Utente 500XXX
Buongiorno,
ho una pressione arteriosa che si aggira mediamente intorno 86 mm/Hg (con picchi di 90) per la minima con una massima che generalmente rimane vicina a 125 mm/Hg.
In via preventiva, causa familiarità ipertensiva, per tenere sotto controllo il valore di minima il mio medico curante mi ha prescritto del Ramipril 2,5 mg. - 1 compressa la mattina.
Il mio problema è che che prendendo questa compressa, mi si abbassa la massima a circa 110 mm/Hg e la minima scende intorno agli 84 mm/Hg.
Con il caldo devo sospendere altrimenti la massima mi scende sotto i 110, la minima invece, rimane pressappoco lì, intorno agli 82.
Utilizzo un misuratore digitale di marca primaria e ne ho verificato l'attendibilità confrontandone i valori con apparecchiature professionali.
La mia domanda è, c'è un modo per abbassare solo la minima?
Premetto che non fumo, non bevo e cerco di tenere una alimentazione sana.
All'ultima visita cardiologica (appena qualche mese fa) il Dottore ha rilevato valori pressori normali e nessuna patologia. Unica differenza è che lui misura i valori da sdraiato, il mio medico curante da seduto. Tra queste due modalità rilevo sempre una differenza di almeno - 5 mm/Hg a favore della posizione sdraiata.
Come è meglio misurare la pressione? Da sdraiati o da seduti? Quale posizione da il valore più attendibile.
Ringrazio anticipatamente per le risposte scusandomi per la banalità della mia domanda.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
I valori pressori che lei indica in terapia sobno ottimali....
Prosegua con la terapia, misurando la pressione da seduti, al braccio destro

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 500XXX

Grazie mille e buona giornata.