Disfuzione erettile causa frattura al pene?

Salve, sono un ragazzo di 19 anni, vorrei chiedervi un parere riguardo alla mia condizione attuale, con la mia partener non riesco ad avere un erezione ottimale tanto da consentire la penetrazione (nello specifico quando sto sotto) , senza preservativo la situazione è risolvibile, riesco ad avere un erezione per quanto basta per inserirlo e continuo normalmente anche se l erezione perde di un 20% della durezza, con il preservativo invece perdo l erezione quasi completamente in ~5min.
Quando avevo ~14-15 anni esplorando ho piegato il pene fino a sentire un tac e persi l erezione per 1 giorno circa, poi tutto tornò normale.
Ho fatto una visita dall andrologo che ha solo sentito la storia e i problemi senza alcuna visita e mi ha detto che dovrei aver causato una piccola frattura al pene in passato che come conseguenza dovrebbe aver avuto il fatto che il mio pene non sia completamente dritto e quindi la peyronie.
Gli ho chiesto se questa cosa potesse infuenzare l erezione e mi ha detto di no, sono titubante sul fatto che su internet ovunque viene esplicitato il fatto che una frattura del pene o comunque anche la peyronie possano essere cause di disfunzione erettile.

Lui mi ha prescritto virvis per una settimana dicendo che se non dovesse andare bene dovrei usare il cialis per un periodo di tempo limitato finche psicologicamente non vado avanti da solo, quindi in sostanza attribuisce il tutto ad un aspetto psicologico.
Tento a precisare che non quando mi causai quella frattura fu assolutamente indolore e senza alcun gonfiore/ sanguinamento o altro (motivi per cui non mi feci visitare)
Tendo ad aggiungere che sono una persona molto paranoica e ansiosa e faccio una vita pressoché sedentaria
Adesso voglio capire, puo la frattura aver causato una (parziale) disfunzione erettile?

È normale che il pene abbia un massimo dell erezione ma che questo non rappresenti la normale costanza in un rapporto / masturbazione e quindi che sia un po al di sotto?

Inoltre è stato appropriato dare questa diagnosi senza magari un ecografia / palpazione o altro ma solo a voce?

Grazie in anticipo, votrei
[#1]
Dr. Diego Pozza Andrologo, Endocrinologo, Chirurgo generale, Oncologo, Urologo 14,6k 421 2
caro lettore

una componente ansiosa potrebbe essere la causa o concausa delle sue incertezze erettili che però potrebbero essere la conseguenza di alterazioni cavernose collegabili al trauma subito
bisognerebbe però fare degli accertamenti specifici (Rigiscan, ecocolordoppler...) prima di poterlo definire non una semplice visita senza indagini specifiche
la terapia consigliata potrebbe aiutarla ma , forse, sentirei un altro specialista
cordiali saluti

Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la sua risposta , nell eventualità che la causa sia un problema dei corpi cavernosi derivante dal trauma sarebbe una cosa risolvibile? Leggendo le conseguenze di frattura al pene parla di disfunzione erettile permanente, quindi non so mi dica lei , in caso di quali sono i trattamenti piu comuni per problemi ai corpi cavernosi ? Pillole come viagra/cialis?
[#3]
Dr. Diego Pozza Andrologo, Endocrinologo, Chirurgo generale, Oncologo, Urologo 14,6k 421 2
caro lettore
prima di tutto una diagnosi poi una terapia
quei farmaci sono dei "rimedi" non una terapia
cordiali saluti

Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio