Utente
salve sono un ragazzo di 22 anni prima non ho mai avuto problemi di salute.
da un po di tempo soffro di un bruciore allo stomaco e una specie di febbre e calore sul addome superiore. quando sono stato dal medico mi ha detto che si trattava di un normale reflusso. ho usato delle medicine per un periodo di tempo tutto risolto ma dopo un mese riavuto gli stessi sintomi sono stato al pronto soccorso mi hanno fatto gli analisi del sangue è tutto nella normale e mi hanno detto di fare una gastroscopia:

il risultato della gastroscopia: tutto normale , ma lieve attività della mucosa gastrica tuttavia sono stati prelevati dei frammenti per la biopsia e test Istologico.

oggi ho ricevuto il risultato degli analisi:
prensenza di microorganismi tipo Helicobacter Pylori: gastrite cronica non atrofica severa (positività hp +++).

chiedo il vostro aiuto se mi potete spiegare cosa vuol dire di preciso anche se ammetto sono un po preoccupato. inizierò giustamente anche la terapia, ma ci sono possibilità di eliminarlo durante la prima terapia?

sono un tipo ansioso è ogni volta che ho un minimo di dolore cerco su internet di capire di cosa si tratta, magari non potrebbe essere la cosa giusta e ammetto che ho paura di ammalarmi tipo tumori o altro, infatti da un paio di settimane che presento una diarrea più volte durante la giornata e sente come se scarico la mia ansia e lo stress sullo stomaco e sul colon perciò non ho la minima idea di cosa si tratta. in questi giorni ho avuto un dolore forte nell´addome sia sinistro che destro sono stato dal dottore mi ha detto che si tratta di aria bloccata nel colon e con delle medicine è passato tutto. vi chiedo se può essere una correlazione a tutto questo?
grazie tanto in anticipo!

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Premesso che i sintomi riferiti ci stanno con una sindrone del colon irritabile, il risultato della gastroscopia parla di una "gastrite cronica non atrofica" che deve essere curata con l'eradicazione dell'Helicobacter e con i farmaci antisecretivi (che le hanno portato beneficio). E' difficile darle una risposta sull'efficacia della terapia. Comunque, qualora l'HP dovesse "resistere" con sono altre terapie a cui fare affidamento.


>> sono un tipo ansioso è ogni volta che ho un minimo di dolore cerco su internet di capire di cosa <<

E' proprio quello che deve evitare. Si affidi al suo medico.


>> da un paio di settimane che presento una diarrea più volte durante la giornata e sente come se scarico la mia ansia e lo stress sullo stomaco e sul colon <<

E' la sindrome del colon irritabile di cui le parlavo.


Un cordiale saluto


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
grazie mille dottore per la rapida risposta: lei cosa mi puo consigliare per questa malattia? il mio dottore mi ha detto di fare un esame del sangue occulto che lo farò durante questo periodo per evitare qualsiasi altra patologia, ma intanto ero in un periodo sotto-stress in cui ero alla ricerca di un impiego per fortuna tutto concluso per il meglio, l´unica cosa rimane il fatto che soffro di questa diarrea e dolore alla pancia e spesso durante l´arco della giornata frequente eruttazione in cui mi sembra di scaricare area dentro il mio stomaco o intestino altrimenti mi sembra di avere sensazione di vomito! una situazione che mi abbatte un po ma cerco ogni tanto di tenere sotto controllo questa ansia e preoccupazione di prendere qualche patalogia maligna!

la gastrite cronica una volta eliminato il batterio si guarisce oppure si puo continuare a soffrire?
molto grato per il suo aiuto!
cordiali saluti

[#3]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)
CHIERI (TO)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Gentile signore, l'eradicazione dell'HP può avere importanza nella risoluzione della gastrite. Per quanto riuarda la sindrome del colon irritabile(di cui probabilmente soffre), il problema deve essere affrontato sotto diversi aspetti.Il consiglio è di affidarsi ad uno specialista gastroenterologo che saprà guidarla sia per quanto riguarda gli approfondimenti diagnostici che per la terapia.
Dr. Roberto Rossi

[#4] dopo  
Utente
quindi il consiglio quello di eseguire una colonscopia?
l´ansia potrebbe provocare un specie di accelerazione dei battiti? e come sono rilassato all improvviso mi trovo in un stato di ansia nonstante non ho nessun pensiero in testa!?!

grazie mille per l´aiuto
cordiali saluti!

[#5]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)
CHIERI (TO)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
L'ansia può avere una rilevanza non secondaria. Prima di eseguire la colonscopia parlerei con il gastroenterologo che dopo averla visitata e sentita la storia clinica valuterà l'opportunità o meno di procedere ad approfondimenti.
Dr. Roberto Rossi

[#6]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
gentilissimo,

alla sua età non mi farei davvero tanti problemi ed è importante che lei comprenda quanto l'ansia può influire sul nostro organismo. A tale proposito le allego un articolo che le può essere di aiuto:


https://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1064-quando-il-corpo-va-in-ansia-i-sintomi-fisici-dei-disturbi-d-ansia.html

Deve anche comprendere che con le attuali terapie è possibile tenere sotto controllo colon irritabile e gastrite, ma l'ansia ..... deve essere lei a dominarla.


Un cordiale saluto
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#7] dopo  
Utente
vi ringrazio per l´aiuto ma volevo sapere una cosa, una volta terminata la terapia e magari aver eliminato il batterio del Helicobacter cosa posso fare per la far si che la mucosa gastrica ritorni come prima senza lesioni e sopratutto quanto tempo ci vuole se è possibile? oppure mi le devo portare con me per tutta la vita? alla mia eta vista la gastrite cronica ogni quanto tempo devo eseguire magari gastroscopie e test istologici per prevenire malattie maligne?

cordiali saluti!

[#8]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
La terapia e l'eradicazione sono ultili per ridurre l'intensità della gastrite ed impedire la progressione verso forma più avanzate. E' questo è importante.
Per la gastrite cronica non ci sono indicazioni a futuri controlli gastroscopici a meno che non abbia una familiarità per cancro gastrico o non intervenga una nuova sintomatologia. Potrebbe comunque essere utile un controllo endoscopico fra un anno solo per la valutazione della stabilizzazione della gastrite.


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#9] dopo  
Utente
molto grato per il suo aiuto, devo dire che non ho nessuno della mia famiglia che ha avuto il cancro gastrico. adesso seguo questa terapia per 2 due settimane come indicato dal mio medico clarimotcina + amoxicillina + esemprozolo e poi dopo due mesi farò il breath Test.

cordiali saluti

[#10]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Molto bene. Ci aggiorni.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it