Utente 541XXX
Salve Dottore, sono un uomo di 41 anni, e volevo gentilmente informazioni a proposito dell'utilizzo del Cholecomb 10/10. Mi spiego meglio: fin da adolescente ho sempre avuto valori di colesterolo superiori a 200(in genere tra i 220 e i 240), e tutte le volte il medico di famiglia mi diceva che dovevo solomodifica l'alimentazione(eliminare insaccati, latticini,fritture,ecc...). Le ultime analisi in laboratorio, le ho effettuate lo scorso 19 marzo e i valori erano i seguenti: colesterolo totale 300; hdl 38; ldl 228; trigliceridi 169. Dopo una decina di giorni e una drastica modifica dell'alimentazione (consigliatemi precedentemente), ho nuovamente effettuato le analisi (questa volta ho fatto il test in farmacia), e il colesterolo totale era 238. A questo punto, il mio medico di famiglia, mi ha consigliato di consultare un cardiologo perché a suo dire avrei dovuto cominciare ad assumere le statine, perché probabilmente si trattava di colesterolo ereditario. Qualche giorno dopo ho fatto la visita dal cardiologo, e mi é stato detto che avrei dovuto prendere il Cholecomb 10/10 come terapia. Nei giorni successivi all'inizio della terapia (3/4 giorni dopo) ho effettuato il test in farmacia e il colesterolo totale era sceso già a quota 152. Oggi, a distanza di oltre 3 settimane dall'inizio della terapia, ho rifatto il test per vedere come andava, sempre in farmacia, ed il valore era sotto quota 100. Il farmacista mi ha detto che la macchina a loro disposizione sotto quota 100 non dà il valore preciso, ma avvisa solo che ci si trova sotto quella quota. Ho contattato il cardiologo per sapere se fosse normale avere questi valori, e se casomai avessi dovuto sospendere o modificare la terapia, ma mi é stato detto di rifare il controllo tra due mesi in un laboratorio analisi (a suo dire il test in farmacia non é attendibile) e che la terapia resta questa. Cortesemente, secondo Voi é giusta questa scelta del cardiologo?...passare da 300 a sotto i 100 in 3 settimane é normale? Posso stare tranquillo? Grazie per le eventuali risposte.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Il farmaco in questione e' eccellente come vede.
Nel suo caso puoì passare al dosaggio 5\10 una cpr alla sera

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 541XXX

La ringrazio dottore per la sua celere risposta. Naturalmente, che il Cholecomb faccia effetto, l'ho notato subito , anzi, mi sembra che vedendo i valori, funzioni pure troppo!!...La mia domanda rimane: é pericoloso avere valori sotto quota 100? Ho letto qualcosa sun internet e si parla di rischio danni ad altri organi, pericoli vari, ecc....ovviamente chiederó al cardiologo se posso passare al Cholecomb 5/10 come lei mi ha suggerito. La ringrazio nuovamente.

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Assolutwmente no.
Si tranquillizzi
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza