Utente 540XXX
Buon pomeriggio.

Sono un ragazzo di quasi 27 anni, vergine.
Per molto tempo l’unico modo che ho sperimentato per masturbarmi è stato quello in posizione prona, strofinando il pene sul materasso.
Credo questo sia dovuto a diversi fattori, in primo luogo il fatto che ho sofferto di fimosi (risolta tramite circoncisione solo 4 anni fa).
Da allora ho comunque continuato a masturbarmi in questo modo.

Ho letto che questo tipo di masturbazione porta a problemi sessuali molto gravi, alle volte irreversibili.
Vorrei sapere se sono ancora in tempo per risolvere e per provare ad avere una vita sessuale normale, considerando pure che sto iniziando una relazione con una persona.

Detto questo, ho visto che il problema che la TMS porta è una eiaculazione ritardata o l’incapacita Di mantenere l’erezione.

Io invece ho iniziato a guardare internet perché noto che nella masturbazione (prona) tendo ad eiaculare molto velocemente, pensando quindi di soffrire di eiaculazione precoce.

Sono molto pessimista ma leggendo qui e lì pare che tutto mi porti alla circostanza che il mio problema sia molto difficile da risolvere, nonostante io sia disponibile ad iniziare un percorso terapeutico.
(Allego che da un paio di mesi ho iniziato un percorso di analisi cognitivo comportamentale, non legato però (o quanto meno non solo) a problemi affettivi-sessuali.

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,nessun timore per riverberi della modalità di masturbazione sulla sessualità attiva,presente e futura.Quanto al ricorso ad una terapia per l'eiaculazione precoce,ve ne sono di farmacologiche,fisiatriche,anestesizzanti etc. che lo specialista reale saprà indicare.Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it