Utente 351XXX
Salve, vorrei un parere relativamente alla condizione di mia madre, 85 anni, che due giorni fa ho portato in ospedale perchè presentava affanno, lamentava mancanza di aria e aveva da qualche giorno i piedi e le caviglie gonfie. Al pronto soccorso le hanno riscontrato una fibrillazione atriale (aritmia a 120 b/min. - 125/80 mmhg) trattata con lasix e amiodarone (non so in che dosaggio, però so che le hanno somministrato una flebo sulla quale c'era scritto "3 fl. cardarone" che è durata 12 ore). L'hanno dimessa dopo 24 ore di osservazione in pronto soccorso con la seguente diagnosi "fibrillazione atriale persistente". Mamma non sta prendendo nessun farmaco. Le condizioni generali sono abbastanza buone. Ha fatto le analisi del sangue pochi giorni fa e i valori sono tutti nella norma tranne nella tabella delle Sieroproteine Micro dove l'Alfa2 è %16,9 (rif. 6.0-12,5) e g/dl 1,10 (rif. 0,33-1,09).
Dal Pronto Soccorso nella consulenza cardiologica le hanno prescritto i seguenti farmaci: LANOXIN 0,125 mg. (1 cp/die), AMIODAR 200 mg. (1 cp/die) e Clexane 4000 (1 fl/die). Oggi abbiamo iniziato la terapia. Non c'era scritto nulla circa l'assunzione dei farmaci, come devo regolarmi Oggi le ho dato il Lanoxin alle 17,30 e l'Amiodar alle 20,00 e fatto la fiala di Clexane alle 16,00. Va bene o devo dare il Lanoxin la mattina e l'Amiodar la sera? So bene che dobbiamo consultare a breve un cardiologo, ma volevo nel frattempo avere una Vs. opinione in merito a quanto descritto.
Grazie per la disponibilità e cortesia che sempre dimostrate
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
In realta' se la f.a. e' stata definita come persistente la paziente va trattata con antioagulanti orali (Coumadin o NAO) e poi, a seconda di molti fattori (dimensioni atriali, funzione e dimensioni del ventricolo sinistro provedere ad un tentativo di cardioversione, altrimenti proseguire con anticoaguanti orali e la sola digitale od un calcioantagonista per il controllo della frequenza.
Il Clexane e' un antitrombotico e non un anticogulante e certonon puo' essere assunto a vita.

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 351XXX

Buongiorno Dott. Cecchini, la ringrazio per la celere risposta, portero' mamma da un cardiologo a fine settimana. Iniettare il Clexane per qualche giorno puo' portare conseguenze? Inoltre in attesa della visita volevo chiederle come fare oggi per la somministrazione dei farmaci: LANOXIN 0,125 mg. Stamattina ( anche se ieri lo ha preso alle 16,30?) e AMIODAR 200 mg. Stasera? Clexane 4000 alle 16.00 ( a distanza di 24 ore). La ringrazio ancora e le auguro buona giornata.
Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Nessun problema per il Clexane anche per lunghi periodi.
Per cio' che riguarda sia il Lanoxin che il Cordarone (quest'ultimo totalmente inutile...) non c'e' alcun problema nell'ora di assunzione dal momento che hanno una emivita molto lunga, quindi li puo' assuemre quando vuole.

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 351XXX

Lei non sà quanto mi risolleva la sua risposta. La ringrazio veramente tanto e le auguro una buona giornata.
Cordiali saluti