Utente 357XXX
Egregio dottore buonasera, sono un uomo di 42 anni, sposato, e da un bel po di anni, almeno 6/7 a livello sessuale mi ritrovo ad avere alcuni problemi. Intanto nn riesco ad avere un erezione del tutto completa, duratura. Quando mi trovo ad avere un rapporto sessuale, prima di iniziare mi trovo ad avere una voglia immensa, ma poi i rapporti durano pochissimo xke ho una eiaculazione precoce, nel giro di pochi minuti, e subito dopo, di colpo, mi passa la voglia, il desiderio sessuale, nonostante magari ancora vorrei continuare il rapporto. Inoltre, se volessi continuare, la ripresa e' molto lenta, e raggiungo con fatica sia l'erezione, ke la seconda eiaculazione. La cosa ovviamente comincia a crearmi fastidio, disagio, nn mi fa vivere i rapporti in modo sereno, xke parto con tanta voglia (cosa normalissima), ma subito dopo mi ritrovo ad avere un calo di desiderio sessuale impressionante. Cosa potrei fare? da cosa potrebbe dipendere? e che cure eventualmente ci sarebbero? in attesa di una sua risposta...cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
[#2] dopo  
Utente 357XXX

egregio dottore, ma lei cosa ne pensa cmq di tutto cio?

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

la sua è veramente una situazione clinica complessa e non semplice e quindi,in questi casi, è richiesto sempre un primo passo decisivo e fondamentale, cioè una visita clinica diretta; senza questa noi, da questa postazione, nulla le possiamo dire di preciso e corretto.

Comunque alcune mie riflessioni e pensieri sui suoi particolari problemi clinici le può trovare nei lavori e nel link che le ho già indicato.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione diagnostica mirata e poi eventualmente una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com