Ansia e problemi relazionali,non mi sento più me stessa:aiutatemi perfavore!!

Salve dottori, (scusate per il testo eccessivo ma ho bisogno del vostro aiuto, non so cosa ho) mi sono conosciuta con un ragazzo l'anno scorso e siamo diventati migliori amici poi è diventato qualcosa in più ma io ero sempre insicura se lo volevo o non lo volevo fin quando poi non si è messo con una ragazza ed io ero a pezzi, ci siamo litigati anche perché si bacio con altre stanco della mia attesa ed insicurezza a portarlo sempre il canzone su questo (anche perché ero gelosa un giorno lo volevo e l'altro no ma quando era a contatto con altre lo rivolevo) e per due mesi non ci siamo parlati, poi si fidanzó
ma la lascio per me, dopodiché ci siamo fidanzati fin ad oggi che sono passati 8 mesi... ma parte tutto dal compagno di mia mamma che un paio di giorni fa disse che comunque poteva essere che ci stavo per abitudine etc.
Ed ecco che ricomincio come in estate, nei mesi estivi non ci davo peso anzi, ma adesso ho l'ansia frequentemente, non so se lo voglio o no... e se penso che possa stare con un altra piango continuamente, non ho più voglia di uscire e se penso che possa avere un futuro senza di me mi dispero pero allo stesso tempo il fatto di volerlo è a momenti ed é un continuo di ''non lo voglio, lo voglio, mi sento in colpa, non voglio stia con un altra che non sono io perché mi causerebbe una tristezza eterna, vorrei cambiare le cose... ma non capisco nemmeno io cosa ho.
(premetto che mi tratta come una principessa e se sto male sta male anche lui, lo voglio bene anche per l'amicizia passata e ci sono affezionata) sono arrivata al punto di aver paura di pensare, ho pensato anche fosse infatuazione o fossi egoista ma non penso sia così anzi, abbiamo provato a lasciarci e comunque stavo diciamo meglio ma con sempre l'ansia anche se leggermente diminuita, ma la tristezza é aumentata tanto da avere pensieri brutti... una sera mi disse che andava ad un compleanno e mi misi a piangere sola a letto, ho paura anche che mi lasci sola se rimaniamo amici ed altre paranoie, sono andata perfino da una cartomante per cercare di risolvere questa situazione su di me ma niente, anche quando vado a casa dei miei suoceri viene l 'ansia e anche un po di dispiacere perché li voglio bene, aiutatemi a capire cosa ho, RINGRAZIO IN ANTICIPO.
[#1]
Dr. Ferdinando Toscano Psicologo 139 9
Gentile utente,
A volte non si è pronti e non si è nelle condizioni di stare con un'altra persona.
Innanzitutto, lei pensa di sapervi stare bene da sola? Tutto parte da qui.
Non si è poi nelle condizioni soprattutto per costruire cose dalle pretese impegnative. Non è una colpa ma un accadimento, una fase della vita. Qualcosa che c'è e si modificherà.
Lei descrive un rapporto morboso (piange se il suo ragazzo va a una festa di compleanno), grandi insicurezze, parla inoltre di una affezione più che di un amore.
Ma, d'altro canto, lei è giovane giovane e il suo ragazzo anche, probabilmente.
Le consiglio di non pensare le cose come troppo serie. Specie in certi contesti, pare sia una regola.
Ma senta a me, se ne affranchi, lasci perdere, se la viva più spassionatamente.
Lasci perdere anche il grande amore a tutti i costi, i grandi progetti a meno di vent'anni, i fidanzamenti "in casa" fatti "ambressa ambressa".
"Pazziate" un poco di più, sperimenti la sua vita sentimentale senza troppe pretese. Senza andare troppo in là, per come viene alla giornata.
Le auguro un amore che cresce e non che nasca cresciuto. Con il tempo si impara ad attendere, a valutare, ad andare piano coi progetti nel futuro.
E poi, quando uno se la sente... Se la sente davvero.
I tira e molla non sono un buon segno per nessuno dei due. Siate liberi e lasciatevi liberi, in coppia o da soli che stiate. Siete due giovani persone, non due mazze elettrosaldate.

E, chiaramente, lasci perdere la cartomante.
Dicono solo scemenze e basano il loro lavoro sulla suggestione delle persone. Vendono una esperienza, un rituale. Ma cosa devono fare... Quanto le ha chiesto? Spero poco.
Con quei soldi si mangiava una pizza e forse la offriva pure a un'amica.

Auguri

Dott. Ferdinando Toscano
Psicologo

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test