Tachicardia,extrasistole e pressione alta

Salve, ho 33 anni e da sempre sono una persona molto ansiosa.
Dieci anni fa durante la mia prima e unica gravidanza, scoprii di soffrire di pressione alta e di avere i battiti cardiaci veloci, ma sono sempre stata una persona emotiva e ipertesa.
Sinceramente sono stata molto incurante del problema e non mi sono mai preoccupata di farmi visitare o di parlarne con il mio medico curante.
All’epoca avevo 23/24 anni e come tutti i giovani mi sentivo alla grande! In questi 10 anni sono anche ingrassata molto, sono sempre stata di costituzione robusta...alta 1, 70...e da 78 chili sono arrivata a pesarne 133.

Negli ultimi anni peró sono comparsi vari problemi: giramenti improvvisi di testa accompagnati da ronzii nelle orecchie, sbandamenti, affanno, bruciore allo stomaco, reflusso gastrico, cartilagine deteriorata alle ginocchia e ciclo mestruale non più regolare come una volta.
Insomma uno schifo! Stufa di questa situazione pian pianino ho cercato di rimettermi in sesto, controlli ginecologici e il ciclo si è ristabilito, infiltrazioni di acido ialuronico alle ginocchia e finalmente DIETA! Ho iniziato la dieta 10 mesi fà e ho perso 15 chili.
Non sono andata da un dietologo ma ho corretto le mie abitudini alimentari.
Ho notato subito un netto miglioramento, giramenti di testa e sbandamenti diminuiti, bruciore e reflusso spariti, ciclo mestruale puntualissimo.
Una settimana fà peró ho iniziato ad avere tachicardia improvvisa ogni giorno e tuffi al cuore, forse extrasistole?
La tachicardia durava poco e poi spariva.
Sono comparsi dolorini al petto, dietro una scapola e al braccio sinistro.
Due giorni fà la tachicardia si è ripresentata per tutto il giorno con relativo affanno e vertigini.
Ho preso uno spavento tanto da recarmi al pronto soccorso.
In ospedale mi hanno fatto un ECG, esami del sangue e somministrato sodio cloruro e una flebo di Diazepam.
L’ECG era apposto ma c’era una semplice aritmia.
Anche gli esami del sangue tutto ok.
Diagnosi: Stato ansioso reattivo.
Il medico del PS mi ha detto che era stato un attacco di panico così mi ha prescritto 10 gocce di Lexotan.
Non mi ha dato nulla per la pressione alta e mi ha detto che la dieta non stava influendo con il mio malessere.
Appena lunedì potró andare dal mio medico curante per discuterne e nel frattempo non sto benissimo.
In questi giorni la tachicardia avvolte compare in maniera più leggera ma sopratutto ho numerosi tuffi al cuore e fitte improvvise al petto.
Oggi per esempio ho avuto un improvviso stordimento in testa con la presenza di acufeni ed è durato pochissimo.
Tutto ció mi spaventa, ho paura di avere qualcosa al cervello o al cuore.
In questi 10 anni ho avuto moltissimi problemi gravi nella mia vita, e un anno fà a mia figlia di 9 anni è stata diagnosticata un’insufficenza renale poichè ha un rene che funziona solo al 14% e ha avuto anche problemi alle valvole della vescica.
Ho scritto ció per farvi capire anche il mio stato d’animo attuale.
Grazie.
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 76k 2,8k 2
Il fatto che i sintomi siano receduti in PS dimostra che il suo e' un problema ansioso, da trattare farmacologicamente
Complimenti per il successo che sta avendo nel dimagrire...prosegua cosi

cecchini

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio! In questi giorni ho preso sempre le gocce di Lexotan e purtroppo ho continuato ad avere la pressione alta. Continui dolori,tipo infiammazione alle spalle,collo e ai lati della testa. In più ho un continuo senso di vertigine,anche stando seduta. Secondo lei è dovuto ad una probabile cervicale? Domani finalmente andró dal mio medico curante.
[#3]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 76k 2,8k 2
Mi scusi cosa intende per pressione alta? quante volte la misura al giorno? e che valori trova? Perche' alta o bassa o normale non significa niente per me

arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4]
dopo
Utente
Utente
Misuro la pressione parecchie volte durante l’arco della giornata.
Un attimo fà ho fatto un’altra misurazione e i valori sono questi:

Massima 125
Minima 97
Pulsazioni 89

Stamane sono andata dal mio medico curante,ha detto che l’ECG è ok. Secondo lui,dato il mio importante calo di peso,e avendo sempre i valori alti di pressione ovviamente ho avuto questo spiacevole episodio. Mi ha detto di andare a fare gli esami per controllare la tiroide e mi ha prescritto per 8 giorni questa cura:

Cardicor 2,5 1 compressa prima di dormire
Diclofenac 100 1 compressa dopo il pranzo

Lui dice che al 70% questi miei malesseri sono dovuti alla mia ipertensione.
Se dopo 8 giorni,prendendo questi farmaci, i sintomi non sono regrediti allora bisognerà appronfondire.

Che ne pensa dott. Cecchini?
[#5]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 76k 2,8k 2
Innanzitutto il Cardicor non e' certo il beta bloccante piu' indicato per la cura della pressione, sarebbe preferibile il nebivololo.

In secondo luogo non so perche le e' stato prescritto il diclofenac che e' un antinfiammatorio.
Tenga presenta che questo farmaco puo fare aumentare la pressione se rpeso per lungo tempo

arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#6]
dopo
Utente
Utente
Penso che il Diclofenac mi sia stato prescritto per l’infiammazione che sento al collo e alle spalle...infatti sono dubbiosa se assumerlo dato che tende a far aumentare la pressione...vedró come regolarmi. La ringrazio per il suo consulto.

L'ipertensione è lo stato costante di pressione arteriosa superiore ai valori normali, che riduce l'aspettativa di vita e aumenta il rischio di altre patologie.

Leggi tutto

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test