Utente
Buonasera, da circa tre mesi soffro di problemi gastrointestinali che non riesco a risolvere. Tutto è cominciato a novembre 2011 con una fitta al colon durante la notte, il giorno dopo accusavo un'unica scarica di diarrea, un forte e persistente dolore alla testa e nausea. Risolti questi problemi ho cominciato ad accusare bruciore di stomaco ,gonfiore addominale, eruttazioni e flautolonza che si presentano durante la giornata non necessariamente solo dopo i pasti e che,provati diversi rimedi, sono riuscito ad alleviare con Nuleron compresse e una tisana al finocchio la sera.Sospeso il Nuleron i problemi sembrano ripresentarsi. Preciso che svolgo regolare attività fisica, non sono un fumatore e non bevo alcolici. Sdraiarmi a letto mi da sollievo e durante la notte non ho particolari problemi e riesco a riposare salvo qualche piccolo fastidio al mattino sopratutto se dormo un pò di più. In passato mi è capitato di fare visite specialistiche dal gastroenterologo per problemi similari quali burciore di stomaco etc. risolti con medicinali quali Nexium 20mg , Dicoflor 60 e tisane come Dicalmir. Preciso anche di essere purtroppo un tipo ansioso e con tutto quello che capita di leggere in rete ci si persuade di avere chi sa quale male incurabile.Mi scuso per l'inesattezza dei termini usati e ringrazio anticipatamente per l'aiuto che vorrete darmi.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Potrebbe trattarsi di una forma di intestino irrutabile con disturbi sia alla sfera gastrica che intestinale. In questo caso devono essere trattati i sintomi. Ovviamente è sempre consigliabile una valutazione diretta del gastroenterologo.



Cordialmente




Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Dottore davvero non mi aspettavo una risposta così celere e La ringrazio davvero molto. Spero non ci siano gli estremi per dover procedere ad esami come la gastroscopia per escludere patologie come tumori o similari...non le nascondo che la prospettiva mi spaventa parecchio. Vorrei chiederle solo un parere sui tempi e cioè se è "normale" che tali sintomi si protraggano cosi' a lungo nel tempo per poi magari scomparire. Grazie ancora

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non credo propio ci sia esigenza di eseguire una gastroscopia ed è normale che i sintomi siano così "capricciosi" in tale sindrome.


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Grazie mille Dr.Cosentino, mi sento un pò più tranquillo. Mi permetta inoltre di ringraziare Lei e i suoi colleghi per l'opera che svolgete su questo forum.

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
La sua soddisfazione è per noi motivo di gratificazione.

Cordiali saluti


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
Buona sera Dr. Cosentino,
qualche giorno fa sono stato dal Gastroeneterologo che dopo avermi visitato mi ha detto che dovrebbe trattarsi di intestino irritabile e come unica terapia mi ha dato dell'antispastico due volte al giorno.
Ho di mia iniziativa associato una dieta indicata nei casi di colon irritabile e le cose vanno finalmente meglio.
Mi ha dato anche tutta una serie di esami da fare dicendomi comunque che non c'è alcuna premura e di farle con comodo.
Volevo rivogerLe una domanda: mi è capitato dopo essere andato in bagno di notare che il colore dell'acqua fosse in parte più scura tendente al rosa scuro...le feci erano chiare senza striature. Potrebbe trattarsi dell'urina? ultimamente mi è capitato che fosse un pò più scura, spero non sia riconducibile a del sangue nelle feci.
La ringrazio per la consueta disponibilità e Le auguro una buona serata.

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Credo proprio che sia il colore dato dall'urina.

Tranquillo


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#8] dopo  
Utente
Grazie mille , gentile e rapido come sempre.

[#9] dopo  
Utente
Buona sera Dr. Cosentino,
come Le scrivevo precedentemente per 15gg ho seguito , secondo le indicazioni del gastroeneterologo, una cura con RILATEN e la situazione si era finalmente normalizzata. Sono un paio di giorni che ho smesso la terapia e sebbene non accusi gli stessi disturbi di prima ho ricominciato con un pò di diarrea.
Volevo domandarLe se questo persistere dei sintomi sia da considerarsi "normale" in quadro di intestino irritabile e se Lei ritenga consigliabile prolungare la terapia ancora per qualche giorno.
La ringrazio e cordialmente La saluto.

[#10]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Può riprendere la terapia anche se i sintomi rientrano nella sindrome del colon irritabile.


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#11] dopo  
Utente
Grazie mille. Buona giornata

[#12] dopo  
Utente
Buona sera Dottore,
La disturbo a distanza di tempo per chiederLe un ulteriore parere.
In questi mesi mi sono trovato abbastanza bene prendendo due compresse di Rilaten al giorno (una al mattino e una alla sera) e tornando a mangiare più o meno tutto cercando di fare attenzione a sostanze come caffeina, teina, alcool, latticini etc.
Da ieri, però, dopo aver fatto la sera prima un pasto un pò più abbondante del solito, aavverto forti brividi, nausea, mal di testa , bruciori di stomaco e , da questa sera, anche diarrea.In particolare credo che ciò che abbia scatenato il tutto siano state delle arancie carammellate, il solo pensiero , infatti , mi fa stare ancora più male.
Volevo chiederLe se tutto ciò può rientrare in un quadro quale quello dell'Intestino irritabile.

La ringrazio e Le auguro una buona serata.

[#13]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Potrebbe rientrare nella sindrome come anche potrebbe essere qualcosa di transitorio legato all'alimentazione. C'è solo d'attendere.


Cordialmente


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#14] dopo  
Utente
Grazie Dottore, sempre gentile.

[#15] dopo  
Utente
Buonasera Dr.Cosentino,
spero che questa mia La trovi bene.
Con il cambio di stagione ecco che si ripresentano i soliti problemi intestinali e poichè quest'anno il cambio di stagione è stato particolarmente lungo è da qualche mese che ne soffro. Gradirei sapere se , a Suo parere, anche i seguenti sintomi possono ascriversi alla Sindrome del Colon Irritabile:
1) aria nella pancia e tensione addominale sopratutto la notte
2) bisogno di andare spesso in bagno , sopratutto dopo i pasti , con defecazione non sempre "ottimale"
3) sensazione di "peso sullo stomaco" con bruciori di stomaco sopratutto dopo i pasti principali
4) sensazione frequente di stanchezza , leggera nausea e irritabilità
Preciso che ho cessato qualsiasi terapia non avendo ricevuto da nessuna alcun particolare giovamento...la sensazione come al solito è quella di dover "aspettare che passi."
La ringrazio anticipatamente per la risposta.

[#16]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Ben tornato....

Purtroppo non le dico niente di nuovo se confermo che i sintomi sono imputabili alla sindrome del colon irritabile e soluzioni ancora non ne conosciamo. Dovrá, come ha fatto in passato, controllare i sintomi individuando alimenti a rischio e farmaci di supporto.


In bocca al lupo.


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#17] dopo  
Utente
Grazie per la consueta disponibilità Dr. Cosentino,
e speriamo che si scopra presto qualche rimedio risolutivo.

Grazie per quello che fa.
Cordiali saluti

[#18]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Di nulla, si figuri.

Cercherò di inviarle domani (ho la lista in ospedale) un elenco di alimenti che possono essere responsabili dei sintomi del colon irritabile.

Saluti

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#19] dopo  
Utente
Grazie, sarà davvero graditissima.
Buona notte

[#20]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008



Ecco la lista di alimenti in base allo schema FODMAPs che seguiamo in caso di forte meteorismo.


(FODMAPs: acronimo che sta per “oligosaccaridi, disaccaridi e monosaccaridi fermentabili e )
 
Alimenti a basso contenuto di FODMAPS (consentiti)
 
Frutta. Banana, Mirtillo, Ribes, Uva, Anice stellato, Arancia, Fragole, Frutto della passione, Kiwi, Lampone, Lime, Limone, Mandarino, Melone, Pompelmo, Rabarbaro
Verdure. Barbabietola, Carciofi, Carote, Fagioli, Fagiolini, Ginger, Indivia, Lattuga, Olive, Pastinaca, Patate, Peperoni, Pomodori, Rapa , Sedano, Spinaci , Zucca, Zucchine
Cereali. Orzo, Pane di farro, Pane senza glutine e di altri cereali, Polenta , Quinoa, Riso
Derivati del latte. Brie, Camembert, Formaggi stagionati, Gelati , Latte di avena, Latte di riso, Latte di soia, Latte senza lattosio, Olio di oliva (invece del burro), Sorbetti, Yougurth senza lattosio. Altro. Glucosio, Sciroppo d’ acero, Zucchero
 
Alimenti ad alto contenuto di FODMAPS (da evitare)
 
 
ECCESSO DI FRUTTOSIO. Frutta: Anguria, Frutta in scatola, Frutta secca, Mango, Mela, Pera , Succo di frutta. Dolcificanti: Fruttosio, Sciroppo di mais.  
LATTOSIO. Derivati del latte: Crema pasticcera, Formaggi freschi (mascarpone, ricotta), Gelato, Latte di capra e di pecora, Latte vaccino, Yogurth.
FRUTTANI. Verdure: Aglio, Asparagi, Asparagi, Barbabietole, Broccoli, Cavolfiori, Cipolla, Finocchi, Melanzane, Porri, Scalogno. Cereali: Couscous, Crackers, Dolci, Fette biscottate, Frumento, Grissini , Segale. Frutta: Anguria, Crema di mele, Cicoria, Dente di leone. 
GALATTANI. Legumi: Ceci, Fagioli, Lenticchie.
POLIOLI. Frutta: Albicocca, Anguria, Avocado, Ciliegie, Lychees, Mela, More, Pera, Pesca,  Prugna, Susine.Verdure: Cavolfiore, Funghi, Mais dolce, Peperone. Dolcificanti: Maltilolo, Mannitolo, Sorbitolo, Xylitolo

Proceda per 15 giorni con tale schema e poi lentamente può reintrodurre gli alimenti individuando quelli più a rischio.


Saluti



 
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#21] dopo  
Utente
Buonasera Dr, Cosentino,
spero che questa mia La trovi bene....mi verrebbe da dire "ci risiamo"....con il cambio di stagione si ripresentano i soliti problemi, questa volta sopratutto all'insegna della acidità di stomaco e della "bocca amara"...anche questi sono sintomi del colon irritabile?...Ho ripreso la cura con Rilaten e cerco di combattere la acidità (altalenante a seconda dei giorni) con un generico antiacido "Lansoprazolo 15mg"....ormai sono rassegnato a portarmi dietro questi sintomi per diverse settimane come al solito....nessuna nuova cura rilevante su questo fronte?

Scusi il tono forse troppo colloquiale ma è un pò come se fosse diventato "uno di famiglia".La ringrazio

[#22]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Eccomi ...

I sintomi sembrano adesso rivolti al tratto digestivo superiore e ci starebbero con il cambio di stagione (.... anche se la primavera non ne vuole che sapere ). Raddoppierei il lansoprazolo.

Auguroni.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#23] dopo  
Utente
Buonasera Dr. Cosentino,
spero che questa mia la trovi bene. Le scrivo non tanto per il ripresentarsi dei sintomi che ormai conosco ma piuttosto per la maggiore severità e la presenza di alcuni sintomi nuovi. L'acidità di stomaco è più insistente (sopratutto quando sdraiato o seduto) , la tengo a bada con una compressa di lansoprazolo da 30mg la mattina , secondo Lei posso prenderne una anche la sera? Riesco ad attenuarla anche mangiando qualcosa. E' più frequente anche la "bocca amara" nonchè l'aerofagia e la frequenza delle evacuazioni sebbene raramente liquide. Oltre ai soliti "dolorini" addominali al mattino mi risveglio con una forte tensione nella parte bassa dell'addome che alle volte sembra irradiarsi nella parte posteriore all'altezza dei reni. Sto prendendo 3 rilaten al giorno , reputa opportuno aumentarlo? Ho patito anche una certa sonnolenza e astenia sopratutto agli arti e in particolare alle gambe. Una curiosità: ho avuto anche qualche giorno di extrasisole pittosto fastidiose, premettendo che ne soffro, possono essere causate dal colon irritabile?
La ringrazio per la consueta pazienza e disponibilità e Le auguro una buona serata.

[#24]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Aumenterei, sentendo ovviamente il proprio medico, solo il lansoprazolo. Le extrasistoli possono essere in relazione al problema gastro-esofageo.


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#25] dopo  
Utente
Buonasera Dottore!
da qualche settimana ho cessato qualsiasi tipo di terapia perchè i sintomi "più tipici" sembrano essersi riassopiti. Una curiosità: continuo ad avere molta aria nella pancia associata a stanchezza diffusa,sensazione di testa vuota pesantezza agli okki e calore in volto ( come se avessi un pò di febbre senza averne nei fatti). Non mi dica che anche questi possono essere sintomi del colon irritabile!....grazie mille , buona serata.

[#26]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non è da escluderlo, ma solo con una visita diretta con valutazione di tutti gli accertamenti e con l'eventuale prescrizione di nuovi potremmo sapere la causa reale.


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#27] dopo  
Utente
Buonasera Dr. Cosentino,
Le scrivo per aggiornarLa su quanto capitatomi un paio di settimane fa. Dopo 2/3 giorni di diarrea particolarmente liquida una sera dopo cena ho cominciato ad avvertire fitte molto forti all'intestino in basso a sinistra e la temperatura è cominciata a salire.
Mi sono recato al pronto soccorso dove sono arrivato con quasi 40 di febbre. Mi hanno somministrato tramite flebo sodio cloruro 0,9% sacca 500ml , FLECTADOL IM EV 6F 500MG+6F2,5, RANIDIL EV 10F 50MG/5ML, inoltre hanno effettuato le analisi del sangue , risultate buone , e un rx diretta dell'addome e un'ecografia addominale entrambe con esito negativo. Al momento delle dimissioni il medico mi ha spiegato che soffrendo di colon irritabile ho probabilmente sviluppato dei diverticoli. La terapia è stata la seguente : una settimana di NORMIX 3 volte al giorno e di fermenti lattici VLS3 due volte al giorno e il consiglio di effettuare una colonscopia. Dopo la terapia i principali sintomi sono scomparsi fatta eccezione per qualche piccola fitta che si fa sentire ogni tanto e delle feci chiari e maleodoranti. Gradirei sapere se ritiene valida la diagnosi e la terapia e se può consigliarmi una dieta indicata per i diverticoli. Ho inoltre sentito che sarebbe opportuno seguire la stessa terapia un paio di volte all'anno per evitare l'infiammazione dei diverticoli.

La ringrazio e Le auguro una buona serata.

[#28]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Il colon irritabile non porta ai diverticoli. Non esiste !

Ne parli con un gastroenterologo che possa visitarla direttamente e consigliarle la corretta terapia.


Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#29] dopo  
Utente
Buongiorno Dr. Cosentino,
Le scrivo per questo motivo: lo scorso Settembre ho eseguito una colonscopia (eseguita solo parzialmente per la presenza di feci nella parte più alta) che avrei comunque dovuto fare a causa di una ereditarietà oncologica da parte di madre e che ha evidenziato la presenza di diverticoli. Da un paio di giorni ho riscontrato la presenza di "sangue vivo" nelle feci , in particolare oggi con la presenza di una vera e propria "striscia" di sangue vivo ( striscia perchè le feci non erano perfettamente formate). Preciso che soffro periodicamente anche di emorrodi che però molto raramente hanno sanguinato. Riterebbe opportuno ripetere la colonscopia?
Ringrazio anticipatamente per la risposta.

[#30]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Il sangue rosso vivo è di probabile origine emorroidaria, ma la Colonscopia dovrà essere ripetuta (ai fini della prevenzione ) perché é stata incompleta.

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it