Senso di svenimento, extrasistoli

Oggi mentre ero tranquillamente seduto al lavoro (computer) ho sentito che stavo come per svenire, durata pochi secondi ma molto spaventoso.
Ho subito controllato il cuore, ma batteva regolare.
Qualche minuto prima avevo avvertito dei piccoli dolori di qualche secondo dietro lo sterno, ma ho pensato che fossero muscolari, mi capitano.

Ho poi misurato la pressione ed era molto più alta del solito, 156/94 e 65 BPM.
Da dire che nel frattempo dovevo concentrarmi molto e calmarmi per non tremare in ogni singolo muscolo.


Faccio una vita piuttosto sedentaria e soffro di extrasistoli soprattutto quando mi viene l'ansia e l'insonnia o quando ho mangiato un po' di più e ho eruttazioni.

Ho fatto vari esami (RM, vari ECG, Holter, esami sangue, ECG sotto sforzo, gastroscopia) dai quali tuttavia non è uscita una soluzione al problema extrasistoli.

La RM trovo "lieve versamento pericardico" a luglio (casualmente fatta qualche GG dopo la seconda dose vaccino COVID) e la gastroscopia trovò "gastrite fa reflusso biliare".

L' ECG sotto sforzo fu interrotto prematuramente per intervenuta tachicardia atriale, ma è da dire che purtroppo lo feci in un giorno di parecchia ansia... Il mio cardiologo decise di ignorare la cosa che in effetti non si era mai manifestata nemmeno con sforzi di gran lunga maggiori.


Questo senso di svenimento è invece stato spaventosissimo.
Avevo avuto cose simili prima di addormentarmi, ma mai così.


Ho chiamato il cardiologo ei ha detto che possiamo fare una sorta di Holter di un mese e che si informa per dove farlo.

Da un paio di giorni ho anche un leggero senso di confusione continuo, ma questo credo che sia l'artrosi cervicale, diagnosticata 10 anni fa.


Intanto però ho ripreso a pensare ogni male... È nato il mio secondo figlio una settimana fa e non riesco a togliermi dalla testa che non lo vedrò crescere.

Provo a convincermi che è solo ansia, ma non ci riesco.

Essenzialmente sono convinto che morirò a breve ma non so proprio che fare, mi sento sopraffatto, arreso.
Fatico a nascondere tutto... È una cosa a fasi alterne ma sono mesi che non ne esco.


Cosa posso fare?
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 80,6k 2,9k 2
Le consiglierei di chiedere una mano ad uno specialista per curare la,sua ansia

cordialita

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
dopo
Utente
Utente
Molte grazie per il suo pronto riscontro.

Anche io ho pensato più volte di essere ansioso ma degli sfarfallamenti ci sono e proprio non capisco come potrei "inventarmi" certi sintomi, non riesco a crederci, credo che debba innanzitutto capire cosa non va al cuore e l'ansia sparirà.
Credo che sbaglio a raccontare i sintomi e mando Lei (e altri medici) fuori strada.
Ma se anche lei dice così, proviamo pure per l'ansia. Uno psicologo, giusto?
[#3]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 80,6k 2,9k 2
Lei NON si inventa i sintomi, ma da loto troppa rilevanza.
Quando io ho un po' di tosse penso ad una bronchite e non subito vado a pensare alla TBC od al cancro.
Le extrasistoli sono presenti, anche a centinaia , anche nei cuori piu' sani.
Quindi occorre abituarsi a conviverci, tutto li.

Arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test