Utente 504XXX
Buongiorno, mi chiamo Claudio ho 26 anni e abito in provincia di Rimini.
Sono Alto 1,75cm Peso 65KG e fumavo 1 pacco di sigarette al giorno da 8 anni .(ho smesso da 6 mesi)
Mi è successo durante una partita di calcetto amatoriale, ad un certo punto il cuore ha iniziato a sfarfallare impedendomi di continuare, così mi sono accasciato a terra e hanno chiamato immediatamente i soccorsi.
Mentre ero disteso un infermiere "compagno di squadra" parlava con i medici e anche lui ha riscontrato che il cuore era aritmico onestamente lo percepivo anche io in quanto non era una comune tachicardia.
Detto questo non presentavo dolore toracico o peso di nessun tipo, e poco prima dell'arrivo dei soccorsi il ritmo si è ristabilito normalmente.
Il tutto è partito da quelle che di solito riconosco come extrasistoli, dopo di che a catena per 5 minuti ero in terra convinto che sarei andato in arresto cardiaco per via della continua aritmia.
Ovviamente da ECG non è emerso nulla se non un blocco di branca destra incompleto già riscontrato da bambino.
In ospedale mi hanno fatto alcuni controlli dai quali sembrerebbe non essere emerso nulla, ma soprattutto il cuore non aveva sofferto.
Così mi prescrivono degli esami da fare tra cui Holter Eco e prova da sforzo.
Tutti questi esami non riscontrano nessuna patologia se non qualche aritmia fisiologica respiratoria a detta loro nulla di grave, e ovviamente di tutte le extrasistoli che ogni giorno avverto in quelle 24h non se ne è presentata nemmeno una.
Sul Cicloergometro tutto ok anche li nessuna anomalia riscontrata.
Ma io so che quella sera anche se ho chiesto un po troppo dal mio fisico nonostante sia comunque allenato e faccia lavori manovali qualcosa è successo.
Ogni giorno avverto delle extrasistoli che nel secondo holter che ho fatto sono state evidenziate, anche quelle reputate isolate, ma ciò che mi impedisce di riprendere a fare sport è la paura che mi possa ricapitare.
Ovviamente senza un quadro clinico completo non chiedo nulla , ma vorrei capire se a un soggetto sano può capitare ciò che è capitato a me quella sera.
Per esempio quali altre visite poter effettuare per escludere almeno al 90% delle patologie,sono convinto che 1 volta su 10 mi possa ricapitare
e vorrei sapere in base alla vostra esperienza se una volta che succede una cosa simile significa che qualcosa in fondo deve esserci oppure no.
Spero di essere stato abbastanza esaustivo.

Grazie infinite.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Puo' darsi che lei abbia presentato una banale tachicardia sopraventricolare.
Ovviamente sono opinionio, dal momento che non c'e' alcuna riscontro documentale

Non vedo motivo di vivere con la paura.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza