Pericardite non essudativa dopo covid

Buonasera gentilissimi dottori.

Ho avuto il covid a fine marzo, negativa da metà aprile.
La malattia è stata breve, ho avuto poca febbre e nemmeno un colpo di tosse, soltanto un po' di tachicardia.
La saturazione perennemente al 99%.
Per mesi ho avuto un leggero affanno, con dolori al petto e un po' di stanchezza.
Con le analisi ordinate dal curante hanno trovato l'emoglobina leggermente bassa, ho fatto una cura da un ematologo ad inizio Giugno e i valori sono risaliti.

Sempre in concomitanza della cura ho cominciato ad avvertire un po' di tosse e dolori al petto che si accentuavano.
Sono spariti dopo un po' per ritornare ad Agosto, con una tosse molto più insistente e dolori che prendevano anche il braccio sx.
Il medico di base vedendo una persona giovane ordina un elettrocardiogramma dal quale non si evince nulla, sintomi persistenti e decido di fare un ecocardiogramma che rileva questa pericardite.
Il cardiologo mi prescrive indoxen 50, ma il curante me lo cambia con deltacortene da 25mg per 5 giorni poi a scalare perché indoxen mi ha dato vomito acidulo nonostante i gastroprotettori.

Finiti i 15 giorni di cortisone stavo bene e poi una ricaduta dopo una settimana.
Ricomincio a tossire, dolore al petto.
Altro cardiologo, altro ecocardio che evidenzia pericardite non essudativa senza liquido pleurico o liquido nel pericardio, foglietti leggermente scollati e proteina c reattiva alta ma leggermente.

Insomma mi da brufen 600 due volte al giorno ma dopo una bustina sto malissimo con lo stomaco e me lo ricambia (il cardiologo stavolta) in deltacortene da 25 per 15 giorni, poi mezza pasticca per altri 15 e poi 5mg per altri 15.

In tutto ciò... la tosse e il dolore al petto persiste.
Mentre precedentemente il cortisone mi ha dato un beneficio, adesso non ne ho più.
Non si dovrebbe associare un antbiotico al deltacortene?
E' normale che con la ricaduta persistano i dolori e la tosse secca?
Sto cominciando a scoraggiarmi...
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 78,7k 2,9k 2
Se mai aggiungerei al cortisone la colchicina, e non certo un antibiotico che non serve a niente perche' la pericardite e' virale ,
Controlli anche troponina HS e CPK mB

Arrievderci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

Il Covid-19 è la malattia infettiva respiratoria che deriva dal SARS-CoV-2, un nuovo coronavirus scoperto nel 2019: sintomi, cura, prevenzione e complicanze.

Leggi tutto

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test