Orticaria

Buongiorno. Da 3 mesi soffro di orticaria cronica con manifestazioni diffuse di prurito, angioedemi e pomfi. Non ho mai sofferto prima di questo problema, e non avendo cambiato abitudini ambientali o alimentari io sarei poco propenso a ipotizzare cause allergiche o di intolleranza. Ad ogni modo per prudenza ho provato a eliminare alcuni farmaci che potrebbero causare orticaria, quali ad esempio acido acetilsalicilico, fans, ACE inibitori, sostituendoli con altri, senza però ottenere miglioramenti. Ho anche notato che qualsiasi antistaminico io assuma (Robilas, Kestine, Zirtec) questo mi peggiora i sintomi anziché alleviarli, dunque non assumo più alcuno antistaminico. Al momento controllo bene i sintomi solo assumendo dosi quotidiane di Deltacortene (5 mg); però non vorrei continuare così all'infinito.
Riguardo alle cause possibili, ho effettuato diverse indagini, finora tutte con esito negativo, quali: ricerca parassiti intestinali, analisi urine con urocoltura, ricerca focolai infettivi in arco dentale e seni paranasali, tampone faringeo. Riguardo alle funzionalità epatica, renale e tiroidea ho calcoli biliari però asintomatici, una cisti renale pure asintomatica e un nodulo tiroideo sotto controllo annuale con agoaspirato. I parametri di questi organi rilevabili dall'analisi del sangue sono tuttavia normali. Soffro pure di ipertrofia prostatica controllata con Xatral e Avodart, e inoltre controllo gli acidi urici con Allopurinolo 100 mg. Riguardo agli altri parametri rilevabili da analisi del sangue, risulta fuori norma solo la PCR (1,43). Autoimmunità titolo 1:80.
Soffro di ernia iatale con reflusso gastroesofageo, motivo per il quale da molti anni assumo Lucen 20mg. Sto diminuendo la dose con l'obiettivo di azzerarla temporaneamente allo scopo di ricercare poi la presenza di Helicobacter Pylori.
Terminata anche quest'ultima ricerca, nel caso desse risultato negativo non saprei proprio cos'altro fare per cercare la causa di questa orticaria.
Vorrei pertanto chiedere cosa potrei ancora fare per proseguire l'indagine. Grazie.
[#1]
Dr. Luigi Laino Dermatologo 21,9k 463 493
Gentile utente

le Orticarie possono essere di diversa natura: il 50% delle forme croniche rimane addirittura idiopatica (senza causa apparente); è seguito dal un dermatologo?

saluti
Dr Laino

Dr.Luigi Laino Dermovenereologo, Tricologo
Direttore Istituto Dermatologico Latuapelle
www.latuapelle.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la risposta
Attualmente sono seguito da un dermatologo, il quale mi ha ordinato gli esami che ho riportato, e dice le stesse cose che ha detto lei.
Adesso però c'è una svolta apparente.
Come le accennavo, il gastroenterologo mi ha prescritto la ricerca dell'Helicobacter pylori e, in via preliminare all'esame, la sospensione totale del farmaco Lucen per una decina di giorni. E' una prova che io non avevo mai fatto prima perché il reflusso esofageo è per me un problema molto importante, e mi costa fatica sospendere il farmaco; infatti al momento sono costretto a consumare giornalmente parecchie pastiglie di Maalox per ridurre il bruciore,
Ebbene: da quando ho sospeso il Lucen non ho più alcuna manifestazione di orticaria, anche se ho completamente cessato il cortisone.
Possibile che fosse proprio il Lucen, che prendo da almeno 10 anni, a provocarmi l'orticaria? Oppure trattasi di pura coincidenza? Penso che terminato l'esame per l'Helicobacter proverò ad assumere nuovamente il Lucen per vedere se i sintomi di orticaria ritornano. Altre idee non mi vengono. A meno che lei non mi suggerisca altre soluzioni. Buona giornata.

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa