Intervento rimozione nei

Buongiorno,
ho quarant'anni e non ho mai effettuato una visita per il controllo dei nei, pur avendone un numero notevole e avendo la carnagione e i capelli chiari.

Al momento non mi sembra di avere nei particolarmente grandi, di dimensioni irregolari, o mutati nel tempo.
Ne ho però uno a rilievo sul lato dell'alluce sinistro, che mi preoccupa perché so che sui piedi posso essere più pericolosi.
La mia paura, o per meglio dire fobia degli aghi, non mi fa decidere ad andare alla visita.
Volevo fare alcune domande.
È vero che quei nei possono essere più pericolosi degli altri?
Quanto tempo occorre generalmente tra la visita e l'operazione per fare l'intervento?
E soprattutto, se dovessero asportare quello dell'alluce, dove viene fatta l'anestesia?
Qualcuno mi ha detto che l'ago deve passare sotto l'unghia, e questo mi frena moltissimo dal decidermi ad andare a farmi visitare.
Esistono eventualmente altri sistemi per l'anestesia?

E infine, è vero che il decorso post operatorio è lungo e doloroso coms accaduto a un mio amico, che, operato da un paio di nei sotto i piedi, si è dovuto assentare dal lavoro oltre un mese per il rischio che camminando si togliessero i punti?
Anche questo, oltre al fattore dolore, mi frena parecchio.
[#1]
Dr. Luigi Laino Dermatologo 21,9k 461 493
Gentile utente, semplicemente lei parte da una considerazione del tutto sbagliata: i nei palmo plantari hanno lo stesso grado di rischio degli altri, solamente detengono forme solitamente diverse e per questo vanno indagate con lo specialista esperto. Le consiglio di effettuare serenamente, anzitutto la mappa dei nei
Per ulteriori info
Www.latuapelle.it
Www.mediciitalia.it
Dr Laino

Dr.Luigi Laino Dermovenereologo, Tricologo
Direttore Istituto Dermatologico Latuapelle
www.latuapelle.it

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio