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

se dubbi sulle indicazioni ricevute non c'è altra strada che sentire, sempre in diretta, una terza "campana".

Eventualmente si rilegga anche l’articolo sempre pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/195-azoospermia-spermatozoi.html

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com