Utente 427XXX
Dottori, io da sempre soffro di prostatite batterica cronica per via di una sindrome da collo vescicale stretto, quindi irrisolvibile se non con intervento che non voglio fare per via degli effetti collaterali (eiaculazione retrograda).
Tutto sommato, nonostante alcuni classici sintomi di prostatite che vanno e vengono (ci sono sempre, ma in alcuni periodi sto molto meglio, in altri peggiorano) tutto sommato è sopportabile.

Il problema è che da qualche mese, di tanto in tanto, soprattutto quando i sintomi peggiorano, durante l’orgasmo noto lo sperma più scuro, cioè di un giallo che tende all’arancione/marrone, il che mi fa pensare che ci siano lievi tracce di sangue al suo interno (sia chiaro, non c’è sangue vero e proprio, pare sia solo qualche traccia miscelata che rende lo sperma più scuro).
Finora mi è successo due volte, una volta circa 1 mesetto fa (un’unica volta), e poi oggi.
Il mese scorso non ebbi dolori in nessun modo, oggi solo un po’ di bruciore interno, nelle aree della prostata/vescica.

L’urologo mi ha detto a telefono di fare una eco transrettale, che farò appena possibile, ma intanto vorrei sapere qualche parere...
Può essere qualcosa di grave? Sono un po’ preoccupato...

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Caro lettore

la presenza di tracce di sangue nello sperma può essere associato ad una prostato-vescicolite.
faccia un esame dello sperma ed una spermiocoltura e poi vada a visita
cordiali saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2] dopo  
Utente 427XXX

Si dottore, è già assodato che ho una prostatite e anche infezioni da Escherichia, Streptococco e Mycoplasma, ma gli urologi mi hanno detto che deriva tutto dal collo vescicale stretto, e che oltre l’intervento non si può fare nulla, ma l’intervento stesso mi è stato sconsigliato in quanto causa eiaculazione retrograda.

Quello che non capisco è, queste tracce di sangue che escono ogni tanto, sono preoccupanti o alla fine sono solo uno dei sintomi della prostatite e quindi devo accettarli senza specifiche preoccupazioni?
Resta il fatto che un urologo mi ha anche detto che, in caso di bisogno, quando la sintomatologia peggiora, posso prendere le supposte Topster.

Quello che vorrei capire è se il sintomo delle tracce di sangue nello sperma può significare qualcosa di più complesso è preoccupante, o non è nulla di che...