Utente 495XXX
Salve, ho 21 anni e sono uno studente. Essendo sotto esami universitari da un mese a questa parte ho scombussolato un po troppo il mio stile di vita, specialmente quello realtivo al sonno/veglia riducendomi spesso e volentieri, quasi sistematicamente a studiare la notte e dormire la mattina. Parlo di studiare fino alle 4 e svegliarmi verso le 12. Da 3-4 giorni, avendo avuto al risveglio un male di testa (davvero un'eccezione visto che è raro che ne soffra), ho misurato la pressione e avevo dei valori sballati, la pressione alta si attestava nel range 170-140, mentre la bassa nel range 100-70. Sono 3 giorni che ho questi valori, oggi in particolare la pressione si attesta quasi stabilmente intorno a 150-100.
Preoccupato anche dal fatto che non riesco a prendere sonno a orari "normali", ho fatto le analisi del sangue, che presentano come valori sballati quelli degli eritrociti che sono un po piu alti del consentito (valore: 5,95*10^6/uL) , quelli delle piastrine dove PLT= 140*10^3, (minimo consentito 150), MPV(volume piastrinco medio) = 11,4 fL (range 7,4-10.4) e PCT(piastrinocrito)=0,16% (range 0,19-0,39). Inoltre ho il colesterolo buono HDL pari a 65 mg/dl (range 35-60).
L'esame delle urine, invece, non ha valori sballati.
Ah dimenticavo. Sono 180x70, conduco un'alimentazione sana, faccio attività fisica, e non fumo.
Secondo voi ho speranze nel far ritornare la pressione stabile come un tempo, oppure sono costretto già da adesso a iniziare la terapia farmacologica?
E se si possono ripristinare i vecchi valori, indicativamente quanto tempo occorre?

[#1] dopo  
Dr. Guido Guasti

24% attività
20% attualità
12% socialità
REGGIO EMILIA (RE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2017
Passi l'esame o gli esami e la pressione tornerà normale. Non usi eccitanti o energetici e anche il ritmo sonno/veglia si normalizzerà.
Per le piastrine non trovo nulla di significativo.
Ricontrolli l'emocromo eventualmente in accordo col suo medico curante tra 6 mesi.
Buon pomeriggio
Dr. GUIDO GUASTI

[#2] dopo  
Utente 495XXX

La ringrazio della velocissima risposta! Purtroppo per stare sveglio fino alle 4 di mattina, ero solito prendere 4-5 caffe al giorno, o compresse di caffeina da 200mg a bisogno... e questo rapporto con il suddetto stimolante oggi come oggi mi preoccupa. Sono 3 giorni che non ne faccio uso però e la pressione ahimè non vuole scendere. Le riporto l'ultima misurazione fatta 10 min. fa 160/102 con 62 pulsazioni. Sento nei pressi della base sinistra del collo pulsare e la cosa non mi fa di certo tranquillizzare. Stesso discorso quando mi appresto a dormire, di conseguenza ho passato ben 3 nottatacce, stasera sicuramente sarà la quarta. Crede che per riequilibrare il ritmo circadiano sia indispensabile ricorrere a integratori di melatonina?
E, ultima domanda, crede che dotrei usare qualche tipo di integratore per tenere sotto controllo la pressione in questo momento?

Grazie in anticipo del tempo dedicatomi!

[#3] dopo  
Dr. Guido Guasti

24% attività
20% attualità
12% socialità
REGGIO EMILIA (RE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2017
Sulla melatonina sono d’accordo. Sulla pressione no. Nel senso che ha fatto abuso di caffeina (da non fare mai perchè non serve a nulla) e ha sospeso di colpo, cosa da evitare! Non so cosa o meglio quante cp significhi per lei “al bisogno” comunque ne prenderei comunque 1 al giorno per almeno 3 giorni in modo da scalare se ne prendeva più d’una.
Visto il caldo le consiglierei magnesio/potassio per qualche giorno.
Ma non stia a pensarci. Appena passato lo stress passerà tutto.
Dr. GUIDO GUASTI

[#4] dopo  
Utente 495XXX

Grazie ancora della risposta! Le cp le prendevo in sostituzione del caffe. Comunque oggi giorno 4, altra nottataccia passata, e pressione mattutina a 164/102 con 76 battiti. Nel pomeriggio andrò a consulto dal curante. La tengo aggiornata in ogni caso. La ringrazio del suo prezioso tempo concessomi.