Utente 106XXX
Gentili Dottori, avrei bisogno di aiuto perché qui in zona non riesco a risolvere un annoso problema. Ho richiesto poco tempo fa su questo sito un consulto per un problema emorroidario, le emorroidi sono state operate ma il problema è rimasto, ora il proctologo mi ha riferito che sembra più un problema di dermatite perianale esterna che di proctite interna, entrambe lievi ma comunque molto fastidiose, avverto bruciore non solo a stare seduto.. Chiaramente non potete visitarmi a distanza, però vorrei un vostro parere sulla possibilità di avere una dermatite perianale di origine streptococcica, perché i dottori qui in zona a questo non credono, ma ho sofferto in età adolescenziale di placche alla gola che poi se ne sono andate, anche se ancora oggi ho una patina costante di catarro con annesso senso di deglutizione al bisogno e la gola tende ancora a irritarsi facilmente quando parlo o con un po' di freddo. C'è un documento in rete che spiega come questo batterio, molto resistente, supera le barriere dello stomaco fino a collocarsi nella mucosa dell'intestino. Volevo un vostro parere su questa possibilità prima di recarmi in qualche città più importante e avere un parere quanto meno più professionale di quelli ricevuti qui in zona, molto superficiali. Nel 2006, all'esordio di questo fastidiosissimo bruciore anale, risultati positivo al Coagulase Stafilococco, non so se questo può convalidare la mia tesi. Che cosa ne pensate? Vi ringrazio molto anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

l'anite streptococcica è quadro inequivocabile all'occhio dell'esperto dermovenereologo.

Pertanto la invito a chiarimenti con questo specialista senza ulteriori ipotesi autogenerate; per ora da ciò che leggo non mi pare possa essere presente ma la visita è fondamentale.

saluti
Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 106XXX

Ho capito, quindi lei dice che se si fosse trattato di un'anite sarebbe saltato ben all'occhio dello specialista. Il fatto ora però è che molti proctologi/gastroenterologi qui in zona dopo le visite si limitano a prescrivermi o la mesalazina o il cortisone, soluzioni che in passato ho vanamente tentato. Anzi, ho avuto anche la sensazione che la parte si sensibilizzasse ancor di più dopo il trattamento. Una dermatologa in passato aveva dapprima rilevato la presenza di tanta candida, ma dopo una settimana non l'aveva più vista, non so come sia possibile ma andarono così le cose. Cosa posso fare a questo punto? Forse rivolgermi nuovamente a un dermatoogo? Magari cercando stavolta una figura che si occupi anche dell'osservazione di mucose interne? Vorrei cercare di escludere tutte le cause organiche prima di affermare che si tratti di un problema psicosomatico generato magari dall'ansia, che sicuramente c'è ma che non so possa determinarlo interamente. Non perché il mio problema debba avere per forza una spiegazione scientifica, però andando per esclusione ci si dovrebbe arrivare no? Lei cosa ne pensa?

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente, come le ho consigliato la visita che deve effettuare e quella dermatologica. La mesalazina è un farmaco che si prescrive per la rettocolite ulcerosa: lei ha effettuato una colonscopia per accertare questo dato?
Mi faccia sapere.
Dott.Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#4] dopo  
Utente 106XXX

Sì proprio di recente, dopo che l'ultima risaliva addirittura al 2006, me l'ha prescritta una gastroenterologa rimproverandomi per il fatto di non averla effettuata prima dell'intervento di Giugno, ma il chirurgo non l'aveva ritenuta opportuna sostituendola con una rettoscopia. Dalla colonscopia non è risultato niente, io da profano vedo che ci sono dei puntini rossi in prossimità della mucosa esterna, un po' di rossore e nulla più.

[#5] dopo  
Utente 106XXX

Se Lei si sente abbastanza sicuro di potermi aiutare a risolvere a me venire a Roma non crea tanto disagio, specie se questo viaggio potrebbe aiutarmi a risolvere in via definitiva questo annoso e frustrante problema.

[#6] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Questo servizio non serve a indicare la nostra sede come quella risolutiva.
Ognuno sceglie secondo propria coscienza il Medico di fiducia e di certo noi non indichiamo mai la nostra sede per Etica e Deontologia professionale.

Pur accogliendo pazienti da tutta Italia, io sono certo che nella sua città riuscirà a trovare un bravo specialista che saprà aiutarla.

saluti
Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it